in , , ,

Al Teatro degli Arcimboldi il balletto Le Corsaire Gennaio 2019

Il Corsaro è azione, passione e romanticismo, una trama che mette in grande evidenza le danze, e momenti virtuosistici dalla tecnica straordinaria. In un’ambientazione esotica, tra pirati e schiavi, tempeste e rapimenti, uccisioni e cospirazioni, una grotta, un pascià e il sogno in un bellissimo giardino, le avventure del pirata Conrad per salvare la sua amata Medora riempiono la storia d’amore con un irresistibile spirito d’avventura”

Le Corsaire

 

Le Corsaire è un balletto in tre atti basato sul poema Il corsaro di Lord Byron (1814) e musicato da Adolphe Adam.

Il debutto avvenne il 23 gennaio 1856 all’ Opéra di Parigi, Francia. Originariamente venne coreografato da Joseph Mazilier.

Il balletto ha subito molte revisioni in Russia, tra cui quelle di Jules Perrot (1858), Marius Petipa (1858, 1863, 1868, 1885, e 1899), Alexander Gorsky (1912), Agrippina Vaganova (1931), Pyotr Gusev (1955), Konstantin Sergeyev (1972, 1992) e Jurij Grigorovič (1994).

Durante il XIX secolo la partitura di Adam aveva già visto un considerevole aumento di musica addizionale e all’inizio del XX secolo si erano già aggiunti sei compositori diversi: Cesare Pugni, il granduca Pietro II di Oldenburg, Léo Delibes, Léon Minkus, il principe Nikita Trubetskoi e Riccardo Drigo.

Al giorno d’oggi Le Corsaire è rappresentato fondamentalmente in due versioni. In Russia e in Europa la versione di Pyotr Gusev del 1955, in America e in alcune parti dell’Europa occidentale la versione di Konstantin Sergeyev del 1973. Spesso però, a causa di una trama fumosa e poco coerente che ne rende difficoltoso l’allestimento, vengono presentati i suoi brani più famosi: Le Jardin Animé, il Pas d’Esclave, il Grand Pas de Trois des Odalisques ed il celeberrimo Pas de Deux.

La genesi de Le Corsaire

Il primo adattamento al balletto del poema Lord Byron fu allestito da Ferdinand Albert Decombè su musica di Nicolas Bochsa per il Teatro Reale Drury Lane nel 1837, una produzione ripresa anche nel 1844 con un buon successo.

Originariamente il ruolo del Corsaro non era una parte ballata, ma fu affidata ad un famoso mimo italiano, Domenico Segarelli.

Un secondo adattamento, più famoso, fu quello presentato il 23 gennaio del 1856 dal balletto dell’ Académie Royale de Musique (oggi balletto nazionale dell’ Opéra di Parigi), frutto dell’idea dell’allora direttrice dell’Opèra, l’imperatrice Eugenia di Francia, moglie di Napoleone III. Per allestire questa produzione fu chiamato il coreografo e maestro di balletto dell’Opéra Joseph Mazilier, uno dei migliori coreografi del tempo, molto abile nell’allestire balletti narrativi (suo è anche Paquita del 1844). Come era prassi a quei tempi, si chiese ad uno scrittore di scrivere il libretto e la scelta di Maziler cadde su Jules-Henri Vernoy de Saint-Georges, un famoso scrittore che aveva già affrontato la stesura della trama di Giselle in collaborazione con Théophile Gautier nel 1841 e in seguito affronterà La figlia del faraone per Petipa nel 1862.

Le Corsaire venne messo in scena soprattutto per dare risalto alla famosa ballerina italiana Carolina Rosati che allora era la “Prima ballerina” incontrastata dell’ Opéra, celebrata per la sua bellezza, le punte forti, la batterie pulita, la precisione di esecuzione e il mimo ben fatto e comprensibile. La partitura fu commissionata, per l’incredibile somma di 6,000 franchi, oltre ai diritti d’autore, ad Adolphe Adam, il quale era, a quel tempo, il miglior compositore in Francia sia per l’Opera che per il balletto.

Il debutto de Le Corsaire fu un notevole successo e l’interpretazione dell’eroina Medora da parte della Rosati infiammò i cuori parigini. Gli effetti teatrali erano i migliori mai visti sul palco de l’Opéra, disegnati e fabbricati dal macchinista Victor Sacré. Nella scena del naufragio del terzo atto, Andrei Roller, maestro di effetti teatrali del Bol’šoj ha usò effetti elettro-galvanici per i fulmini e Gustave Doré immortalò la scena con i suoi disegni. L’imperatrice Eugénie, che tanta parte ebbe nella realizzazione dello spettacolo, ne restò così impressionata da esclamare: “In tutta la mia vita non ho mai visto, e probabilmente non vedrò mai più, nulla di più emozionante e bello.”

La partitura di Adam fu molto elogiata per la melodia, l’orchestrazione e l’intensità drammatica. Sfortunatamente fu l’ultimo suo lavoro: morì di attacco cardiaco il 3 maggio 1856, quasi quattro mesi dopo il debutto del balletto. La mattina della sua morte, all’Opéra venne data una rappresentazione in commemorazione del compositore e gli incassi furono devoluti alla vedova.

Le Corsaire fu rappresentato 43 volte nel solo 1856 con la Rosati nella parte di Medora. La sua interpretazione fu considerata da tutti insuperabile e quando la ballerina se ne andò da Parigi nel 1859, il balletto venne tolto dal repertorio. Non molto tempo dopo anche Mazilier si ritirò dalle scene.

 

LE CORSAIRE

Musica di Adolph Adam, Cesare Pugni, Léo Delibes, Riccardo Drigo, Prince Oldenbourg

… … …

Interpreti principali:

Karina Sarkissova Ievgen Lagunov,

primi ballerini del Teatro dell’Opera di Budapest

Allievi dell’Accademia Ucraina di Balletto

 

QUANDO

Venerdì 18 Gennaio 2019, ore 21.00

Sabato 19 Gennaio 2019, ore 16.00

 

DOVE: Teatro degli Arcimboldi
Viale dell’ Innovazione, 20,
20126 Milano (MI)

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Platea Bassa Gold Intero al costo di € 40,25

Platea Bassa Intero al costo di € 34,50

Platea Alta Intero al costo di € 28,75

Prima Galleria Intero al costo di € 23,00

Seconda Galleria Intero al costo di € 17,25

 

Teatro degli Arcimboldi: balletto LE CORSAIRE

 

se non sapete come fare, e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e consegna dei biglietti scrivendo a mara.grisoni@gmail.com o telefonando al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

“Le Corsaire” by Adolph Adam (Ballet de Munich):

“Le Corsaire” by Adolph Adam (Osipova Kobborg Vasiliev):

“Le Corsaire” by Adolph Adam (American Ballet Theatre):

“Le Corsaire” by Adolph Adam (Samara Opera and Ballet Theatre):

… … …

 

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

A Ferrara Musica Daniele Gatti Mahler Chamber Orchestra 15 Gennaio 2019

Al Teatro Pergolesi Jesi ENRICO IV con Carlo Cecchi Gennaio 2019