in , , ,

Al Teatro Comunale di Bologna La Fille du régiment Novembre 2018

«Voglio amore, che senza questo i soggetti sono freddi, e amor violento», Gaetano Donizetti

Juliette Borghèse as Marie and François-Louis Henry as Sulpice in the premiere

La Fille du régiment (in italiano, La figlia del reggimento) è un’ opéra-comique in due atti di Gaetano Donizetti. La Fille è una delle tante opere francesi di Donizetti (di cui, assieme a La Favorite, è tra le più note) compiute dal maestro quando era a Parigi. L’opera infatti debuttò all’ Opéra-Comique di Parigi l’ 11 febbraio 1840, diretta dal compositore, su libretto di Jean-François-Alfred Bayard e Jules-Henri Vernoy de Saint-Georges.

Il successivo 3 ottobre avviene la prima nel Teatro alla Scala di Milano di “La figlia del reggimento” nella traduzione di Callisto Bassi diretta da Eugenio Cavallini.

 

IL CAST

La Fille du régiment

Opera comica in due atti
Testo di Jules-Henri Vernoy de Saint-Georges e Jean-François-Alfred Bayard

Musica di Gaetano Donizetti
 

Direttore, Yves Abel

Regia, Emilio Sagi

Scene e costumi, Julio Galan

Luci, Daniele Naldi

Assistente alla regia, Valentina Brunetti

Maestro del Coro, Andrea Faidutti
 
 
Interpreti:

Marie, giovane vivandiera     Hasmik Torosyan / Larissa Alice Wissel

La Marchesa di Berkenfield     Claudia Marchi

La Duchessa di Crakentorp     Daniela Mazzucato

Tonio     Maxim Mironov / Giorgio Misseri

Sulpice     Federico Longhi / Alex Martini

Hortensius, Intendente della Marchesa     Nicolò Ceriani

Un caporale     Scuola dell’ Opera

Orchestra e Coro del Teatro Comunale di Bologna

Produzione del Teatro Comunale di Bologna

 

QUANDO

Venerdì 9 Novembre 2018, ore 20.00

Sabato 10 Novembre 2018, ore 18.00

Domenica 11 Novembre 2018, ore 15.30

Martedì 13 Novembre 2018, ore 20.00

Mercoledì 14 Novembre 2018, ore 20.00

Giovedì 15 Novembre 2018, ore 18.00

 

DOVE: Teatro Comunale di Bologna
Largo Respighi, 1
40126 Bologna (BO)

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Platea e Palco 1° e 2° ordine centrale:

  • al costo di 125,00 € per la Prima (al costo di 25,00 € giovani under 30)
  • al costo di 100,00 € per i Turni D, A, B, FS, FD (al costo di 25,00 € giovani under 30)
  • al costo di 75,00 € per i Turni C, P, FP (al costo di 50,00 € PERSONE OVER 65 e al costo di 25,00 € giovani under 30)

Palco 1° e 2° ordine laterale e Palco 3° e 4° ordine centrale:

  • al costo di 100,00 € per la Prima (al costo di 20,00 € giovani under 30)
  • al costo di 80,00 € per i Turni D, A, B, FS, FD (al costo di 20,00 € giovani under 30)
  • al costo di 60,00 € per i Turni C, P, FP (al costo di 40,00 € PERSONE OVER 65 e al costo di 20,00 € giovani under 30)

Palco 3° e 4° ordine laterale:

  • al costo di 50,00 € per la Prima (al costo di 15,00 € giovani under 30)
  • al costo di 40,00 € per i Turni D, A, B, FS, FD (al costo di 15,00 € giovani under 30)
  • al costo di 30,00 € per i Turni C, P, FP (al costo di 20,00 € PERSONE OVER 65 e al costo di 15,00 € giovani under 30)

Balconata al costo di 10,00 €

I prezzi indicati non sono comprensivi di prevendita e commissioni di servizio di Vivaticket.

 

Teatro Comunale di Bologna: opera La Fille du régiment

 

se non sapete come fare e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e ritiro dei biglietti scrivendo a mara.grisoni@gmail.com o telefonando al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

Personaggi

Marie (soprano)

Marie è la giovane vivandiera del reggimento. Fu allevata dai soldati dal momento in cui il padre (il capitano Robert) morì (da qui il titolo La Figlia del Reggimento). Marie è intraprendente e coraggiosa, tanto che nel secondo atto si ribella alla madre, che aveva combinato il suo matrimonio, sposandosi con Tonio.

