in , , ,

All’ Accademia Filarmonica di Verona 2019 Vilde Frang 5 settembre

«E dire che io volevo suonare il contrabbasso come mio padre e mia sorella  – Mi fu negato perché non entrava in macchina: o il contrabbasso o le vacanze. Scelsi il violino, all’ inizio controvoglia. Ma mi sono ricreduta: mi ha regalato gioie immense», Vilde Frang

Accademia Filarmonica di Verona 2019

 

All’ Accademia Filarmonica di Verona 2019 Vilde Frang. La ROTTERDAM PHILHARMONIC ORCHESTRA si esibirà con il direttore Lahav Shani. Nel ruolo di solista un’ autentica fuoriclasse, la norvegese Vilde Frang, artista di riferimento del nuovo millennio:

 

Igor’ Fëdorovič Stravinskij, Petruška

… … …

Max Bruch, Concerto per violino e orchestra in sol minore Op. 26

… … …

Maurice Ravel, La valse

 

QUANDO

Giovedì 5 Settembre 2019, ore 20.30

 

DOVE: Teatro Filarmonico
Via dei Mutilati, 4
Verona (VR)

 

INTERPRETI:


Lahav
Shani, direttore

Vilde Frang, violino

ROTTERDAM PHILHARMONIC ORCHESTRA

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Platea e palchi € 50,00

I° settore di galleria centrale e balconata € 40,00

I° settore di galleria laterale € 30,00

II° settore di galleria € 25,00

 

Accademia Filarmonica di Verona 2019 Vilde Frang

 

se non sapete come fare, e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e ritiro dei biglietti. Potete scrivere a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Vilde Frang…

Nata a Oslo, Vilde Frang ha iniziato lo studio del violino secondo il metodo Suzuki all’età di quattro anni.

Notata giovanissima per la sua espressività e completo dominio tecnico, Vilde Frang è considerata la più interessante violinista della sua generazione. 

Tra il 1993 e il 2002 ha studiato con Stephan Barratt-Due, Alf Richard Kraggerud e Henning Kraggerud presso il Barratt Due musikkinstitutt a Oslo.

Ha debuttato come solista a dieci anni, con la Kringkastingsorkestret (l’orchestra della radio norvegese).

Nel 1998 ha conosciuto Anne-Sophie Mutter, che è stata in seguito sua mentore, e le ha assegnato una borsa di studio presso la Fondazione Anne-Sophie Mutter.

Nel 1999, a dodici anni, è stata scelta da Mariss Jansons per suonare come solista con la Filarmonica di Oslo.

Tra il 2003 e il 2009 ha continuato i suoi studi in Germania, con Kolja Blacher presso la Hochschule für Musik und Theater di Amburgo, e con Ana Chumachenco presso la Kronberg Academy.

È divenuta membro della Borletti-Buitoni Trust nel 2007 e ha seguito lezioni con Mitsuko Uchida a Londra.

Nel 2008 ha firmato un contratto esclusivo con la EMI Classics, pubblicando il suo primo album nel 2009, per il quale ha ricevuto una nomination per l’EMI Classics’ Young Artist of the Year 2010.

Per le sue registrazioni ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra cui un Classical BRIT, due Deutsche Schallplattenpreis, quatto ECHO Klassik Awards, due Edisson Klassiek Awards, e l’Editor’s Choice su Diapason d’Or e Gramophone.

Nel 2012 le è stato assegnato il prestigioso Credit Suisse Young Artists Award e nel mese di settembre è stata invitata per il debutto al Festival di Lucerna con i Wiener Philharmoniker diretti da Bernard Haitink. Nel 2013 ha debuttato ai Proms a Londra, eseguendo il concerto di Bruch con la BBC Philharmonic Orchestra.

Tra le maggiori orchestre internazionali con cui collabora spiccano Philharmonia, Gewandhaus Orchester di Lipsia, London Philharmonic, Filarmonica della Scala, St. Petersburg Philharmonic, Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, Mahler Chamber Orchestra, Orchestre de Paris, NHK Symphony Tokyo; tra i direttori Simon Rattle, Vladimir Ashkenazy, Mariss Jansons, Daniel Harding, David Zinman, Vladimir Jurowski, Vasily Petrenko, Paavo Järvi, Esa-Pekka Salonen e Yuri Temirkanov.

Nel maggio 2016 ha debuttato con i Berliner Philharmoniker diretti da Simon Rattle.

La stagione 2016-17 la vedrà debuttare con i Münchner Philharmoniker e Valery Gergiev, protagonista di concerti con la Deutsche Kammerphilharmonie di Brema e Paavo Järvi, in un ampio tour in Asia con la Gurzenich Orchestra e il ritorno al Festival di Lucerna con l’orchestra del Gewandhaus di Lipsia diretta da Herbert Blomstedt.

Vilde Frang è invitata come solista e in ensemble da camera ai Festival di Salisburgo, Verbier, Lucerna, London Proms, Schleswig-Holstein, George Enescu, Lockenhaus e Prague Spring Festival.

È invitata regolarmente a tenere recital a Carnegie Hall di New York, Concertgebouw di Amsterdam, Musikverein di Vienna, Philharmonie di Berlino, Wigmore Hall, Royal Albert Hall, Tonhalle Zurich, Bozar Brussels, Vancouver Recital Series, San Francisco.

Vilde Frang registra in esclusiva per Warner Classics. Il suo debutto discografico è stato premiato dall’ Edison Klassiek Award e dal Classic BRIT, le altre registrazioni hanno ricevuto molti premi tra cui Editor’s Choice di Gramophone, Diapason d’Or, Deutsche Schallplattenpreis e Echo Klassik Award. Ha vinto il Gramophone Award 2016 nella categoria Concerto per il disco dedicato ai Concerti di Britten e Korngold.

Nata in Norvegia nel 1986, Vilde Frang è stata scelta da Mariss Jansons all’ età di 12 anni per il debutto con la Oslo Philharmonic Orchestra. Ha studiato con Kolja Blacher alla Musikhochschule di Amburgo e con Ana Chumachenco alla Kronberg Academy. Ha lavorato con Mitsuko Uchida nell’ ambito del premio Borletti-Buitoni nel 2007 e dal 2003 al 2009 è stata studente borsista della Fondazione Anne-Sophie Mutter.

Suona un Jean-Baptiste Vuillaume del 1864.

Sito ufficiale: http://www.vildefrang.com/

 

“Raccolta di 119 Video su Vilde Frang″:


… … …
 
 

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per Settimane Musicali Meranesi Olli Mustonen Yuri Temirkanov 12 settembre

Per Settimane Musicali di Ascona 2019 Francesco Piemontesi