in , , ,

A Ferrara Musica EMANUEL AX 23 Febbraio 2020

[…] Emanuel Ax è uno di quei pianisti che ‘travalicano il pianoforte’, nel senso che lo considerano strumento per imboccare scorciatoie più dirette verso l’espressione […]“, Gian Paolo Minardi, Gazzetta di Parma

Ferrara Musica, Stagione 2019 – 2020

 

A Ferrara Musica EMANUEL AX 23 Febbraio 2020. Salito alla ribalta agli inizi degli anni Settanta dopo la vittoria del Concorso Internazionale Arthur Rubinstein di Tel Aviv, Emanuel Ax, è protagonista di una affermata carriera che lo vede solista insieme a prestigiose compagini o in formazioni di musica da camera. Accompagnato dalla Chamber Orchestra of Europe e diretto da MATTHIAS PINTSCHER per il seguente programma:

 

G. Fauré, Masques et bergamasques op. 112

 

W. A. Mozart, Concerto per pianoforte e orchestra K. 466

 

F. Chopin, Andante spianato e Grande Polacca brillante op. 22

 

I. Stravinsky, Suite da Pulcinella

 

QUANDO

Domenica 23 Febbraio 2020, ore 11.00

 

DOVE: Teatro Comunale “Claudio Abbado”
Corso Martiri della Libertà, 5

44121 Ferrara (FE)

 

INTERPRETI:

EMANUEL AX, pianoforte

MATTHIAS PINTSCHER, direttore

CHAMBER ORCHESTRA OF EUROPE

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Platea al costo di 29,00 € intero; Senior 24,00 €; Giovani 30 anni 14,50 €; Giovanissimi 20 anni 9,00 €

Palco centrale – 1a fila al costo di 26,00 € intero; Senior 22,00 €; Giovani 30 anni 13,00 €; Giovanissimi 20 anni 9,00 €

Palco centrale – 2a fila al costo di 22,00 € intero; Senior 18,00 €; Giovani 30 anni 11,00 €; Giovanissimi 20 anni 9,00 €

Palco laterale – 1a fila al costo di 22,00 € intero; Senior 18,00 €; Giovani 30 anni 11,00 €; Giovanissimi 20 anni 9,00 €

Palco laterale – 2a fila al costo di 19,00 € intero; Senior 16,00 €; Giovani 30 anni 9,50 €; Giovanissimi 20 anni 9,00 €

Galleria e IV ordine – 1a fila al costo di 17,00 € intero; Senior 14,00 €; Giovani 30 anni 8,50 €; Giovanissimi 20 anni 9,00 €

Galleria e IV ordine – 2a fila al costo di 14,00 € intero; Senior 12,00 €; Giovani 30 anni 7,00 €; Giovanissimi 20 anni 9,00 €

Loggione – 1a fila al costo di 12,00 € intero; Senior 10,00 €; Giovani 30 anni 9,00 €; Giovanissimi 20 anni 9,00 €

Loggione – 2a fila al costo di 10,00 €; Giovanissimi 20 anni 9,00 €

Ingresso Loggione al costo di 9,00 €

 

A Ferrara Musica EMANUEL AX 23 Febbraio 2020

 

se non sapete come fare e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e ritiro dei biglietti scrivendo a mara.grisoni@gmail.com o telefonando al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Emanuel Ax…

Nato a Lvov, in Polonia, Emanuel Ax si è trasferito con la sua famiglia a Winnipeg, in Canada, quando era ancora bambino. I suoi studi alla Juilliard School sono stati supportati dall’Epstein Scholarship Program del Boys Club of America. In seguito ha ricevuto uno Young Concert Artists Award. Ha inoltre frequentato la Columbia University dove ha conseguito una specializzazione in letteratura francese. Emanuel Ax si è imposto sulla scena internazionale per la prima volta nel 1974 con la vittoria della prima edizione del ‘Concorso Pianistico Internazionale Arthur Rubinstein’ a Tel Aviv, mentre nel 1979 ha ricevuto l’ambito Avery Fisher Prize.

Impegni in Europa nella stagione 2016/17 hanno incluso concerti con l’Orchestra da Camera di Losanna, la Concertgebouworkest, i Berliner Philharmoniker, l’Orchestre de Paris e la Bayerischer Rundfunk Munchen.

Negli ultimi anni Emanuel Ax ha concentrato la sua attenzione sulla musica dei compositori del ventesimo secolo, tenendo le prime esecuzioni mondiali di opere di John Adams, HK Gruber, Christopher Rouse, Krzysztof Penderecki, Bright Sheng e Melinda Wagner. Nel gennaio 2017 ha eseguito la prima mondiale del Concerto per Pianoforte di HK Gruber Insieme alla New York Philharmonic e, nel marzo 2017, anche la prima esecuzione europea con i Berliner Philharmoniker.

