in , , ,

A Musikàmera Venezia Andrea Lucchesini per Schubert Schumann Marzo 2019

Suona fra tutti i suoni
Nel variopinto sogno terrestre
Un suono silenzioso, teso
Per chi presta segretamente orecchio

motto di Schlegel posto all’ inizio della Fantasia in do maggiore op. 17 di Schumann

Andrea-Lucchesini

Associazione Musikàmera, Stagione 2019

 

Vi fu un tempo in cui io non parlavo volentieri di Schubert: soltanto di notte potevo raccontare di lui agli alberi ed alle stelle“. Così scrive Robert Schumann, rivelando la propria profonda condivisione spirituale con il genio schubertiano, della cui postuma riscoperta fu entusiasta fautore. Pur nelle evidenti differenze biografiche e di contesto, molti aspetti li avvicinano: la libertà creativa nella trama di un sapiente artigianato, il sognante lirismo che trascolora in improvvise accensioni drammatiche, l’incalzare ardente della marcia che si insinua spesso tra i passi di danza, l’alternanza tra grandiosi finali e attoniti spegnimenti nell’ abisso del silenzio.

Desiderando ripercorrere alcuni tratti del cammino di due geni musicali che, nati a distanza di poco più di un decennio, hanno “fatto” il Romanticismo, mi avvio lungo il sentiero, scegliendo come prima tappa la Fantasia.

Andrea Lucchesini è certamente tra i pianisti più amati. Oggi è considerato uno dei più importanti pianisti italiani, con una carriera internazionale che lo vede esibirsi da anni con orchestre prestigiose e con direttori come Claudio e Roberto Abbado, Semyon Bychkov, Riccardo Chailly, Dennis Russell Davies, Charles Dutoit, Daniele Gatti, Daniel Harding, Vladimir Jurowski, Gianandrea Noseda e Giuseppe Sinopoli.

Il concerto prevede l’ esecuzione del seguente programma:

 

Franz Schubert, Sonata n. 22 in la maggiore D 959

… … …

Robert Schumann, Fantasia in do maggiore op. 17

 

QUANDO

Martedì 12 Marzo 2019, ore 20.00

Mercoledì 13 Marzo 2019, ore 20.00

 

DOVE: Sale Apollinee – Teatro La Fenice
San Marco, 1965
30124 Venezia (VE)

 

INTERPRETI:

Andrea Lucchesini, pianoforte

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Intero al costo di € 25,00

Ridotto al costo di € 15,00 (over 65, abbonati Teatro La Fenice)

Ridotto al costo di € 10,00 (under 30)

Il concerto sarà preceduto da una breve introduzione.

 

Musikàmera Venezia: Andrea Lucchesini

 

se non sapete come fare e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e ritiro dei biglietti. Potete scrivere a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Andrea Lucchesini…

Andrea-Lucchesini

Andrea Lucchesini

Nato nel 1965, Andrea Lucchesini ha studiato pianoforte con Maria Tipo. Nel 1983 si è aggiudicato al Teatro alla Scala il primo premio al concorso internazionale “Dino Ciani”. Nel 1994 ha ricevuto il premio “Accademia Chigiana” e nel 1995 il premio della critica “Franco Abbiati”. Dal 2008 è Accademico di Santa Cecilia.

Con programmi che spaziano al periodo classico a quello contemporaneo, è ospite regolare delle più importanti istituzioni musicali e delle maggiori orchestre. Si dedica con passione anche al repertorio cameristico ospite di festival internazionali. Dal 1990 collabora stabilmente con Mario Brunello.

Nel luglio 2001 ha eseguito la nuova Sonata per pianoforte di Luciano Berio in prima mondiale a Zurigo, proseguendo così una felice collaborazione che aveva preso l’ avvio con il Concerto IIEchoing curves” dello stesso autore, eseguito in tutto il mondo e registrato con la London Symphony. La Sonata è stata poi eseguita in Francia, Portogallo, Belgio, Olanda e Inghilterra e a Milano per la nostra Società nel 2002.

L’ interesse per il repertorio novecentesco, oltre che nella scelta dei programmi, è testimoniato da alcune incisioni discografiche – Pierrot Lunaire di Schönberg e Kammerkonzert di Berg – effettuate per la Teldec con la Dresdner Staatskapelle e Giuseppe Sinopoli, e dalla stretta collaborazione con compositori quali Ivan Fedele, Fabio Vacchi e Jörg Widmann. In campo discografico ricordiamo inoltre l’integrale live delle Sonate per pianoforte di Beethoven (Disco del mese di Fonoforum) e l’integrale delle opere per pianoforte solo di Berio che ha meritato numerosi riconoscimenti internazionali. L’ incisione per AVIE degli Improvvisi di Schubert è stata nominata Disco del mese da Musicweb International.

