in , , ,

Al Teatro alla Scala Michele Mariotti per la LILT 30 Giugno 2019

Exif_JPEG_PICTURE

«Una triste pace porta con sé questa mattina: il sole, addolorato, non mostrerà il suo volto.
Andiamo a parlare ancora di questi tristi eventi. Alcuni avranno il perdono, altri un castigo.
Ché mai vi fu una storia così piena di dolore come questa di Giulietta e del suo Romeo.»

Serate Benefiche, Stagione 2018 – 2019

 

In occasione della Serata a favore della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, un concerto straordinario vede il brillante direttore Michele Mariotti impegnato a dirigere l’ Orchestra dell’ Accademia del Teatro alla Scala in pagine che spaziano da Mozart a Prokof’ev:

 

Franz Schubert, da Die Zauberharfe D644 Ouverture

… … …

Wolfgang Amadeus Mozart, Concerto in la maggiore K622 per clarinetto e orchestra

 

Sergej Prokof’ev, Romeo e Giulietta Selezione dalle Suite n. 1 op. 64 bis e dalla Suite n. 2 op. 64 ter

 

QUANDO

Domenica 30 Giugno 2019, ore 20.30

 

DOVE: TEATRO ALLA SCALA
Via Filodrammatici, 2

20121 Milano (MI)

 

INTERPRETI:

Michele MariottiDirettore

Fabrizio Meloni, clarinetto di bassetto

Orchestra dell’ Accademia del Teatro alla Scala

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI (DA CONFERMARE):

Platea al costo di XXX €

Palchi, prima fila (e seconda fila nei palchi centrali) al costo di XXX

Palchi, seconda fila laterale (e terza fila nei palchi centrali) al costo di XXX  €

Prima Galleria, prima fila centrale al costo di XXX

Prima Galleria, prima fila semi-centrale; Seconda Galleria prima fila centrale al costo di XXX

Prima Galleria, prima fila laterale; Seconda Galleria, prima fila semi-centrale al costo di XXX

Prima Galleria, seconda fila centrale e semi-centrale al costo di XXX

Loggione al costo di XXX

 

Teatro alla Scala: Michele Mariotti

 

oppure se non sapete come fare, e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e ritiro dei biglietti scrivendo a mara.grisoni@gmail.com o telefonando al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Michele Mariotti…

Michele Mariotti

Pesarese, nato nel 1979, Michele Mariotti dopo aver concluso gli studi umanistici si è diplomato in composizione al conservatorio Rossini di Pesaro e con il massimo dei voti e la lode in direzione d’orchestra presso l’Accademia Musicale Pescarese sotto la guida di Donato Renzetti.

Nel settembre 2005 ha fatto il suo debutto operistico dirigendo Il Barbiere di Siviglia di Rossini.

Tra il 2006 ed il 2008 ha diretto al Festival di Wexford, al Comunale di Bologna, al Comunale di Ferrara, al Regio di Torino, al Carlo Felice di Genova, al Liceo di Barcelona, al Valli di Reggio Emilia, allo Champs Elysées di Parigi dirigendo Juan Diego Florez e Rolando Villazòn, al Festival di Perelada; concerti con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, l’Orchestra del Maggio Musicale Formazione, l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali, l’Orchestra Toscanini e al Festival di Santander.

Ha debuttato in Rigoletto a Lima, ripreso Il Barbiere di Siviglia a Las Palmas di Gran Canaria, debuttato I Puritani a Minorca e Nabucco a Reggio Emilia per il Festival Verdi, ripreso Il Barbiere all’ Opera Royal de Wallonie.

Nel Novembre 2007 ha ottenuto un particolare successo aprendo la stagione 2007/2008 del Comunale di Bologna dirigendo Simon Boccanegra replicato anche al Valli di Reggio Emilia.

Il successo di questa produzione si è tradotto nella nomina a Direttore Principale dell’Orchestra del Comunale di Bologna, dove la sua presenza è prevista nei prossimi anni con diversi concerti e opere.

Ha diretto al Comunale di Bologna I Puritani, La Gazza ladra, Idomeneo, Carmen, La Cenerentola, La Traviata, Il Prigioniero, Le Nozze di Figaro, e diversi Concerti Sinfonici. Ha diretto dei concerti con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali a Milano, con la Filarmonica Toscanini a Piacenza e Parma, con la Filarmonica di Bologna e al Maggio Musicale Fiorentino.

Al Regio di Torino è tornato con Don Pasquale e Norma, allo Sferisterio di Macerata ha debuttato in La Traviata, il debutto americano é stato a Washington ne Il Barbiere di Siviglia, ha diretto Il Barbiere di Siviglia al Teatro Massimo di Palermo, lo Stabat Mater al Comunale di Firenze, ha ripreso il Nabucco al Festival Verdi di Parma, ha diretto a Los Angeles Il Barbiere di Siviglia, a Bilbao L’Italiana in Algeri, a Dresden La gazza ladra, a Tokio con il Comunale di Bologna I Puritani e Carmen, Il trovatore al Festival Verdi di Parma, La Cenerentola a Valencia, alla Scala ha debuttato con Il Barbiere di Siviglia, al Rossini Opera Festival ha aperto la stagione 2011 con Sigismondo chiudendola con lo Stabat Mater e nel 2012 ha diretto Matilde di Shabran, a Napoli ha diretto La Traviata, al Metropolitan di New York ha debuttato con Carmen e ha poi diretto una nuova produzione di Rigoletto.

