in , , ,

Al Teatro alla Scala ARIADNE AUF NAXOS di Strauss aprile-giugno 2019

Tenete a mente che non si sta facendo musica per il proprio piacere, ma per il piacere del pubblico.“, Richard Strauss

FWM-HP-GR

Ariadne auf Naxos

Ariadne auf Naxos (in italiano Arianna a Nasso) è un’opera lirica di Richard Strauss su libretto di Hugo von Hofmannsthal.

Nel maggio del 1911 Hofmannsthal presentò a Strauss il progetto di musicare una commedia di Molière, Il borghese gentiluomo. Il compositore mise in musica alcune scene della commedia, rivisitate da Hofmannsthal; alla commedia seguiva la breve opera di Strauss, sempre su libretto di Hofmannsthall, Ariadne auf Naxos, e la prima debuttò il 25 ottobre 1912 al Kleines Haus del Königliches Hoftheater di Stoccarda, diretta dallo stesso Strauss con il soprano Maria Jeritza. Il pubblico però manifestò più interesse per l’opera vera e propria che per la commedia, cosa che fece indispettire Hofmannsthal, che volle eliminare la commedia da Molière, nonostante il parere contrario di Strauss.

Il progetto fu ritardato nel 1915, a causa dello scoppio della Prima guerra mondiale e della composizione dell’opera La donna senz’ombra. Nel 1916 fu finalmente terminato il progetto, una sorta di teatro nel teatro: la commedia era ambientata nella casa di un signore dove poi si rappresentava l’opera. La versione finale dell’opera andò in scena con successo al Wiener Staatsoper il 4 ottobre del 1916 diretta da Franz Schalk con la Jeritza e Lotte Lehmann.

Il passo più ardito e riuscito della coppia Richard Strauss – Hugo von Hofmannstahl nel campo dell’esplorazione metateatrale torna con la sua tavolozza di divertimento, dottrina compositiva e schietta commozione in una nuova regia di Frederic Wake-Walker, giovane talento britannico che della varietà dei linguaggi teatrali ha fatto una cifra distintiva. Prosegue così, sotto la sicura guida musicale di uno straussiano di riferimento come Franz Welser-Möst, un cammino straussiano che dopo Der Rosenkavalier diretto da Zubin Mehta ed Elektra diretta da Christoph von Dohnányi proseguirà nel 2019 con Die ägyptische Helena e nelle prossime stagioni con Salome. Nella parte del Soprano/Ariadne si alternano Krassimira Stoyanova, ormai amatissima dal pubblico milanese, e Tamara Wilson, artista di casa al Metropolitan che ha debuttato con i complessi scaligeri nel recente Requiem verdiano diretto da Riccardo Chailly. Zerbinetta è il soprano di coloratura più ricercato del nostro tempo, Sabine Devieilhe, mentre Michael Koenig è Tenore/Bacchus e Markus Werba Musiklehrer. Nella parte parlata dell’Haushofmeister debutta sul palcoscenico scaligero il Sovrintendente Alexander Pereira.

 

IL CAST

ARIADNE AUF NAXOS

Musica di Richard Strauss

Opera un prologo e un atto di Richard Strauss su libretto di Hugo von Hofmannsthal

Durata spettacolo: 2 ore e 25 minuti incluso intervallo

 

Direttore, Franz Welser-Möst

Regia, Frederic Wake-Walker

Scene e costumi, Jamie Vartan

Luci, Marco Filibeck

Video, Sylvester Łuczak

… … …

Interpreti:

Ariadne      Krassimira Stoyanova (23, 26, 28, 30 apr.; 2, 5 mag.) / Tamara Wilson (19, 22 giu.)

Zerbinetta      Sabine Devieilhe (23, 26, 28, 30 apr.; 2, 5 mag.) / Brenda Rae (19, 22 giu.)

