in , , ,

Al Teatro Comunale di Bologna 2020 Béjart Ballet Lausanne, 9 e 10 ottobre

La danza è una delle rare attività umane in cui l’uomo si trova totalmente impegnato: corpo, cuore e spirito. Per il bambino danzare è importante quanto parlare, contare o imparare la geografia. È essenziale per il bambino, nato danzante, non dissipare questo linguaggio sotto l’influsso di un’educazione repressiva e frustante”, Maurice Béjart

Al Teatro Comunale di Bologna 2020 Béjart Ballet Lausanne, 9 e 10 ottobre

Stagione Teatro Comunale di Bologna 2020

Al Teatro Comunale di Bologna 2020 Béjart Ballet Lausanne, 9 e 10 ottobre. Balletto sulla giovinezza e sulla speranza, Maurice Béjart volle dedicare Le Presbytère n’a rien perdu de son charme ni le jardin de son éclat a due cari amici scomparsi: Jorge Donn, suo ballerino prediletto, e Freddie Mercury, leader dei Queen. Lo spettacolo, entusiasmante, scorre su una coreografia di elegante scrittura neoclassica in perfetto dialogo con l’eclettica partitura musicale. Si danza sulle canzoni hit dei Queen, da Radio Gaga a I Want to Break Free, in contrappunto con pagine musicali di Mozart, da Così fan tutte alla Marcia funebre massonica K 477. Un tripudio di leggerezza e acrobatismi, esaltanti sequenze di assoli, pas de deux, movimenti d’insieme, che i costumi di Gianni Versace, altro amico fraterno di Béjart, esaltano con estro. «Un inno alla vita trionfante sulla morte» secondo Béjart «perché, come cantano i Queen, The show must go on».

LE PRESBYTÈRE N’A RIEN PERDU DE SON CHARME, NI LE JARDIN DE SON ÉCLAT

COREOGRAFIA, Maurice Béjart

COSTUMI, Gianni Versace

MUSICHE, Queen e Wolfgang Amadeus Mozart

BEJART BALLET LAUSANNE

QUANDO

Venerdì 9 Ottobre 2020, ore 20.30

Sabato 10 Ottobre 2020, ore 20.30

DOVE: Teatro Comunale di Bologna
Largo Respighi, 1
40126 Bologna (BO)

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

PLATEA INTERO al costo di € 84,80; UNDER30 al costo di € 42,40

PALCO CENTRALE I – II ORD. disponibile INTERO al costo di € 84,80; UNDER30 al costo di € 42,40

PALCO LATERALE I – II ORD. disponibile INTERO al costo di € 68,90; UNDER30 al costo di € 37,10

PALCO CENTRALE III – IV ORD. disponibile INTERO al costo di € 68,90; UNDER30 al costo di € 37,10

PALCO LATERALE III – IV ORD. disponibile INTERO al costo di € 53,00; UNDER30 al costo di € 26,50

Al Teatro Comunale di Bologna 2020 Béjart Ballet Lausanne, 9 e 10 ottobre

se non sapete come fare, e se volete, potete rivolgervi anche all’ Associazione MaNi per informazioni su acquisto e ritiro dei biglietti. Potete scrivere a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

Béjart Ballet Lausanne…

lausanne-suite_barocco

Dalla sua creazione nel 1987 il Béjart Ballet Lausanne è un punto di riferimento nel mondo della danza. Designato successore da Maurice Béjart, Gil Roman dirige la compagnia e preserva l’eccellenza artistica dalla scomparsa di Béjart nel 2007. La compagnia presenta i suoi spettacoli in tutto il mondo, in Teatri di grande capienza come la NHK Hall di Tokyo all’intima Opéra Royal di Versailles. Con i suoi 41 danzatori originari di 22 diversi Paesi, Gil Roman riceve un’accoglienza trionfale a ciascuna delle sue ottanta rappresentazioni annuali.

L’opera di Maurice Béjart è al cuore del repertorio del Béjart Ballet Lausanne. Opere con un importante contenuto musicale come Le Sacre du printemps o Bolero affiancano creazioni più teatrali come Il Mandarino meraviglioso e Le Presbytère n’a rien perdu de son charme, ni le jardin de son éclat (Ballet for Life). Le sue coreografie, recenti o di repertorio, ottengono sempre un grandissimo successo.