Convinto che la trasmissione del sapere musicale alle giovani generazioni sia un dovere morale, Lucchesini si dedica con passione all’ insegnamento.

 

QUALCHE VIDEO SUL GRANDE LUCCHESINI…

 

Andrea Lucchesini “FANTASIE IMPROMPTU OP 66” by Fryderyk Chopin:

Andrea Lucchesini “UNGARISCHE RHAPSODIE NR 6” by F. Liszt:

Andrea Lucchesini “Liszt etude no 3, La Campanella” by F. Liszt:

Andrea Lucchesini “Piano Concerto n. 2 op. 21 – 1° mvt.” by Fryderyk Chopin:

Andrea Lucchesini “Piano Concerto n. 2 op. 21 – 2° & 3° mvt.” by Fryderyk Chopin:

… … …

NOTE DI PROGRAMMA E ASCOLTI…

 

Nel settembre del 1828, poche settimane prima di morire, Schubert ultimò tre poderose Sonate (D 958 – D 960) con le quali forse sperava di entrare finalmente nel circuito editoriale. La Sonata in do minore D. 958, la Sonata in la maggiore D. 959 e la Sonata in si bemolle maggiore D. 960, sono accomunate dalle ampie dimensioni, dalla struttura in quattro movimenti, dalla totale rinuncia a ogni tratto esteriore e magniloquente in favore di un frequente ricorso a toni liederistici, dall’ intenso sfruttamento del registro medio-grave della tastiera, dalla completa emancipazione dal modello beethoveniano.

Queste ultime tra sonate composte da Schubert sono tra le massime opere di tutta la letteratura pianistica e non è esagerato dire che sono gli ultimi grandi capolavori nel genere della Sonata per pianoforte, se si considera che quelle di Schumann, Chopin e Liszt difficilmente possono essere considerate Sonate nel senso classico del termine e che quelle di Brahms sono opere giovanili.

 

ASCOLTA QUI Maurizio Pollini “Sonata in la maggiore D 959” by F. Schubert:


ASCOLTA QUI Rudolf Serkin “Sonata in la maggiore D 959” by F. Schubert (1966):

ASCOLTA QUI Wilhelm Kempff “Sonata in la maggiore D 959” by F. Schubert:

ASCOLTA QUI Sviatoslav Richter “Sonata in la maggiore D 959” by F. Schubert (Prague, 1972):

La Sonata in la maggiore è un’opera di altezza sublime. Il primo tema afferma con energia la tonalità di la maggiore; il secondo tema è una melodia lirica dal carattere nobile e sereno. La sezione successiva si distacca nettamente dalla tradizione, perché, invece di sviluppare i temi precedentemente enunciati, si basa su un nuovo tema lirico. Quando questo tema si dissolve all’acuto, un movimentato crescendo prepara la regolare ripresa dell’esposizione fino alla coda.

Nell’ Andantino, in fa diesis minore, l ‘inizio è spoglio e dolente, su un ritmo di barcarola.

Con lo Scherzo, in la maggiore, si torna a uno spensierato clima viennese pervaso dallo spirito delle danze popolari austriache e caratterizzato da vivaci staccato. Dopo la brillantezza della prima parte, quella centrale – un Trio in tempo Un poco più lento – è più tranquilla ed è giocata sui continui incroci delle mani.

L’ Allegretto, sempre in la maggiore, è nella forma di rondò. Come ha scoperto Charles Rosen, questa pagina è stata costruita esattamente sul calco dell’ultimo tempo dell’op. 31 n. 1 di Beethoven: ciò dimostra, una volta di più, che Schubert non era interessato a sperimentazioni formali e che lo schema classico era perfettamente calzante ai suoi scopi.

Nel suo tema iniziale Alfred Einstein ha sentito una “felicità perfetta” e ha riconosciuto una forte affinità con la melodia di Im Frühling (In primavera), un Lied del 1826: “In silenzio sto sul declivio del colle, il cielo è così luminoso“. 

… … …

“Fantasia in do maggiore op. 17” by R. Schumann (Edwin Fischer):

“Fantasia in do maggiore op. 17” by R. Schumann (Claudio Arrau):

“Fantasia in do maggiore op. 17” by R. Schumann (Vladimir Sofronitsky):

“Fantasia in do maggiore op. 17” by R. Schumann (Annie Fischer):

“Fantasia in do maggiore op. 17” by R. Schumann (Evgeny Kissin):

“Fantasia in do maggiore op. 17” by R. Schumann (Sviatoslav Richter):

“Fantasia in do maggiore op. 17” by R. Schumann (Nelson Freire):

… … …

 

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Alle Serate Musicali di Milano Lucas Debargue in recital 18 Marzo 2019

Vacant Positions First Principal Viola Berliner Philharmoniker March 2019