Der Komponist      Daniela Sindram

Najade      Eva Liebau

Dryade      Anna-Doris Capitelli

Echo      Regula Mühlemann

Bacchus      Michael Koenig

Ein Musiklehrer      Markus Werba

Harlekin      Thomas Tatzl (23, 26, 28, 30 apr.; 2, 5 mag.) / Gabriel Bermúdez (19, 22 giu.)

Brighella      Pavel Kolgatin

Scaramuccio      Kresimir Spicer

Truffaldin      Tobias Kehrer

Ein Tanzmeister      Joshua Whitener

Der Haushofmeister      Alexander Pereira

Coro e Orchestra del Teatro alla Scala
Nuova produzione Teatro alla Scala

 

QUANDO

Martedì 23 Aprile 2019, ore 20.00 Turno Prime Opera

Venerdì 26 Aprile 2019, ore 20.00 Turno A

Domenica 28 Aprile 2019, ore 14.30 Turno E

Martedì 30 Aprile 2019, ore 20.00

Giovedì 2 Maggio 2019, ore 20.00

Domenica 5 Maggio 2019, ore 20.00

Mercoledì 19 Giugno 2019, ore 20.00 La Scala UNDER30 G

Sabato 22 Giugno 2019, ore 14.00 ScalAperta 50%

 

DOVE: TEATRO ALLA SCALA
Via Filodrammatici, 2

20121 Milano (MI)

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Per tutte le date:

Platea al costo di 252,00 €

Palchi, prima fila (e seconda fila nei palchi centrali) al costo di 252,00 €

Palchi, seconda fila laterale (e terza fila nei palchi centrali) al costo di 204,00 €

Palchi, seconda fila semi laterale (e terza fila nei palchi centrali) al costo di 132,00 €

Palchi, seconda fila laterale (e in alcuni terza centrale) al costo di 82,00 €

Palchi, seconda fila laterale (e in alcuni terza centrale) al costo di 64,00 €

Prima Galleria, prima fila centrale al costo di 102,00 €

Prima Galleria, prima fila semi-centrale e prima fila centrale di seconda galleria al costo di 79,00 €

Prima Galleria, prima fila laterale e prima fila semi-centrale di seconda galleria al costo di 50,00 €

Loggione al costo di 29,00 

 

Teatro alla Scala, Milano: opera ARIADNE AUF NAXOS

 

se non sapete come fare e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e ritiro dei biglietti scrivendo a mara.grisoni@gmail.com o telefonando al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Franz Welser-Möst…

franz-welser-mst-and-the-cleveland-orchestra-1345795315-view-0

La mia filosofia, quando si tratta di far musica, è fare il meno possibile. Nella musica come nella vita, la mia preoccupazione principale consiste nel mettere da parte il mio ego e lasciare che le cose accadano

 

Franz Leopold Maria Möst (in arte: Welser-Möst) nasce a Linz, Austria, il 16 agosto del 1960 dove inizia a studiare violino e a interessarsi di direzione d’ orchestra.

Il 19 novembre 1978, esattamente centocinquant’anni dopo la morte di Franz Schubert, stava andando con alcuni amici a suonare il Quintetto La trota a Steyr, dov’ era stato composto, quando la loro macchina ebbe un grave incidente. Il diciottenne Franz si fratturò tre vertebre e non fu più in grado di tenere in mano un violino. A causa dell’ incidente stradale, Welser-Möst interrompe gli studi di violino e si concentra sulla direzione. Viene adottato, prima artisticamente quindi anche legalmente (sebbene i suoi genitori siano viventi), dal barone Andreas von Bennigsen di Liechtenstein, che lo pone sotto la propria ala protettrice, diventandone il manager artistico. Infatti Franz, per un certo periodo, si presenta come Franz von Bennigsen. Sarà il barone a suggerirgli di assumere il nome d’ arte “Welser-Möst“, in omaggio alla città di Wels dove era cresciuto.

