in , , ,

A La Verdi Giovani Talenti Laura Bortolotto con Dvorak Violin Concerto

«Nel 2010 Laura Bortolotto ha ricevuto dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano l’Attestato di Onore di Alfiere della Repubblica “per le sue raffinate qualità di giovane violinista“»

1° Concerto della Stagione Giovani Talenti 2017 – 2018

 

Dal palco de La Verdi il primo appuntamento dedicato ai Giovani Talenti. L’ Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi e il Direttore Luigi Ripamonti accompagneranno la giovane violinista Laura Bortolotto, selezionata dal progetto Friuli in Musica, nel seguente programma:

 

Antonin Dvořàk, Concerto per Violino in La minore, Op. 53

… … …

Felix Mendelssohn, Sinfonia n. 1 in Do minore op. 11

 

QUANDO:

Lunedì 9 Ottobre 2017, ore 20.30

 

DOVE: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo
Largo Gustav Mahler
20136 Milano (MI)

 

INTERPRETI:

Violino, Laura Bortolotto

Direttore, Luigi Ripamonti

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Settore A al costo di € 20,00 e 15,00 € Ridotto Over 60; al costo di € 10,00 per Under 30
Settore B al costo di € 20,00 e 15,00 € Ridotto Over 60; al costo di € 10,00 per Under 30
Settore C al costo di € 20,00 e 15,00 € Ridotto Over 60; al costo di € 10,00 per Under 30
Settore D al costo di € 20,00 e 15,00 € Ridotto Over 60; al costo di € 10,00 per Under 30

 

SETTORE A Platea dalla fila 4 alla 25; SETTORE B Balconata dalla fila 4 alla 15; SETTORE C Prime 3 file Balconata e logge e SETTORE D Prime 3 file di Platea

 

La Verdi: Laura Bortolotto

 

Con Associazione Ma.Ni. è possibile avere i biglietti a prezzo ridotto. Scrivere a mara.grisoni@gmail.com per ricevere informazioni oppure telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Laura Bortolotto…

Laura Bortolotto, classe 1995, è tra le migliori promesse della nuova generazione violinistica italiana.

Diplomata in violino a 14 anni al Conservatorio “G. Tartini” di Trieste con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale di merito, inizia gli studi di violino all’ età di quattro anni con il maestro Domenico Mason presso la scuola dell’Associazione Altoliventina di Prata di Pordenone. Si perfeziona con il maestro Pavel Vernikov e segue corsi e masterclass dei maestri Fucks, Semchuk, Accardo, Rachlin, Volochine, Martin, Mazor, Pogorelova, Makarova, Montanari e altri. Attualmente si sta perfezionando con il maestro Marco Rizzi presso la Staatliche Hochschule für Musik und Darstellende Kunst di Mannheim.

Nel 2012 risulta vincitrice del terzo premio, del premio del pubblico, del premio Palazzetto Bru Zane al Concorso Internazionale di Mirecourt (Francia). Nel 2011 ottiene il primo premio all’International Hindemith Competition di Berlino. Nel 2010, a soli 15 anni, vince il 29° Concorso Nazionale Biennale di Violino di Vittorio Veneto, il più importante concorso nazionale italiano di violino, risultando la più giovane vincitrice del concorso dalla sua fondazione (1962). Aveva già ottenuto numerosi primi premi e riconoscimenti in contesti nazionali e internazionali tra cui “Il Piccolo Violino Magico” a Portogruaro (VE), Concorso internazionale Postacchini di Fermo, Concorso Europeo Marcosig di Gorizia e, nel 2010, è risultata tra i tre vincitori della XIV Rassegna Musicale Migliori Diplomati d’Italia a Castrocaro Terme.

Laura Bortolotto ha già suonato come solista con orchestre importanti, tra cui: Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Deutsche Kammerorchester Berlin, Orchestra Nazionale dell’Ucraina, Orchestra di Padova e del Veneto, Nuova Orchestra Busoni di Trieste, Orchestra dell’Accademia Naonis di Pordenone, Orchestra Giovanile della Valle d’Aosta, Orchestra San Marco di Pordenone, Orchestra Mitteleuropa di Udine, Orchestra Città di Ferrara. Ha tenuto concerti con diversi pianisti, tra cui Leonora Armellini e Massimo Somenzi, con il violinista Daniele Pascoletti e con l’oboista Luca Vignali, e collabora stabilmente con il pianista Matteo Andri.

