in , , ,

Al Maggio Musicale Fiorentino Zubin Mehta Leonidas Kavakos per Beethoven 8 maggio

Concerto par clemenza pour Clement primo violino e direttore del teatro di Vienna“, L. v. Beethoven

Al Maggio Musicale Fiorentino Zubin Mehta Leonidas Kavakos per Beethoven 8 maggio

 

Maggio Musicale Fiorentino, Stagione 2019 – 2020

Al Maggio Musicale Fiorentino Zubin Mehta Leonidas Kavakos per Beethoven 8 maggio. Zubin Mehta alla guida dell’ Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino con il grande violinista Leonidas Kavakos, in occasione del 250° anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven, per il seguente programma:

Ludwig van Beethoven, Egmont, ouverture in fa minore op. 84

… … …

Ludwig van Beethoven, Concerto in re maggiore per violino e orchestra op. 61

… … …

Ludwig van Beethoven, Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55, Eroica

QUANDO

Venerdì 8 Maggio 2020, ore 20.00

DOVE: Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
Piazzale Vittorio Gui, 1
50144 Firenze (FI)

INTERPRETI:

Direttore, Zubin Mehta

Violino, Leonidas Kavakos

Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Platea 1 al costo di € 100,00

Platea 2 al costo di € 80,00

Platea 3 al costo di € 60,00

Platea 4 al costo di € 45,00

Palchi al costo di € 35,00

Galleria al costo di € 25,00

Visibilità Limitata al costo di 10,00

Settore III al costo di 10,00

Al Maggio Musicale Fiorentino Zubin Mehta Leonidas Kavakos per Beethoven 8 maggio

se non sapete come fare, e se volete, potete rivolgervi anche all’ Associazione MaNi per informazioni su acquisto e consegna dei biglietti scrivendo a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

Zubin Mehta

Zubin Mehta, nato nel 1936 a Bombay, studia dapprima con il padre Mehli Mehta (fondatore della Bombay Symphony Orchestra). Nel 1954 dopo un breve periodo di studi di medicina parte per Vienna per seguire i corsi di direzione d’ orchestra di Hans Swarowsky all’ Akademie für Musik. Nel 1958 vince il Concorso Internazionale di Liverpool e la Koussevitsky Competition a Tanglewood; dal 1961 inizia la sua collaborazione con i Wiener e i Berliner Philharmoniker e con la Israel Philharmonic Orchestra, di cui è nominato Direttore musicale nel 1977 e Direttore musicale a vita nel 1981.

Zubin Mehta ha diretto più di duecento concerti e tour con straordinari ensemble attraverso i cinque continenti.

Dal 1978, e per 13 anni, è Direttore musicale della New York Philharmonic, il più lungo nella storia dell’ orchestra. Dopo il debutto operistico con Tosca a Montréal nel 1964, dirige importanti produzioni al Metropolitan, alla Staatsoper di Vienna, al Covent Garden, alla Scala, all’ Opera di Chicago, al Festival di Salisburgo nonché al Maggio Musicale Fiorentino con cui instaura uno speciale rapporto: ne è infatti Direttore principale dal 1985 e, dal 2006, Direttore onorario a vita. Responsabile artistico dell’edizione 1986 del Festival fiorentino, oltre a essere impegnato in numerose produzioni sinfoniche e operistiche, guida l’Orchestra ed il Coro del Maggio in frequenti tournées internazionali e in prestigiose incisioni discografiche.

Dal 1998 al 2006 è Direttore musicale della Bayerische Staatsoper, dove dirige oltre 400 rappresentazioni e tournées in Europa e Giappone.

Fra le numerose onorificenze, il Nikisch-Ring, le cittadinanze di Firenze e Tel Aviv e la nomina a membro onorario della Staatsoper di Vienna.

Nel 1999 le Nazioni Unite gli conferiscono il “Lifetime Achievement Peace and Tolerance Award“.

È nominato Direttore onorario dei Wiener Philharmoniker nel 2001, dei Münchner Philharmoniker nel 2004, della Los Angeles Philharmonic e della Bayerische Staatsoper nel 2006.

Nel 2011 il suo nome è inscritto sulla Walk of Fame a Los Angeles e riceve i premi Furtwängler e Echo Klassik, mentre nel 2012 è insignito da Shimon Peres della Israel Medal of Distinction.

… … …

Leonidas Kavakos…

Leonidas Kavakos sembra destinato ogni volta a infondere in chi ascolta la sensazione di trovarsi di fronte a eventi interpretativi di assoluta eccezionalità, W. Edwin Rosasco, Il secolo XIX

kavakos-leonidas-w

Leonidas Kavakos è unanimemente ritenuto artista di raro talento ed è apprezzato in tutto il mondo per il suo virtuosismo e la sua ineguagliabile musicalità.

Collabora con le orchestra più importanti del mondo e registra in esclusiva per Decca Classics. I tre mentori importanti nella sua vita sono stati Stelios Kafantaris, Josef Gingold e Ferenc Rados. La consacrazione a livello internazionale è arrivata quando, non ancora ventunenne, ha vinto tre importanti riconoscimenti dedicati alla musica per violino.