Il mio scopo principale è servire la musica studiandola nel modo giusto. In quanto a eseguirla, cerco di mettere in disparte il mio ego e di lasciare che le cose vadano a modo loro

Il suo lancio nella massima divisione avvenne nel settembre 1990 quando la London Philharmonic lo scelse, preferendolo a Mehta e ad altri candidati di lusso, come direttore musicale stabile al South Bank Centre. Gli fu data un’ autorità senza precedenti sulla scelta dei programmi e il diritto incontestato di scritturare e licenziare gli strumentisti. “Abbiamo scoperto un talento colossale con doti musicali e politiche”, disse il manager dell’orchestra, John Wiilan, “e intendiamo lasciarlo fare. Quando comincerà a rendersi conto di ciò che può fare, sarà travolgente“.

Dal 2010 al 2014 è stato Direttore musicale generale della Wiener Staatsoper.

Attualmente è il Direttore musicale della Cleveland Orchestra dal 2002, con contratto sino al 2018.

Ha diretto il Concerto di Capodanno di Vienna nel 2011 e nel 2013.

… … …

 

Krassimira Stoyanova…

krassimira-stoyanova

Krassimira Stoyanova è nata in Bulgaria. Si è diplomata in violino al Conservatorio di Rousse e in canto all’ Accademia di Musica e Danza di Plovdiv.

Debutta all’ Opera Nazionale di Sofia nel 1995 e si specializza in un repertorio molto vasto: Rigoletto (Gilda), Le Nozze di Figaro (Susanna), Il Guarany (Cecilia ), Fosca (Delia) di Antonio Carlos Gomes, La Juive (Rachel), La Clemenza di Tito (Vitellia) e Idomeneo (Ilia).

La giovane soprano inizia una rapida carriera che la vede ospite in rinomati teatri tra i quali: Metropolitan Opera in La Traviata (Violetta), Nationaloper Helsinki – Le nozze di Figaro (Contessa), New Israeli Opera Tel Aviv nelle nuove produzioni di La Juive (Rachel) e di Don Giovanni (Donna Anna), Teatro Colon di Buenos Aires in una nuova produzione di Pagliacci (Nedda), Carnegie Hall – Les Huguenots (Valentine), La Battaglia di Lignano (Lida) e Anna Bolena (Anna), Hamburgische Staatsoper – La Traviata (Violetta), Royal Opera House Covent Garden – La Bohème (Mimi), Opernhaus Köln – La Juive (Rachel) serata di gala con Neil Shicoff, Festival di Ravenna con la Nona sinfonia di Beethoven sotto la direzione di Riccardo Muti, Opernhaus Zürich – La Traviata (Violetta), Deutsche Oper Berlin – Le Nozze di Figaro  (Contessa), Pagliacci (Nedda) e una nuova produzione di Idomeneo (Elettra), Konzerthaus Berlin con lo Stabat Mater di Rossini sotto la bacchetta del Maestro Marcus Creed con incisione di CD, Rio de Janeiro – Carmen (Micaela), Bayerische Staatsoper München ancora una volta in Carmen (Micaela), Salzburger Festspiele – Les Contes d’Hoffmann (Antonia), Teatro Regio di Torino, dove interpreta la Nona sinfonia di Beethoven sotto la direzione di Myung-Whung Chung, Festspielhaus Baden-Baden ancora con la Nona sinfonia di Beethoven diretta da Christoph Eschenbach, ecc… .

