in , , ,

A La Verdi Claus Peter Flor Barnabás Kelemen novembre 2019

Concerto par clemenza pour Clement primo violino e direttore del teatro di Vienna

8° Concerto della Stagione Sinfonica 2019-2020 per La Verdi

 

A La Verdi Claus Peter Flor Barnabás Kelemen novembre 2019. Barnabas Kelemen non è solo il fondatore e primo violino del Quartetto Kelemen, ma uno strepitoso solista sia con orchestra che in recital (solitamente con bravissimo pianista argentino Josè Gallardo allievo di Martha Argherich). In questa stagione de LaVerdi Kelemen, diretto da Claus Peter Flor, per il seguente programma:

 

Ludwig van Beethoven, Concerto per violino e orchestra in Re maggiore op. 61

… … …

Anton Bruckner, Sinfonia n. 3 in Re minore “Wagner-Symphonie”

 

QUANDO

Venerdì 22 Novembre 2019, ore 20.00

Domenica 24 Novembre 2019, ore 16.00

 

DOVE: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo
Largo Gustav Mahler
20136 Milano (MI)

 

INTERPRETI:

Direttore, Claus Peter Flor

Violino, Barnabás Kelemen

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Platea 1 al costo di € 36,00
Platea 2 al costo di € 25,00
Platea 3 al costo di € 16,00
Galleria 1 al costo di € 27,00
Galleria 2 al costo di € 21,00

 

Platea 1 Platea dalla fila 5 alla 22; Platea 2 dalla fila 23 alla 25; Platea 3 prime 4 file; Galleria 2 Prime 3 file Balconata e logge e Galleria 1 dalla fila 4 in poi

 

A La Verdi Claus Peter Flor Barnabás Kelemen novembre 2019

 

Con Associazione Ma.Ni. è possibile avere i biglietti a prezzo ridotto. Scrivere a mara.grisoni@gmail.com per ricevere informazioni oppure telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Claus Peter Flor…

OK_4.8.2014-46

Rispettato dai musicisti di tutto il mondo per il grandissimo talento e l’istinto musicale, Claus Peter Flor continua la sua carriera ad alti livelli internazionali: di rilievo i suoi recenti ritorni alla Tonkünstler Orchestra di Vienna, all’ Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi, alla Singapore Symphony Orchestra, all’ Orquestra Sinfônica Brasileira in Rio de Janeiro e la Residentie Orkest.

Come direttore d’opera, il M° Flor continua il suo rapporto con il Theatre du Capitole di Tolosa dove ha diretto diverse nuove produzioni fra cui Tristano e Isotta di Wagner, Hansel e Gretel di Humperdinck, Madama Butterfly di Puccini, Die Zauberflöte di Mozart.

Altre collaborazioni operistiche includono la produzione di Siegfried di Wagner, per la regia di David McVicar, con l’Opéra di Strasburgo e numerose produzioni con la Staatsoper di Berlino, Deutsche Oper di Berlino e di Monaco e con i teatri d’opera di Dresda, Amburgo e Colonia.
Ha diretto Le Nozze di Figaro di Mozart e Die Meistersinger di Wagner a La Monnaie di Bruxelles, con quest’ultima in tour a Tokyo, Die Zauberflöte di Mozart per la Houston Grand Opera, Euryanthe di Weber per la Netherlands Opera con la Royal Concertgebouw Orchestra e La Bohème di Puccini per la Dallas Opera.

Il M° Flor ha prodotto una ricca discografia, tra cui una serie acclamata di registrazioni di Mendelssohn con i Bamberger Symphoniker, che sono state recentemente ripubblicate dalla Sony/BMG. Più di recente ha registrato tre CD con la Malaysian Philharmonic per l’etichetta BIS: Asrael Symphony di Suk  e le Sinfonie No.7 e No. 8 di Dvorak.