Emanuel Ax è anche molto impegnato nel campo della musica da camera e collabora regolarmente con artisti del calibro di Young Uck Kim, Cho-Liang Lin, Yo-Yo Ma, Edgar Meyer, Peter Serkin, Jaime Laredo ed Isaac Stern.

Emanuel Ax registra in esclusiva per Sony Classical dal 1987 ed alcune delle sue apprezzate incisioni hanno anche ottenuto dei Grammy Award. Di recente sono stati pubblicati i Trii di Mendelsshon con Yo-Yo Ma ed Itzhak Perlman, il melodramma ‘Enoch Arden’ di Strauss narrato da Patrick Stewart e un CD con le musiche per due pianoforti du Brahms e Rachmaninov, eseguite con Yefim Bronfman.

Al Teatro alla Scala di Milano esegue nel 1988 musiche di Beethoven con Yo-Yo Ma, nel 1995 un concerto con il Quartetto Stern e nel 2011 il Concerto per pianoforte e orchestra n. 5 (Beethoven) con la Filarmonica della Scala.

A Salisburgo nel 1992 esegue il Concerto per pianoforte e orchestra n. 25 di Mozart e nel 2000 il Concerto per pianoforte ed orchestra Op. 42 di Arnold Schönberg con la London Symphony Orchestra diretto da Pierre Boulez.

Nel 2013 il suo CD ‘Variations’ ha ricevuto un Echo Klassik Award come ‘Registrazione solistica dell’Anno’ nella categoria ‘musica del diciannovesimo secolo/pianoforte’.

Ax è un particolare sostenitore di compositori del XX secolo, e ha dato tre prime mondiali nelle ultime stagioni: Century Rolls di John Adams, Seeing di Christopher Rouse e Red Silk Dance di Bright Sheng. Ha anche eseguito lavori di Sir Michael Tippett, Hans Werner Henze, Joseph Schwantner and Paul Hindemith.

Emanuel Ax vive a New York con la moglie, la pianista Yoko Nozaki, ed i figli Joseph e Sarah. È membro dell’Accademia Americana delle Arti e delle Scienze e tiene dottorati a titolo onorario presso la Yale University e la Columbia University.

Sito web: https://emanuelax.com/

 

Emanuel Ax in “Brahms – Piano Concerto No 2 in B flat major, Op 83″:

Emanuel Ax in “J. Brahms/ Intermezzo in A – opus 118″:

Emanuel Ax in “Schubert’s ‘Impromptu Op. 142 No. 2’″:

Emanuel Ax in “Brahms Piano Concerto No.1″:

Emanuel Ax in “MOZART PIANO CONCERTO n. 22″:

Emanuel Ax in “Schumann: Fantasiestücke op. 12 – Nr. 1″:

Emanuel Ax in “Beethoven: Complete Sonatas for Cello and Piano, Vol. 1 | Emanuel Ax, Yo-yo ma″:

Emanuel Ax in “Beethoven: Complete Sonatas for Cello and Piano, Vol. 2 | Emanuel Ax, Yo-yo ma″:

Emanuel Ax in “Brahms:Cello Sonata No.1/Yo-Yo Ma & Emanuel Ax″:

Emanuel Ax in “Chopin, Mazurka in C sharp minor, Op.6 No.2″:

Emanuel Ax in “Beethoven:Piano Concerto No.4″:

Emanuel Ax in “Chopin Scherzo 2 Opus 3″:

Emanuel Ax in “Brahms Intermezzo op. 117 no. 2″:

Emanuel Ax in “Brahms:Cello Sonata No.2/Yo-Yo Ma & Emanuel Ax (1989 LIVE)″:

Emanuel Ax in “Living the Classical Life: Episode 56″:

… … …

 

Chamber Orchestra of Europe…

La Chamber Orchestra of Europe, riconosciuta come “la migliore orchestra da camera del mondo” (BBC Two Television), è stata costituita nel 1981 da un gruppo di musicisti diplomatisi presso la European Union Youth Orchestra. Il loro desiderio era quello di continuare a collaborare al livello professionale più alto possibile. Infatti, diciotto di quei ragazzi ancora oggi fanno parte dell’attuale nucleo fondamentale dell’Orchestra costituito da circa sessanta membri. I musicisti della COE, selezionati dalla stessa Orchestra, sono allo stesso tempo impegnati in carriere internazionali individuali come solisti, primi strumentisti e direttori di orchestre nelle rispettive nazioni, membri di famosi gruppi di musica da camera, insegnanti o professori di musica.

La Chamber Orchestra of Europe rappresenta un illustre esempio di come i professionisti del vecchio continente sappiano unirsi artisticamente per dare corpo a un forte ethos europeo. La ricchezza della formazione culturale e la condivisione dell’amore per la musica dei suoi musicisti sono al centro delle appassionate interpretazioni dell’Orchestra.