Dal 1998 in poi Krassimira Stoyanova è strettamente legata al Wiener Staatsoper, dove ha cantato tra le altre opere in: La Juive (Rachel) con produzione televisiva e DVD, Le Nozze di Figaro (Contessa), Carmen (Micaela), Les contes d’Hoffmann (Antonia), Turandot (Liù), I Pagliacci (Nedda), La Traviata (Violetta), La Bohème (Mimi), ecc…

Nella stagione 2003/2004 la ricordiamo in una nuova produzione del Falstaff di Verdi (Alice Ford) al Wiener Staatsoper, seguito da Le nozze di Figaro (Contessa), Turandot (Liù) e I Pagliacci (Nedda); Anna Bolena (ruolo del titolo) al Carnegie Hall di New York; Stabat Mater e Dimitri di Dvorak al Konzerthaus di Vienna, il Te Deum di Bruckner al Musikverein di Vienna e lo Stabat Mater di Dvorak alla Alte Oper Frankfurt.

Per la stagione 2004/2005 per Krassimira Stoyanova è impegnata con Il Trovatore alla Washington Opera, seguito da Turandot (Liù) alla Metropolitan Opera, Falstaff (Alice), Simone Boccanegra (Amelia) e Les contes d’ Hoffmann (Antonia) alla Wiener Staatsoper, un concerto – recital nella Carnegie Hall/New York ed il Requiem di Dvorak a Monacco di Bavaria.

Nel 2005/06 il soprano è Anna in Le Villi di Puccini alla Wiener Staatsoper (nuova produzione) e Donna Anna in Don Giovanni in Bilbao (nuova produzione). Alla Wiener Staatsoper ritorna nel Falstaff (Alice), un ruolo che interpreterà anche a Dresden. Nuove produzioni in Otello (Desdemona) al Gran Teatro del Liceu a Barcelona e a Tokio, Stabat Mater di Szymanowski a Monte Carlo e la Nona Sinfonia di Beethoven al Wiener Musikverein sotto la direzione di Georges Pretre.

Stagione 2006/07: la stagione si apre alla Staatsoper di Vienna con la nuova produzione di Otello/Desdemona e le rappresentazioni di Le Villi e Nozze di Figaro (Contessa) con il maestro Ozawa, i concerti (sinfonia N. 9 di Beethoven) con Sir Colin Davis al Festival di Gstaad e con Mariss Jansons al Concertgebouw di Amsterdam, il Requiem di Brahms con il maestro Fedoseev al Konzerthaus di Vienna, I Pagliacci/Nedda e La Traviata (Violetta) al Metropolitan Opera di New York e I Pagliacci alla Deutsche Oper di Berlino.

Sotto particolare richiesta di Placido Domingo, parteciperà al concerto di gala in occasione del suo anniversario a Vienna il 19 maggio 2007.

Per l’apertura della stagione 2007/08: prende parte alle rappresentazioni di Simone Boccanegra e Otello alla Staatsoper di Vienna e La Boheme alla Staatsoper di Monaco e Dresda. In questo periodo Krassimira Stoyanova si esibisce anche Monaco nel ruolo di Luisa Miller. Durante questa stagione l’artista è al Metropolitan Opera con Les contes d’ Hoffmann. Debutta al Liceu di Barcellona nel ruolo di Luisa Miller. Sono anche in programma concerti con Mariss Jansons (sinfonia N. 9. di Beethoven a Salisburgo e Baden-Baden e Requiem di Brahms a Monaco e al Festival di Lucerna).

La stagione 2008/09 è stata inaugurata alla Metropolitan Opera con Don Giovanni/Donna Anna. Seguiranno le rappresentazioni di Otello e Falstaff alla Staatsoper di Vienna e una produzione di Simone Boccanegra al Liceu di Barcellona. Il soprano ha inoltre inoltre preso parte a concerti con il maestro Jansens al Concertgebouw di Amsterdam (Requiem di Dvorak). Alla Staatsoper di Amburgo Krassimira la Stoyanova ha cantato nel ruolo del titolo della nuova produzione di Iphigenie en Tauride.