Tonio (tenore)

Tonio è un giovane paesano tirolese (innamorato di Marie) che compare nel primo atto quando i soldati del reggimento lo fanno prigioniero. Liberato, si arruola, e per la felicità canta forse la più famosa aria dell’opera, ossia Ah, mes amis, quel jour de fete (in italiano Amici miei, che lieto giorno). Come già segnalato nella trama, la cabaletta che conclude la scena (Pour mon âme, in italiano Qual destin) prevede l’esecuzione di otto do acuti (più un nono nella cadenza) che, nella prassi esecutiva ottocentesca venivano eseguiti in falsetto ma che, con il passaggio ad una fonazione a piena voce secondo un gusto più moderno, hanno fatto diventare il brano un autentico pezzo di bravura di esecuzione particolarmente ostica che, in gioventù, contribuì non poco a consacrare Luciano Pavarotti e che oggi vede nel tenore peruviano Juan Diego Flórez un autentico specialista. Nel secondo atto compare nella residenza de La marchesa di Berckenfield ormai divenuto generale.

Sulpice (basso buffo)

Sulpice è il sergente a capo del reggimento. Padre adottivo di Marie, non vede subito di buon occhio Tonio, ma alla fine si ricrederà.

La Marchesa di Berckenfield (mezzosoprano)

La Marchesa di Berckenfield è la madre naturale di Marie, nonché vedova del capitano Robert. Gentildonna di classe nobile, è fanatica per la musica e tenta (invano) di trasmettere questa passione alla figlia durante il breve soggiorno nella sua residenza.

Hortensius (basso)

Hortensius è l’intendente della Marchesa di Berckenfield.

Trama

Atto I

Il primo atto si apre in Tirolo (in Svizzera nella versione italiana dell’opera). La marchesa di Berckenfield, in viaggio, osserva in un paese di montagna da lontano giungere i nemici francesi. Al villaggio giunge il sergente Sulpice del 21º reggimento francese, con la vivandiera Marie, allevata dai soldati francesi, diventata una vera soldatessa. Marie rivela a Sulpice di essere innamorata di Tonio, un tirolese, mentre i soldati francesi portano con sé proprio Tonio prigioniero. Viene liberato da Marie che afferma che il ragazzo le ha salvato la vita. Intanto la marchesa, accompagnata dal fido Hortensius, si avvicina a Sulpice per chiedergli di poter tornare al suo castello. Sulpice, improvvisamente, riconosce la donna come moglie del defunto capitano Robert, padre di Marie. Tonio, nel frattempo si è arruolato nell’esercito per poter avvicinare Marie (Ah, mes amis, quel jour de fete!/ Amici miei, che lieto giorno, la susseguente cabaletta, Pour mon âmeQual destin è la famosa aria “dei nove do di petto”, in quanto la ripresa prevede in effetti quattro doppie puntature al do4seguite da nona coronata nella cadenza conclusiva). Marie, però deve seguire la madre marchesa.

Atto II

Nel secondo atto, nel castello della marchesa, Marie è destinata, suo malgrado, in moglie al figlio della duchessa di Krakenthorp. Tuttavia Marie ha malinconia del reggimento. Invece di cantare arie sentimentali accompagnata dal clavicembalo continua a cantare inni militari. Marie si ribella e si unisce di nuovo a Sulpice, ferito e ospitato nel castello, e rievoca i bei momenti in cui era al reggimento e quando ha conosciuto Tonio, che sente cantare da fuori del castello. I due si riuniscono e la marchesa, pur avendo promesso in sposa la figlia ad un altro, acconsente a farle sposare Tonio, pur di vederla felice.

 

“La Fille du régiment by Gaetano Donizetti (Anderson, Kraus _ 1986):

“La Fille du régiment by Gaetano Donizetti (Joan Sutherland – Sydney 1986):

“La Fille du régiment by Gaetano Donizetti (Podles, Pratico, Kelly, Devia – La Scala, 1996):

“La Fille du régiment by Gaetano Donizetti (Ugo Benelli):

“La Fille du régiment by Gaetano Donizetti (Luciana Serra _ 1989):

“La Fille du régiment by Gaetano Donizetti (Natalie Dessay, Juan Diego Florez):

… … …

 

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ai Concerti del Lingotto Giovani Ivan Krpan 13 Novembre 2018

A La Verdi Claus Peter Flor per Tchaikovsky Sinfonie 13 Novembre