Ha diretto il Requiem di Verdi a Mosca e Bologna, Norma, Nabucco, Così fan tutte e Guglielmo Tell a Bologna, Donna del Lago a Londra, Guglielmo Tell a Pesaro, Puritani a Parigi e a New York, Il Barbiere di Siviglia a Chicago e New York.

Ha registrato per la Decca un cd con l’Orchestra e Coro del Comunale di Bologna, con solista Juan Diego Florez ed un altro per la Sony con solista Nino Machaidze.

… … …

NOTE DI PROGRAMMA E ASCOLTI…

 

“Die Zauberharfe, Ouverture D 644” by Franz Schubert (Vienna Philharmonic, Riccardo Muti):

“Die Zauberharfe, Ouverture D 644” by Franz Schubert (George Szell, Concertgebouw Orchestra):

… … …

Mi son dato molta pena per raggiungere una semplicità che, io spero, raggiungerà i cuori di tutti gli ascoltatori. Se la gente non trova né melodia né emozione in questo mio lavoro, mi dispiacerà molto; ma io mi sento sicuro che essi presto o tardi le troveranno

 

“Romeo e Giulietta Suite” by Sergej Prokofiev (num. 2, Leningrad Philharmonic Orchestra, Yevgeny Mravinsky, Live recording, Leningrad, 30.XII.1981):

“Romeo e Giulietta Suite” by Sergej Prokofiev (Prokofiev conducts Prokofiev: Romeo and Juliet Suite No. 2 – Moscow Philharmonic Orchestra 1938):

“Romeo e Giulietta Suite” by Sergej Prokofiev (Brani scelti dalle due suite del balletto op. 64, OSN RAI – Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai – Radiotelevisione Italiana e Direttore: Xian Zhang):

“Romeo e Giulietta Suite” by Sergej Prokofiev (Orchestre Philharmonique de Radio France – Myung-Whun Chung; Maison de la Radio – Auditorium):

Romeo e Giulietta, suite

Il balletto Romeo e Giulietta, in 4 atti e 10 quadri, fu scritto da Prokofiev tra il 1935 e il 1936 e venne rappresentato soltanto nel 1938 a Brno in Cecoslovacchia; la prima realizzazione coreografica in URSS ebbe luogo l’11 gennaio del 1940 a Leningrado con la compagnia di danza di Kirov in cui Galina Ulanova figurava nel ruolo di Giulietta.

Sul finire del 1936 lo stesso autore ridusse la musica del balletto in due suites orchestrali e in una serie di pezzi per pianoforte che diedero larga risonanza a questa partitura; essa che viene universalmente considerata tra le più personali e geniali di Prokofiev.

La prima suite comprendente sette episodi: 1. Danza popolare (Allegro giocoso), 2. Scena, (Allegretto), 3. Madrigale (Andante tenero), 4. Minuetto (Assai moderato), 5. Masques (Andante marziale), 6. Romeo e Giulietta (Larghetto – Andante), 7. La morte di Tebaldo (Precipitato – Presto – Adagio drammatico). Questa fu eseguita in pubblico dall’ Orchestra Filarmonica di Mosca il 24 novembre 1936, raccogliendo un brillante successo.

Nella primavera successiva, il 15 aprile 1937 a Leningrado, lo stesso Prokof’ev diresse la prima esecuzione della Seconda Suite che egualmente comprendeva sette episodi: 1. I Montecchi e i Capuleti (Andante – Moderato – Allegro pesante), 2. Giulietta bambina (Vivace – Più tranquillo – Più animato), 3. Frate Lorenzo (Andante espressivo), 4.Danza (Vivo), 5. Romeo da Giulietta prima del distacco (Lento – Adagio – Andante), 6. Danza delle fanciulle delle Antille (Andante con eleganza), 7. Romeo alla tomba di Giulietta (Adagio funebre).

Non contento di ciò, come op. 75 nel 1937 Prokof’ev pubblicò una scelta di dieci episodi di Romeo e Giulietta per pianoforte e nel 1946, con prima esecuzione a Mosca l’8 marzo 1946, una Terza Suite per orchestra op. 101.

«Il trionfo spetta alla musica forte e originale, ricca di caratterizzazioni, tali da dettare a noi l’espressione, il senso delle nostre azioni, dei nostri movimenti. La musica di Prokof’ev è creatrice e anima della danza: la sua Giulietta è la quintessenza della luce, dell’umanità, della purezza spirituale e dell’elevatezza di pensiero che si trova in quasi tutte le opere del compositore»

La musica di Romeo e Giulietta ha una carica teatrale di immediata presa emotiva.

La Prima Suite si caratterizza per la propria autonomia drammaturgica, indipendentemente dall’ evolversi della narrazione degli avvenimenti della vicenda. Dei sette episodi, almeno quattro – Danza popolare, Scena, Minuetto, Masques – tendono a ricreare il clima che fa da sfondo alla tragedia d’amore e morte dei due giovani innamorati. In contrapposizione a tali episodi di danza, vi sono due numeri intrisi d’una intensa carica lirica e melodica, Madrigale e Romeo e Giulietta, oltre alla drammaticità della Morte di Tebaldo che conclude la Suite.

Nel primo movimento della Seconda Suite (I Capuleti e i Montecchi) si descrive l’ atmosfera tesa e combattiva esistente tra le due famiglie rivali, in contrasto con la elegante danza dei cavalieri nella scena del ballo. 

Nel quadro finale (Romeo sulla tomba di Giulietta), l’ orchestra esplode con toni di intensa drammaticità.

… … …

 

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al Teatro alla Scala I Virtuosi del Teatro alla Scala 17 Novembre 2019

Alle Terme di Caracalla THE TOKYO BALLET 26 giugno 2019