Nato a Lipsia nel 1953, il M° Flor ha iniziato la sua carriera di direttore d’orchestra con Rafael Kubelik e Kurt Sanderling. All’ età di 31 anni è diventato Direttore Musicale Generale della Konzerthausorchester di Berlino e ha iniziato collaborazioni regolari con  le maggiori orchestre tedesche: Leipzig Gewandhaus e Dresden Staatskapelle. Nel 1988 ha fatto il suo debutto con i Berliner Philharmoniker, dove ha fatto ritorno per due volte.

Prima della sua posizione di Direttore Musicale della Malaysian Philharmonic Orchestra dal 2008 al 2014, il M° Flor ha ricoperto la carica di Direttore Ospite Principale dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi (2003-2008), su invito personale del direttore musicale Riccardo Chailly, con il compito di sviluppare il lavoro dell’orchestra nel repertorio dell’Europa centrale. Dal 1999-2008 è stato anche Direttore Principale Ospite della Dallas Symphony Orchestra. Inoltre, è stato Direttore Principale Ospite della Philharmonia Orchestra (1991-1994) e Consulente Artistico alla Zürich Tonhalle Orchestra (1991-1996).

… … …

 

Barnabás Kelemen…

Barnabás Kelemen si è affermato come uno dei principali violinisti della sua generazione, esibendosi regolarmente come concertista solista, recital e musicista da camera in molti dei principali festival musicali del mondo. Ha viaggiato in lungo e in largo in Europa, Nord e Sud America, Sud Africa, Giappone e Taiwan.

Oltre ad aver suonato con tutte le maggiori orchestre in Ungheria, Barnabás ha anche suonato con l’Orchestra Nazionale Belga, la Filarmonica di Liverpool, l’Orchestra Filarmonica Philharmonica dell’Olanda, le sinfonie Radio Limburg, Praga, Arnhem, Lahti, Münich e Saarbrucken, l’Orchestra Filarmonica di Turku, Orchestra di musica fiamminga, orchestra da camera di Stoccarda, Mozarteum Orchestra di Salisburgo e Indianapolis Symphony Orchestra, tra gli altri. Le apparizioni del festival includono Gerusalemme, Lockenhaus, Ittingen, Schleswig-Holsten, Mentone, Moritzburg, Colmar, Cambridge, Delft, Città del Capo, IMS Prussia Cove, Budapest, Praga, Salisburgo e Grand Teton …

Ha collaborato con direttori come Lorin Maazel, Sir Neville Marriner, Denis Russel-Davies, Eiji Oue, Robert Spano, Zoltán Kocsis, Michael Stern, Péter Eötvös, Tamás Vásáry e Rumon Gamba. Barnabás si è esibito al Concertgebouw di Amsterdam, alla Wigmore Hall di Londra e alla Carnegie Hall di New York, dove il suo debutto è stato recensito come “una performance abbagliante” (American Record Guide).

I momenti salienti della stagione 2018/2019 sono stati gli impegni solisti con la Greenwich Symphony, la North Netherlands Oschestra, l’Halle Orchestra, la Kymi Symphony, la Berlin Radio Symphony Orchestra, la Ft. La Wayne Philharmonic Orchestra, la Mainz Syimphony, l’Hungarian National Symhony Orchestra, l’Arnheim Philharmonic Orchestra e tra gli altri Dallas Chamber Music International, al Budapest Spring Festival e al Salzburger Summer Festival.

Oltre a vincere la medaglia d’oro al Concorso internazionale di violino di Indianapolis del 2002 e sei degli otto premi speciali e anche il prestito del violino Stradivari Ex-Gingold del 1683 e arco di Tourte per quattro anni, Barnabas ha vinto premi in molte competizioni internazionali tra cui il Secondo Premio al Concorso Szigeti 1997, i Primi Premi al Concorso Mozart 1999 a Salisburgo, l’International Piano Trio Competition a Kuhmo, e il Terzo Premio al Concorso Queen Elisabeth del 2001. Nel 2007 è stato insignito del Gran Premio al Central Europien Classical Music Festival.