Nel 1985 ha vinto il ‘Concorso Sibelius’ e poi il ‘Premio Paganini’ tre anni dopo. Tali successi gli hanno spianato la strada verso nuove opportunità: è stato protagonista della prima registrazione nella storia della versione originale del Concerto per violino di Sibelius (1903/4), che si è aggiudicata un ‘Gramophone Award’; ha inoltre avuto l’onore di suonare sul celeberrimo violino ‘Il Cannone’ Guarneri del Gesù appartenuto a Paganini.

La straordinaria carriera di Leonidas Kavakos lo ha portato a stringere collaborazioni con le orchestre più prestigiose e i direttori d’orchestra più importanti del mondo, tra i quali i Wiener Philharmoniker (Christoph Eschenbach, Riccardo Chailly), i Berliner Philharmoniker (Sir Simon Rattle), l’Orchestra del Concertgebouw (Mariss Jansons, Daniele Gatti), la London Symphony Orchestra (Valery Gergiev, Sir Simon Rattle) e l’Orchestra della Gewandhaus di Lipsia (Riccardo Chailly). Leonidas Kavakos collabora regolarmente anche con la Staatskapelle di Dresda, la Filarmonica di Monaco di Baviera, l’Orchestre de Paris, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra Filarmonica della Scala e, negli Stati Uniti, con la Philadelphia Orchestra, la New York Philharmonic, la Boston Symphony, la Chicago Symphony e la Los Angeles Philharmonic.

Leonidas Kavakos è molto impegnato come solista ma ha anche ampliato e diversificato i suoi orizzonti musicali diventando un apprezzato direttore d’orchestra: ha collaborato con la London Symphony Orchestra, la Boston Symphony, la Deutsches Symphonie-Orchester Berlin, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, i Wiener Symphoniker e la Budapest Festival Orchestra. In questa stagione, Leonidas Kavakos torna a dirigere i Wiener Symphoniker, la Chamber Orchestra of Europe, l’Orchestre Philharmonique de Radio France, e, per la prima volta, i Bamberger Symphoniker, la Danish National Symphony, l’Orchestra Sinfonica della Radio Olandese, la Filarmonica di Rotterdam e l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

La sua prima pubblicazione per Decca Classics, contenente l’integrale delle Sonate per violino di Beethoven eseguite con Enrico Pace, è stata premiata come ‘Instrumentalist of the Year’ agli ECHO Klassik Awards del 2013. La seconda pubblicazione ha previsto, nell’ottobre 2013, il Concerto per violino di Brahms registrato con la Gewandhausorchester di Lipsia e Riccardo Chailly, mentre il terzo disco, contenente le Sonate per violino di Brahms eseguite con Yuja Wang, è stato pubblicato nella primavera 2014.

Leonidas Kavakos è stato premiato come ‘Gramophone Artist of the Year 2014’.

La sua discografia precedente include registrazioni per le etichette BIS, ECM e Sony Classical; con quest’ultima ha inciso i Concerti per violino e la Sinfonia n. 39 di Mozart, eseguiti con la Camerata Salzburg ed il Concerto per violino di Mendelssohn, sempre con la Camerata Salzburg, per cui ha ricevuto nel 2009 un ECHO Klassik come ‘Best Concerto Recording’.

Nato e cresciuto ad Atene in una famiglia di musicisti, Leonidas Kavakos ha sempre mantenuto uno stretto rapporto con il suo paese natale: per quindici anni ha curato la serie di musica da camera del Megaron di Atene dove si sono esibiti importanti musicisti tra cui Mstislav Rostropovich, Heinrich Schiff, Emanuel Ax, Nikolai Lugansky, Yuja Wang e Gautier Capuçon.

Negli ultimi due anni ha curato, sempre ad Atene, una importante masterclass annuale di violino e musica da camera, attirando violinisti ed ensemble di tutto il mondo e dimostrando il suo forte impegno nella trasmissione della conoscenza e le tradizioni musicali. Oltre all’ interesse sconfinato e all’ incessante impegno rivolti ai diversi stili musicali, Leonidas Kavakos ha una grande passione per l’arte della liuteria, da lui considerata un profondo mistero e un segreto tutt’ oggi non ancora svelato.

Il musicista greco suona uno Stradivari ‘Abergavenny’ del 1724 ma possiede dei violini moderni realizzati da Florian Leonhard, Peter Greiner, Eero Haahti e David Bague e archetti di François Xavier Tourte, Dominique Peccatte, Jean Pierre Marie Persois e Joseph Henry.

ASCOLTA QUI Leonidas Kavakos “Violin Concerto in D Major″ by Beethoven:

ASCOLTA QUI Leonidas Kavakos “Violin Concerto in D major″ by Tchaikovsky:

ASCOLTA QUI Leonidas Kavakos “Violin Concerto No. 2 in G minor, Op. 63″ by Prokofiev:

ASCOLTA QUI Leonidas Kavakos “Piano Violin sonata″ by Brahms (Yuja Wang e Kavakos Leonidas):

ASCOLTA QUI Leonidas Kavakos “Double Concerto D minor″ by Bach (Janine Jansen – Leonidas Kavakos):

ASCOLTA QUI Leonidas Kavakos “The Violin Sonatas″ by Johannes Brahms (Leonidas Kavakos, Yuja Wang ):

… … …

Al Maggio Musicale Fiorentino Zubin Mehta Leonidas Kavakos per Beethoven 8 maggio

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al Maggio Musicale Fiorentino Jeanne Dark di Fabio Vacchi maggio 2020

A Ravenna 2020 Nikolay Khozyainov, al Festival in concerto il 7 giugno