Dal 2007, Gil Roman riprende numerosi balletti meno presentati come Piaf, Suite Barocco e i capolavori di Béjart come La IX Symphonie di Beethoven. Crea inoltre proprie coreografie come Aria, Syncope, Là où sont les oiseaux, Anima blues, 3 Danses pour Tony, Kyôdai e Tombées de la dernière pluie, debutto maggio 2015 all’Opera di Losanna. Su suo invito alcuni coreografi come Julio Arozarena, Sthan Kabar-Louët, Tony Fabre e Christophe Garcia hanno aggiunto al repertorio della compagnia loro creazioni.

Il Béjart Ballet Lausanne rimane fedele alla sua vocazione: mantenere viva l’opera di Maurice Béjart e continuare ad essere uno spazio di creazione.

… … …

Maurice Béjart…

Bejart

All’ inizio degli anni ’50, a Parigi, Maurice Béjart crea le prime coreografie per la sua compagnia, Les Ballets de l’ Etoile. Nel 1960 fonda a Bruxelles il Ballet du XXe Siècle. Venticinque anni più tardi sposta la sua compagnia a Losanna, nasce così il Béjart Ballet Lausanne.

Maurice Béjart nasce a Marsiglia il primo gennaio 1927. Inizia la carriera di ballerino a Vichy nel 1946, continua a danzare con Janine Charrat, Roland Petit e soprattutto a Londra a seguito dell’International Ballet. Una tournée in Svezia con il Cullberg Ballet (1949) gli permette di scoprire le fonti dell’espressionismo coreografico. Un contratto per un film svedese lo mette a confronto per la prima volta con Stravinskij; di ritorno a Parigi si cimenta su brani di Chopin sotto l’egida del critico Jean Laurent. Il ballerino si sdoppia in coreografo.

Nel 1955, con les Ballets de l’Étoile, esce dal comune con Symphonie pour un homme seul. Notato da Maurice Huisman, nuovo direttore del Théâtre Royal de la Monnaie, Béjart crea una trionfale Sagra della Primavera (1959).

Nel 1960 Maurice Béjart fonda a Bruxelles il Ballet du XXe Siècle (1960), una compagnia internazionale con cui viaggia in tutto il mondo e la lista delle sue creazioni si allunga: Boléro (1961), Messe pour le temps présent (1967) e L’Uccello di fuoco (1970).

Nel 1987 il Ballet du XXe Siècle diventa il Béjart Ballet Lausanne (BBL), il grande coreografo si insedia a Losanna. Nel 1992 fonda l’Ecole-Atelier Rudra Béjart e nello stesso anno decide di ridurre le dimensioni della propria compagnia a una trentina di ballerini per ritrovare l’essenza dell’interprete. Tra i numerosi balletti creati per il BBL, citiamo Il Mandarino meraviglioso, King Lear – Prospero, A propos de Shéhérazade, Le Presbytère n’a rien perdu de son charme, ni le jardin de son éclat (Ballet for Life), MutationX, La Route de la soie, Le Manteau, Enfant-Roi, La Lumière des eaux, Lumière.

Regista di teatro (La Reine Verte, Casta Diva, Cinq Nô Modernes, A-6-Roc), di opere (Salomé, La Traviata e Don Giovanni), di film (Bhakti, Paradoxe sur le comédien…), Maurice Béjart ha inoltre pubblicato diversi libri (romanzi, memorie, diari, commedie).

Nel 2007, all’ alba dei suoi ottant’ anni il coreografo crea La Vie du danseur racontée par Zig et Puce. Dopo la sua ultima creazione, Le Tour du monde en 80 minutes, Maurice Béjart muore a Losanna il 22 novembre 2007.

 

Béjart Ballet Lausanne. Bolero di Ravel. Jorge Donn (Palacio de Congresos de Madrid (1989))

Béjart Ballet Lausanne – Cantate 51 (Maurice Béjart, Musique: Johann-Sebastian Bach)

Le Béjart Ballet Lausanne in “Mozart-Tango” (Auditorium Maurice Ravel (Lyon))

Béjart Ballet Lausanne in “Mephisto-Valse” in (Lynn Charles & Gil Roman. Música: Franz Liszt. Palacio de Congresos y Exposiciones de Madrid. 1989)

Maurice Béjart «Casse-noisette», par le Béjart Ballet Lausanne. Musique de Tchaïkovski

… … …

Al Teatro Comunale di Bologna 2020 Béjart Ballet Lausanne, 9 e 10 ottobre

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Festival Verdi 2020 Messa da Requiem, 11 ottobre al Teatro Regio Parma

Teatro San Carlo 2020 Riccardo Muti, in concerto dall’ 8 all’ 11 novembre