in , , ,

A Musikàmera Venezia Enrico Dindo Pietro De Maria novembre 2019

La musica non viene insegnata a scuola…Eppure dovrebbe essere un diritto per tutti, studiamo lettere e non per questo diventiamo poeti o scrittori. Tutti i ragazzi devono avere l’opportunità di studiare uno strumento, cantare in un coro, senza diventare musicisti per forza”, Pietro De Maria

nomecognome_altarisoluzione_47

Associazione Musikàmera, Stagione 2019 – Concerto realizzato in collaborazione con la Fondazione Musicale Omizzolo-Peruzzi di Padova

 

A cinque anni, un solo desiderio: suonare il pianoforte. A sei, per tenerlo tranquillo, gli hanno regalato una pianola, ma lui insisteva. A sette il primo pianoforte e la scoperta di una vocazione. Oggi Pietro De Maria è uno dei migliori pianisti a livello internazionale. In Stagione il pianista con il grande violoncellista Enrico Dindo per il seguente programma: 

 

Mario Castelnuovo-Tedesco, Notturno sull’acqua op. 82a (1935)

… … …

Silvio Omizzolo, Concerto per violoncello archi e pianoforte (1957-58)
(trascrizione per violoncello e pianoforte dell’autore)

… … …

Fryderyk Chopin, Sonata in sol minore op. 65 (1845-46)

 

QUANDO

Domenica 3 Novembre 2019, ore 20.00

Lunedì 4 Novembre 2019, ore 20.00

 

DOVE: Sale Apollinee – Teatro La Fenice
San Marco, 1965
30124 Venezia (VE)

 

INTERPRETI:

Enrico Dindo, violoncello

Pietro De Maria, pianoforte

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Intero al costo di € 25,00

Ridotto al costo di € 15,00 (over 65, abbonati Teatro La Fenice)

Ridotto al costo di € 10,00 (under 30)

Il concerto sarà preceduto da una breve introduzione.

 

Musikàmera Venezia: Enrico Dindo – Pietro De Maria

 

se non sapete come fare, e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e ritiro dei biglietti scrivendo a mara.grisoni@gmail.com o telefonando al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Pietro De Maria…

nomecognome_altarisoluzione_7-1

Dopo aver vinto il Premio della Critica al Concorso Tchaikovsky di Mosca nel 1990, Pietro De Maria ha ricevuto il Primo Premio al Concorso Internazionale Dino Ciani di Milano (1990), al Géza Anda di Zurigo (1994). Nel 1997 gli è stato assegnato il Premio Mendelssohn ad Amburgo.

La sua intensa attività concertistica lo vede solista con prestigiose orchestre e con direttori quali Roberto Abbado, Gary Bertini, Myung-Whun Chung, Vladimir Fedoseyev, Daniele Gatti, Alan Gilbert, Eliahu Inbal, Marek Janowski, Ton Koopman, Michele Mariotti, Ingo Metzmacher, Gianandrea Noseda, Corrado Rovaris, Yutaka Sado, Sándor Végh.

Nato a Venezia nel 1967, De Maria ha iniziato lo studio del pianoforte con Giorgio Vianello e si è diplomato sotto la guida di Gino Gorini al Conservatorio della sua città, perfezionandosi successivamente con Maria Tipo al Conservatorio di Ginevra, dove ha conseguito nel 1988 il Premier Prix de Virtuosité con distinzione.

Il suo enorme repertorio spazia da Bach a Ligeti ed è il primo pianista italiano ad aver eseguito pubblicamente l’integrale delle opere di Chopin in sei concerti. Recentemente ha realizzato un progetto bachiano, eseguendo i due libri del Clavicembalo ben temperato e le Variazioni Goldberg.

Ha registrato l’integrale delle opere di Chopin e il Clavicembalo ben temperato per DECCA, ricevendo importanti riconoscimenti dalla critica specializzata, tra cui Diapason, International Piano, MusicWeb-International e Pianiste.

Ha inciso inoltre le tre Sonate op. 40 di Clementi per l’etichetta Naxos, un recital registrato dal vivo al Miami International Piano Festival per la VAI Audio e l’integrale delle opere di Beethoven per violoncello e pianoforte con Enrico Dindo per la Decca.

Pietro De Maria insegna alla Scuola di Musica di Fiesole, all’ Accademia di Musica di Pinerolo e all’ International PIANALE Piano Academy in Germania.