Si è esibita in sale prestigiose come quelle del Mozarteum di Salisburgo, il Teatro Filarmonico di Kiev, le Sale Apollinee del Teatro la Fenice di Venezia, il Teatro Comunale di Firenze, la Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, la Sala Fazioli di Sacile e il Teatro Comunale di Treviso. Ha tenuto concerti nell’ambito del Festival dei Due Mondi di Spoleto, Ravello Festival, Festival del Maggio Musicale Fiorentino, festival “Assisi nel mondo”, festival “Fantasie 2008” e “Il Doppio” 2010 di Portogruaro (VE), Stagione Sinfonica della Valle d’Aosta, Festival Pianistico di Spoleto e nelle città di Cosenza, Padova, Venezia, Duino, Trieste, Pordenone, Treviso, Ferrara, Milano, Aosta, Gressoney, Sirmione, Firenze, Vicenza, Sulmona, Roma, Salisburgo, Berlino e Kiev.

Nel 2010 ha ricevuto dal Capo dello Stato Italiano Giorgio Napolitano l’Attestato di Onore di Alfiere della Repubblica “per le sue raffinate qualità di giovane violinista”.

Laura Bortolotto suona un violino Pressenda del 1830, messo a disposizione dalla Fondazione Pro Canale.

 

“Laura Bortolotto (Saint Saens Introduzione e Rondò Capriccioso – Firenze):

“Laura Bortolotto (Bruch – 1° Mov. Concerto in sol minore per violino e orchestra n.1 op.26):

“Laura Bortolotto (Francis Poulenc, Sonata pour violon et piano composée à la mémoire de Federico Garcia Lorca (1949)):

“Laura Bortolotto (P. Sarasate – Zingaresca per violino e orchestra):

“Laura Bortolotto (12 anni – Scherzo Tarantella WIENIAWSKI):

“Laura Bortolotto (A. Dvorak – Concerto per Violino ed Orchestra Op. 53):

… … …

 

Luigi Ripamonti…

È nato a Bergamo nel 1967 e ha conseguito il diploma al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano in Pianoforte con Ottavio Minola e in Composizione con Azio Corghi. Musicalmente versatile, Luigi Ripamonti alterna da sempre l’attività di direttore in campo sinfonico e operistico a quella di pianista solista e accompagnatore. Diplomato in pianoforte, in composizione e in direzione d’orchestra, è tra i vincitori, nel 1996, del Concorso Internazionale per direttori d’orchestra “La Bottega” del Comunale di Treviso e, nel 1998, del Concorso Internazionale Europeo E. Capuana di Spoleto per giovani direttori d’orchestra. Ha collaborato come Maestro Sostituto con Gianandrea Gavazzeni, Aldo Ceccato, Donato Renzetti e con Peter Maag in alcune produzioni operistiche per la Bottega di Treviso. Ha svolto una significativa attività sinfonica e operistica dirigendo varie orchestre in Italia e all’estero tra cui l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra sinfonica G. Donizetti di Bergamo, l’Orchestra Filarmonica di Varna, l’Orchestra Sinfonica di Rousse, l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo, l’Orchestra Giovanile Bavarese di Wurzburg.

All’ Auditorium dell’Orchestra G. Verdi di Milano ha ricoperto la carica di pianista di sala del maestro Riccardo Chailly, sino alla di lui partenza per il Gewandhaus di Lipsia, collaborando come “korrepetitor” alle incisioni prodotte dallo stesso Chailly con l’Orchestra Sinfonica Verdi per la Decca.

In campo operistico ha diretto, sia in Italia che all’estero, molte opere tra le quali Il Trovatore La Traviata, Le Notti Bianche, Il Filosofo di campagna, Il Barbiere di Siviglia, La Vedova Allegra, La Bohème.

In uno scambio di ruoli, con l’Orchestra Giovanile Bavarese di Wurzburg, si è presentato in veste sia di pianista eseguendo la Fantasia op. 80 di Beethoven in un concerto nel Duomo di Pavia che di direttore dirigendo la medesima Fantasia e la quinta sinfonia di Beethoven nell’auditorium di Wurzburg.

