in , , ,

Società del Quartetto di Vicenza: il pianista Radu Lupu

“Radu Lupu, magico antidivo”, Attilio Piovano

radu-lupu_6513

Società del Quartetto di Vicenza 1910, Stagione 2016 – 2017

 

Occasione da non perdere per ascoltare Radu Lupu, musicista schivo, dotato di un carisma magnetico. Negli anni questo raffinato interprete ha regalato pagine di autori classici e romantici, spaziando tra stili ed epoche e riuscendo sempre a trovare la chiave giusta per aprire il cuore di coloro che lo seguono con passione. Rinomato esecutore della musica austro-tedesca Lupu si trova a suo agio nell’ interpretazione di Beethoven, Mozart, Schubert, autori ai quali bensì adatta il carattere esigente di un pianista capace di sfumature raffinatissime. Il concerto di questa sera prevede il seguente programma:

 

Franz Joseph Haydn, Andante con 2 variazioni e coda in fa minore-maggiore Hob. XVII:6

… … …

Robert Schumann, Fantasia in do maggiore op. 17

… … …

Pëtr Il’ič Čajkovskij, Le stagioni, 12 pezzi caratteristici su epigrafi liriche di vari autori op. 37 b

 

QUANDO:

Mercoledì 18 Gennaio 2017, ore 20.45

 

DOVE: Teatro Comunale di Vicenza – Sala Maggiore
Viale Giuseppe Mazzini, 39

36100 Vicenza (VI)

 

INTERPRETI:

Pianista, Radu Lupu

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Posto unico al costo di €‬ 30,00; Over 65 al costo di €‬ 25,00; Under 30 al costo di €‬ 15,00

 

Società del Quartetto di Vicenza: il pianista Radu Lupu

 

se non sapete come fare e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e ritiro dei biglietti. Potete scrivere a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

Radu Lupu...

radu-lupu

L’arte suprema di Lupu non è però diretta a sottolineare il particolare timbrico seguendo solamente l’istinto o la ricerca della bellezza assoluta

 

Radu Lupu è nato in Romania il 30 novembre del 1945 ed ha iniziato gli studi di pianoforte all’ età di 6 anni, con Lia Busuioceanu debuttando in pubblico con un programma completo della sua musica all’età di 12 anni. Ha continuato i suoi studi per diversi anni con Florica Muzicescu (maestra di Dinu Lipatti) e Cella Delavranca prima di vincere un borsa di studio nel 1961 per il Conservatorio di Mosca dove ha studiato con Galina Eghyazarova, Heinrich Neuhaus e più tardi con Stanislav Neuhaus.

Ha vinto il primo premio in tre competizioni: il Concorso pianistico internazionale Van Cliburn del 1966, l’ Enescu International nel 1967 e il Leeds International nel 1969. Nel 1989 ha vinto il Premio Franco Abbiati della Critica Musicale Italiana, consegnatogli dall’Associazione Nazionale Critici Musicali italiani.

È regolarmente invitato a suonare con tutte le più grandi orchestre del mondo compresi i Berliner Philharmoniker diretti da Karajan (con cui ha fatto il suo debutto al Festival di Salisburgo) nel 1978, i Wiener Philharmoniker diretti da Riccardo Muti (con cui ha aperto il Festival di Salisburgo nel 1986 con il Concerto per pianoforte e orchestra n. 27 di Mozart), la Royal Concertgebouw, la Filarmonica della Scala nel 1992 e tutte le maggiori orchestre di Londra e americane.

La sua prima e maggiore apparizione in America fu nel 1972 con la Cleveland Orchestra con Daniel Barenboim a New York e con la Chicago Symphony Orchestra diretta da Carlo Maria Giulini. Ha suonato a tutti i maggiori festival della musica ed è stato ospite regolare dei festival di Salisburgo e Lucerna.