Sito Ufficiale: http://www.pietrodemaria.com/it/bio.php

 

Pietro De Maria (F.CHOPIN BALLADE No.1 g minor Op.23 – 2004 Miami International Piano festival):

Pietro De Maria (Mozart K.333, Beethoven Op.111, Chopin 4 Ballades):

Pietro De Maria (Brahms – Piano Concerto No.2):

Pietro De Maria (Chopin – Piano Concerto No. 1, Op. 11):

Pietro De Maria (TRIBUTE TO CHOPIN – Miami International Piano Series Master Series 2014):

Pietro De Maria (Tchaikovsky Piano Concerto n.1):

… … …

 

Enrico Dindo…

enrico_dindo

Figlio d’ arte, inizia a sei anni lo studio del violoncello. Si perfeziona con Antonio Janigro e nel 1997 conquista il Primo Premio al Concorso “ROSTROPOVICH” di Parigi. Da quel momento inizia un’ attività da solista che lo porta ad esibirsi con le più prestigiose orchestre del mondo come la BBC Philharmonic, la Rotterdam Philarmonic, l’ Orchestre Nationale de France, l’ Orchestre du Capitole de Toulouse, la Tokyo Symphony Orchestra, la Filarmonica della Scala, la Filarmonica di San Pietroburgo, la London Philharmonic Orchestra, la NHK Symphony Orchestra di Tokyo, la Toronto Symphony, la Gewandhausorchester Leipzig Orchestra e la Chicago Symphony ed al fianco dei più importanti direttori tra i quali Riccardo Chailly, Aldo Ceccato, Gianandrea Noseda, Myung-Whun Chung, Daniele Gatti, Yutaka Sado, Paavo Jarvj, Valery Gergev, Yuri Temirkanov, Riccardo Muti e lo stesso Mstislav Rostropovich che scrisse di lui: … è un violoncellista di straordinarie qualità, artista compiuto e musicista formato, possiede un suono eccezionale che fluisce come una splendida voce italiana.

E’ ospite in numerosi festivals prestigiosi e sale da concerto di tutto il mondo, tra i quali Londra (Wigmore Hall), Parigi, Evian, Montpellier, Santiago de Compostela; ha partecipato allo Spring Festival di Budapest, alle Settimane Musicali di Stresa, al Festival delle Notti Bianche di San Pietroburgo.

Ospite regolare dell’Orchestra del’Accademia di Santa Cecilia, nel 2010 e nel 2013 è stato in tournée con la Leipziger Gewandhaus Orchester, diretta da Riccardo Chailly con concerti a Lipsia, Parigi, Londra e Vienna, ottenendo un notevole successo personale.

Tra gli impegni più recenti ricordiamo: Copenhagen con la Danish National Orchestra, Tel Aviv con la Israel Symphony, Zagabria e Roma con l’Orchestra di Santa Cecilia.

Tra gli autori che hanno creato musiche a lui dedicate, Giulio Castagnoli, Carlo Boccadoro Carlo Galante e Roberto Molinelli

Con la fondazione dell’ensemble I Solisti di Pavia, nel 2001, Enrico Dindo inizia un percorso di avvicinamento alla direzione d’orchestra che lo ha portato a collaborare recentemente con l’Orchestra Giovanile Italiana, l’Orchestra della Svizzera Italiana e con la Filarmonica della Scala. Nel 2014 è stato nominato direttore musicale e principale dell’Orchestra Sinfonica della Radio di Zagabria. Prossimamente sarà anche a Torino con l’Orchestra Sinfonica della RAI

Insegna presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano e presso la Pavia Cello Academy ed ai corsi estivi dell’Accademia T. Varga di Sion. Nel 2012 è stato nominato Accademico di Santa Cecilia.

Enrico Dindo incide per la DECCA, l’ultimo CD che ha riscosso un notevole successo di critica è dedicato ai due concerti di Haydn, con I Solisti di Pavia . Nel 2012 la Chandos ha pubblicato i concerti di Shostakovich, incisi con la Danish National Orchestra, diretta da Gianandrea Noseda, riscuotendo un immediato consenso della critica internazionale.

Enrico Dindo suona un violoncello Pietro Giacomo Rogeri (ex Piatti) del 1717 affidatogli dalla Fondazione Pro Canale.

Sito Ufficiale: http://www.enricodindo.com

 

“Enrico Dindo – 138 video”:

… … …

 

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Alle Serate Musicali Olli Mustonen in recital 11 novembre 2019

Per Amici della Musica di Firenze Piotr Anderszewski 2 novembre