In qualità di pianista solista, oltre a numerosi recital, ha eseguito, tra l’altro come primo pianista la Petite Messe Solennelle di Rossini, sotto la direzione del M° Romano Gandolfi, al Grande di Brescia, al Regio di Parma, all’ Accademia Chigiana di Siena all’Auditorium di Milano, al Festival dei due mondi di Spoleto e, nell’agosto 2004 all’inaugurazione del Festival delle Nazioni di Città di Castello in un concerto radiotrasmesso in diretta da Radio tre.
Sempre all’ Auditorium di Milano,sotto la guida del M° Riccardo Chailly e del M° Romano Gandolfi ha eseguito la Sinfonia dei Salmi, l’opera oratorio Edipo Re, le Noces di Igor Stravinskij e il poema sinfonico I Pini di Roma di Ottorino Respighi.

Nel 2005 ha aperto la XX edizione del Festival Settembre in Lamosa nella Franciacorta con un recital pianistico interpretando le 6 Bagatelle op. 126 di Beethoven, la Fantasia Wanderer di Schubert, il Canto del pastore errante del contemporaneo Gabrio Taglietti e i Quadri di una esposizione di Mussorgski.

In qualità di pianista solista ha realizzato tra l’altro la Petite Messe Solennelle di Rossini, sotto la direzione di Romano Gandolfi, nei teatri Donizetti di Bergamo, Grande di Brescia e Regio di Parma. Inoltre, collabora al pianoforte con numerosi cantanti lirici nel repertorio d’opera e liederistico.

Attualmente è pianista collaboratore del Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi e titolare della cattedra di Lettura della Partitura al Conservatorio di Mantova.

… … …

NOTE DI PROGRAMMA E ASCOLTI…

 

“Concerto per Violino in La minore, Op. 53” by Antonin Dvořàk (Janine Jansen):

“Concerto per Violino in La minore, Op. 53” by Antonin Dvořàk (David Oistrakh, State Symphony Orchestra of the USSR, Kirill Kondrashin _ Recorded in Moscow, 7.IX.1949):

“Concerto per Violino in La minore, Op. 53” by Antonin Dvořàk (Julia Fischer, Tonhalle Orchestra Zurich, David Zinman):

“Concerto per Violino in La minore, Op. 53” by Antonin Dvořàk (Nathan Milstein, Pittsburgh Symphony Orchestra, William Steinberg _ Studio recording, Pittsburgh, 16.IV.1957):

“Concerto per Violino in La minore, Op. 53” by Antonin Dvořàk (Frank Peter Zimmermann, Jiří Bělohlávek, Czech Philharmonic Orchestra):

“Concerto per Violino in La minore, Op. 53” by Antonin Dvořàk (Isaac Stern, Philadelphia Orchestra, Eugene Ormandy _ conductor-1965):

“Concerto per Violino in La minore, Op. 53” by Antonin Dvořàk (Hilary Hahn, Czech Philharmonic, Zdeněk Mácal _ August 27, 2006 – Congress Center Villach, Kärnten):

… … …

“Sinfonia n. 1 in Do minore op. 11” by Felix Mendelssohn (Orchestra “Alessandro Scarlatti” di Napoli della RAI diretta da Franco Caracciolo _ Registrazione del 19 febbraio 1968):

“Sinfonia n. 1 in Do minore op. 11” by Felix Mendelssohn (New Philharmonia Orchestra, Wolfgang Sawallisch _ Studio recording, London, 1967):

“Sinfonia n. 1 in Do minore op. 11” by Felix Mendelssohn (Roger Norrington):

“Sinfonia n. 1 in Do minore op. 11” by Felix Mendelssohn (Europa Galante, Biondi):

“Sinfonia n. 1 in Do minore op. 11” by Felix Mendelssohn (hr-Sinfonieorchester (Frankfurt Radio Symphony Orchestra), Paavo Järvi):

“Sinfonia n. 1 in Do minore op. 11” by Felix Mendelssohn (New Philharmonia Orchestra, Wolfgang Sawallisch):

“Sinfonia n. 1 in Do minore op. 11” by Felix Mendelssohn (The London Symphony Orchestra, Claudio Abbado):

… … …

 

 

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al Teatro San Carlo DIE ENTFÜHRUNG AUS DEM SERAIL di Mozart

Al Teatro Carlo Felice Audizione 2017 Prima Tromba