La COE si esibisce in alcune delle sale europee più prestigiose, tra cui la Cité de la musique di Parigi, l’Opéra di Dijon, il Concertgebouw di Amsterdam e l’Alte Oper di Francoforte. Queste ed altre sale europee altrettanto importanti rappresentano la spina dorsale dell’European Partnership Scheme, ovvero un progetto d’interscambio con le maggiori sale concertistiche d’Europa a cui la COE aderisce. L’Orchestra ha inoltre stretto un sodalizio con il Festival di Lucerna, il Festival Styriarte di Graz, la Gulbenkian Foundation di Lisbona e molti altre prestigiose manifestazioni mondiali, quali i BBC Proms di Londra, il Festival Internazionale di Edimburgo e il Mostly Mozart Festival di New York.

La Chamber Orchestra of Europe collabora con molti dei solisti e direttori d’orchestra più famosi del mondo, tra cui Claudio Abbado, Pierre-Laurent Aimard, Vladimir Ashkenazy, Emanuel Ax, Lisa Batiashvili, Joshua Bell, Paavo Berglund, Herbert Blomstedt, Douglas Boyd, Semyon Bychkov, Renaud and Gautier Capuçon, Ivan Fischer, Julia Fischer, Hélène Grimaud, Bernard Haitink, Nikolaus Harnoncourt, Daniel Hope, Janine Jansen, Vladimir Jurowski, Leonidas Kavakos, Hanno Müller-Brachmann, Yannick Nézet-Séguin, Sir Roger Norrington, Sakari Oramo, Maria Joao Pires, András Schiff, Valeriy Sokolov, Jean-Yves Thibaudet and Mitsuko Uchida. L’Orchestra, inoltre, riceve regolarmente un diffuso consenso da parte della critica.

L’Orchestra collabora con tutte le più importanti etichette discografiche e, in soli trent’anni di attività, ha già registrato più di duecentocinquanta incisioni. Molte di esse hanno ricevuto prestigiosi riconoscimenti internazionali inclusi tre ‘Record of the year’ da parte della rivista Gramophone rispettivamente per Viaggio a Reims di Rossini, le Sinfonie di Schubert con Claudio Abbado e le Sinfonie di Beethoven dirette da Nikolaus Harnoncourt. La COE ha anche vinto due ‘Grammy Award’ e un premio ‘Classical Download’ di MIDEM. Inoltre la Chamber Orchestra of Europe è stata la prima orchestra a fondare una propria etichetta discografica, la “COE Records”, in collaborazione con la Sanctuary Records che fa parte del gruppo Universal Music.

Negli ultimi anni la COE ha pubblicato diversi DVD e, in particolare, ha sviluppato una stretta collaborazione con le case di produzione Idéale Audience e Styriarte/ORF. La Idéale Audience ha prodotto due DVD di concerti eseguiti alla Cité de la Musique di Parigi, ossia il Concerto per Pianoforte in sol maggiore di Ravel e Metamorphosen e Il borghese gentiluomo di Richard Strauss con la direzione di Vladimir Jurowski e con Hélène Grimaud; Rakastava, Valse Triste e il Concerto per violino di Sibelius e la Prima Sinfonia di Schumann con la direzione di Vladimir Ashkenazy e il violinista ucraino Valeriy Sokolov. La Styriarte, in collaborazione con la ORF (la rete radiotelevisiva austriaca) ha anche pubblicato due DVD di esibizioni della COE al Festival Styriarte: la Missa Solemnis in re e la Quinta Sinfonia di Beethoven (2007) e Má Vlast di Smetana (2010). Tutte le registrazioni della COE possono essere acquistate su Amazon o scaricate da iTunes e Spotify.

La Chamber Orchestra of Europe ha organizzato un programma di assistenza per scuole, conservatori e sale concertistiche che permette ai giovani di fare esperienze dal vivo di musica orchestrale e da camera. Proprio per sostenere i giovani talenti, nel 2009 è stata fondata la COE Academy, dove gli studenti ricevono delle borse di studio che consentono loro di studiare e seguire in tournée i principali strumentisti dell’Orchestra.

La COE ha ricevuto il titolo di ‘Ambasciatore Culturale’ dell’Unione Europea ed è sovvenzionata dal ‘Culture Programme’ dell’Unione Europea. Inoltre, attira l’interesse e gode del supporto di tante altre organizzazioni, quali la Gatsby Charitable Foundation.

Sito Ufficiale: http://www.coeurope.org/

… … …

 

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

A Ferrara Musica Mariangela Vacatello 11 Febbraio 2020

Per Amici della Musica di Verona Alexander Malofeev 24 febbraio 2020