Sito Ufficiale: http://www.krassimira-stoyanova.com/

krassimira-stoyanova2

Krassimira Stoyanova in “E strano!…Ah, fors’e lui…Sempre Libera”:

Piotr Beczala/Krassimira Stoyanova: in “Teco io sto – Ballo in Maschera Wien 2016”:

Krassimira Stoyanova in “Tu che le vanità – Don Carlos”:

Krassimira Stoyanova in “Dvorak – Rusalka”:

Placido Domingo & Krassimira Stoyanova: in “Simon Boccanegra: Favella il Doge”:

Krassimira Stoyanova and Jonas Kaufmann in “final act of Giuseppe Verdi’s AIDA”:

Krassimira Stoyanova in “”D’amor sull’ ali rosee” Il trovatore”:

Krassimira Stoyanova in “Tosca”:

Krassimira Stoyanova in “selezione di vari brani”:

… … …

NOTE E ASCOLTI DI PROGRAMMA…

 

Il prologo è ambientato in una villa viennese nel XVIII secolo, dove un aristocratico vuole intrattenere i suoi ospiti con una rappresentazione del mito di Arianna a Nasso, commissionata ad un giovane compositore entusiasta. A seguire l’opera ci sarà uno spettacolo della commedia dell’arte. Il maestro di musica si oppone, ma il maggiordomo replica che il programma non si cambia. Seguono i preparativi per l’opera e la commedia: il compositore è affascinato da Zerbinetta, che però è a capo della Commedia dell’arte, e se ne disinteressa. Anche Zerbinetta non è entusiasta, dato che sa di dover divertire un pubblico annoiato da una rappresentazione operistica.

A complicare tutto è il maggiordomo che annuncia che il padrone vuole che opera e commedia si rappresentino insieme. Il compositore è disperato, ma Zerbinetta raggiunge un compromesso: i commedianti saranno una compagnia in visita all’isola di Nasso che consoleranno la povera Arianna abbandonata da Teseo. Il compositore si oppone, ma Zerbinetta riesce a sedurlo, per poi allontanarsi. Il giovane rimane solo in scena, e quando sente il fischio che dà inizio alla rappresentazione, fugge dal palazzo.

L’ opera

Arianna è stata abbandonata da Teseo a Nasso, e invano le ninfe Eco, Driade e Naiade cercano di consolarla. Arlecchino, vedendola, intona una canzone in cui la invita ad accettare la realtà. Arianna è più sconvolta e invoca la morte, ma i comici cercano in tutti i modi di farle tornare il buon umore. Zerbinetta li congeda, e parla da sola con Arianna, asserendo di essere stata anche lei abbandonata. Ma Arianna non l’ascolta e si rifugia in una grotta, lasciando Zerbinetta sola nei suoi pensieri, per poi allontanarsi con la sua compagnia (Aria: Großmächtige Prinzessin).

Improvvisamente arrivano Eco, la Driade e la Naiade, che raccontano l’arrivo di una nave con a bordo il dio Bacco, e invitano Arianna ad uscire dalla grotta. Arianna lo scambia per Teseo, poi per Mercurio ed infine per il dio della morte; Bacco le dà corda, ma poi entrambi sentono di volersi bene, e si allontanano. Entra Zerbinetta, che esplica la sua morale al pubblico: ogni nuovo amante sembra sempre un dio.

 

ASCOLTA QUI “ARIADNE AUF NAXOS” by Richard Strauss (Erich Leinsdorf):

ASCOLTA QUI “ARIADNE AUF NAXOS” by Richard Strauss (Jessye Norman; E. Gruberova; J. Varady; D. Fischer-Dieskau):

ASCOLTA QUI “ARIADNE AUF NAXOS” by Richard Strauss (Leontyne Price; R. Kollo; T. Troyanos; E. Gruberova):

ASCOLTA QUI “ARIADNE AUF NAXOS” by Richard Strauss (Karl Böhm):

… … …

 

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al Teatro Garibaldi di Figline Valdarno Alexander Malofeev 29 marzo

All’ Accademia Santa Cecilia Benedetto Lupo per Skrjabin Aprile 2019