In riconoscimento del suo talento e delle sue conquiste, Barnabás Kelemen ha ricevuto i premi “Rózsavölgyi”, “Jelenlét” e “Franz Liszt” dal governo ungherese. Nel 2003 è stato insignito del premio Classical Musician of the Year dalla rivista Gramophone (Ungheria) e la sua registrazione delle Sonate Brahms per violino e pianoforte (Hungaroton) con il pianista Tamás Vásáry ha vinto il francese Diapaison d’Or. Il suo doppio CD, The Complete Works for Violin and Piano di Franz Liszt, con il pianista Gergely Bogányi, ha vinto il Grand Prix du Disque della International Liszt Society del 2001. Nel 2006 ha ricevuto il Chevalier Chross Award dello Stato ungherese riconoscendo il suo eccellente lavoro professionale dal Presidente dell’Ungheria. Recentemente è stato nominato il più giovane in assoluto a vincere il “Premio Prima Primissima” nella categoria dei musicisti. A Barnabás Kelemen è stato chiesto di suonare ciascuna delle opere di violino e l’assolo di violino del Divertimento per la serie di registrazioni su CD dei lavori completi di Béla Bartók pubblicati da Hungaroton.

Il repertorio di Barnabás spazia dal primo barocco alla musica contemporanea. Ha eseguito le anteprime in Ungheria dei Concerti per violino di Ligeti e Schnittke e ha dato l’anteprima ungherese di Gubajdulina e la prima mondiale dei pezzi di violino di Kurtág.

Come musicista da camera, è apparso con, tra gli altri, Steven Isserlis, Zoltán Kocsis, Dezső Ránki, Kirill Gerstein, Shai Wosner, José Gallardo, Radovan Vlatkovic, Claudio Bohorquez e si esibisce regolarmente con Katalin Kokas (violino / viola), Miklós Perényi (violoncello), Dénes Várjon, Péter Nagy e Gergely Bogányi (piano).

Nato in Ungheria, Barnabás ha iniziato i suoi studi sul violino con il noto pedagogo ungherese Valeria Baranyai all’età di 6 anni. Entrò nella classe di Eszter Perényi presso l’Accademia musicale Franz Liszt all’età di 11 anni. Nel 2001 ha conseguito il diploma e ricevuto anche il Sándor Premio Végh della Fondazione Sándor Végh a Budapest. Oltre ai suoi insegnanti primari, Barnabás ha partecipato a corsi di perfezionamento con Isaac Stern, Ferenc Rados, György Kurtág, Igor Ozim, Lorand Fenyves, Dénes Zsigmondy, György Pauk, Sergiu Luca e Thomas Zehetmair. A partire dal settembre 2005, ha iniziato la sua attività come professore di violino presso l’Accademia musicale Franz Liszt di Budapest e insegna regolarmente come professore ospite alla Bloomington Indiana University. Ha pubblicato 11 dischi solisti e le Opere complete per violino e orchestra di Mozart su un doppio DVD live.

Si esibisce sul violino Ex-Dénes Kovács Guarneri del Gesù del 1742, che ha ricevuto dallo Stato di Ungheria.

Sito personale: https://www.barnabaskelemen.com/

 

Barnabás Kelemen “Jean Sibelius ∙ Konzert für Violine und Orchester d-Moll op. 47”:

Barnabás Kelemen “P. I. Tschaikowski Trio a-Moll – Ilja Scheps, Barnabás Kelemen, Thomas Carroll”:

Barnabás Kelemen “ach, Ysaÿe, Paganini and Piazzolla”:

Barnabás Kelemen “Tzigane di Ravel”:

Barnabás Kelemen “International Franz Liszt Piano Competition 2017”:

Barnabás Kelemen “Brahms Sonata for Violin and Piano (I.)”:

Barnabás Kelemen “Brahms Sonata for Violin and Piano (II. Adagio)”:

… … …
 

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al Maggio Musicale Il tabarro Suor Angelica Gianni Schicchi Novembre 2019

Per la Stagione Musicale di Varese Jan Lisiecki 24 novembre