Ancora a Salisburgo esegue il Concerto per pianoforte e orchestra n. 24 di Mozart con la London Symphony Orchestra nel 1988, il Concerto per pianoforte e orchestra di Grieg nel 1990, il Concerto per pianoforte e orchestra n. 25 di Mozart con l’ Orchestra filarmonica d’Israele diretta da Zubin Mehta nel 1991, le 2 Sonate di Franz Schubert nel 1996 e il Concerto per pianoforte e orchestra n. 4 di Beethoven diretto da Muti. Nel 1999 tiene un recital e nel 2012 il Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 di Beethoven diretto da Christoph Eschenbach.

Per il Teatro alla Scala di Milano nel 1992 esegue il Concerto per pianoforte e orchestra n. 4 di Beethoven diretto da Muti, nel 1995 il Concerto per pianoforte e orchestra n. 27 di Mozart e si esibisce in un recital, nel 1997 un concerto con il Quartetto Accardo, nel 2001 si esibisce in un recital, nel 2002 il Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 di Beethoven diretto da Muti al Teatro degli Arcimboldi trasmesso da Rete 4 e nel 2008 il Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 di Béla Bartók diretto da Daniel Barenboim.

Al Teatro La Fenice di Venezia nel 1993 tiene un concerto con musiche di Robert Schumann.

Nel 2005 si esibisce in un recital al Teatro comunale Luciano Pavarotti di Modena.

Tra le Onorificenze

Comandante dell'Ordine dell'Impero Britannico (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria – Comandante dell’Ordine dell’ Impero Britannico (Regno Unito)
                         «Per i servizi alla musica» — 31 dicembre 2015

radu-lupu

Radu Lupu in “Schubert: 4 Impromptus D. 935 – live 2012″:

Radu Lupu in “Brahms: Six Pieces for Piano Op. 118″:

Radu Lupu in “Live Recital SCHUBERT DEBUSSY Carnegie Hall 2008 NEW YORK″:

Radu Lupu in “Recital 23 January 2002 Carnegie Hall NEW YORK″:

Radu Lupu in “Schubert: Piano Sonata/Fantasie No. 18 in G, D. 894, Op. 78″:

Radu Lupu in “Grieg’s Piano Concerto″:

Radu Lupu in “Mozart: Concerto per piano Nº 19, K 459″:

Radu Lupu in “Schumann: Piano Concerto In A Minor, Op 54″:

Radu Lupu in “Schumann: Humoreske, op 20 – live 1983″:

Radu Lupu in “Schumann: Kreisleriana op. 16, January 1993″:

Radu Lupu in “BEETHOVEN: Piano Concerto n. 3 in C minor op. 37″:

Radu Lupu in “Beethoven: Piano Concerto No. 1 in C major, op. 15 ″:

Radu Lupu in “Schubert: Piano Sonata No.20 in A-dur, D.959″:

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

“Andante con 2 variazioni e coda in fa minore-maggiore Hob. XVII:6” by Franz Joseph Haydn (Paul Badura Skoda):

 

“Fantasia in do maggiore op. 17” by Robert Schumann (Claudio Arrau):

“Fantasia in do maggiore op. 17” by Robert Schumann (Richter studio):

“Fantasia in do maggiore op. 17” by Robert Schumann (Evgeny Kissin):

“Fantasia in do maggiore op. 17” by Robert Schumann (Maurizio Pollini):

“Fantasia in do maggiore op. 17” by Robert Schumann (G. Sokolov):

“Fantasia in do maggiore op. 17” by Robert Schumann (Mikhail Pletnev):

“Fantasia in do maggiore op. 17” by Robert Schumann (Khatia Buniatishvili):

“Fantasia in do maggiore op. 17” by Robert Schumann (Annie Fischer):

 

“Le stagioni, 12 pezzi caratteristici su epigrafi liriche di vari autori op. 37 b” by Pëtr Il’ič Čajkovskij (Vladimir Ashkenazy):

 

 

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Maggio Musicale Fiorentino: Il Signore degli anelli, Le Due Torri

Teatro San Carlo: Fabrizio Von Arx per il Concerto della Memoria