in , , ,

Al Teatro Petruzzelli IL PIPISTRELLO di Johann Strauss

“…tutti insieme danno la colpa di ogni cosa allo champagne, il Re di tutti i vini”

Il pipistrello_2

 

Il pipistrello (in tedesco, Die Fledermaus ed in francese, La Chauve-Souris) è la più celebre operetta di Johann Strauss, su libretto di Carl Haffner e Richard Genée da La Reveillon di Henri Meilhac e Ludovic Halévy.

Nonostante fosse passato un anno dal terribile “Venerdì nero” (9 maggio 1873) in cui vi fu il crollo della Borsa a Vienna, i sentimenti di pessimismo e di disperazione si facevano ancora sentire nella vita della capitale Asburgica e anche nei teatri, che in quel periodo registrarono dei forti cali al botteghino. Ansiosi di porre rimedio a questa situazione potenzialmente disastrosa, i gestori dei teatri cercarono avidamente la giusta produzione che avrebbe riportato il pubblico nei teatri.

Venuto a conoscenza di una commedia francese di grande successo di Henri Meilhac (1831-1897) e Ludovic Halévy (1834-1908), intitolata “Le Réveillon” (che riprendeva a grandi linee “Das Gefängnis” (La prigione, 1851, una commedia molto popolare dal drammaturgo e librettista tedesco Roderich Benedix (1811-1873)) il co-direttore del Theater an der Wien, Max Steiner (1830-1880), acquistò i diritti del lavoro e incaricò il drammaturgo Karl Haffner (1804-1876) di fare una traduzione in tedesco. Haffner, affrontò grandi difficoltà per adattare al gusto e alla comprensione del pubblico viennese un lavoro di stampo marcatamente francese, e prevedibilmente il suo tentativo venne giudicato inadatto. Una soluzione al problema venne proposta dall’agente teatrale Gustav Lewy (1824-1901), che convinse Steiner a modificare il lavoro di Haffner per estrarne il libretto di un’operetta da presentare al suo vecchio compagno di scuola, Johann Strauss. Il compito di creare il libretto fu affidato al direttore d’orchestra del Theater an der Wien, il librettista e compositore Richard Genée (1823-1895).

 

IL CAST

IL PIPISTRELLO
[DIE FLEDERMAUS]

Operetta in tre atti su libretto di Carl Haffner e Richard Genée
 

Direttore, Nir KABARETTI

Regia, disegno, luci Daniel BENOIN

Maestro del coro, Fabrizio CASSI

Scene, Jean-Pierre LAPORTE

Costumi, Nathalie BÉRARD-BENOIN

Video, Paulo CORREIA

… … …

Interpreti:

Gabriel von Eisenstein      Simone DI SAPIA [13/15/17/20 dic] / Valdis JANSONS [14/16/19/21 dic]

Rosalinde      Maria KATZARAVA [13/15/19/20 dic] / Ana PETRICEVIC [14/16/19/21 dic]

Alfred      Merto SUNGU [13/15/17/20 dic] / Sascha KRAMER [14/16/19/21 dic]

Adele      Valentina FARCAS [13/15/17/20 dic] / Giulia DELLA PERUTA [14/16/19/21 dic]

Frank      Zoltan NAGY

Orlofsky      Aya WAKIZONO [13/15/17/20 dic] / Antonella COLAIANNI [14/16/19/21 dic]

Falke      Klaus KUTTLER [13/15/17/20 dic] / Davide GIANGREGORIO [14/16/19/21 dic]

Blind      Nao MASHIO

Orchestra e Coro del Teatro Petruzzelli
Allestimento scenico della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste

 

QUANDO:

Mercoledì 13 dicembre 2017, ore 20.30 [turno A]

Giovedì 14 dicembre 2017, ore 20.30 [fuori abbonam.]

Venerdì 15 dicembre 2017, ore 20.30 [turno B]

Sabato 16 dicembre 2017, ore 18.00 [fuori abbonam.]

Domenica 17 dicembre 2017, ore 18.00 [turno C]

Martedì 19 dicembre 2017, ore 20.30 [fuori abbonam.]

Mercoledì 20 dicembre 2017, ore 20.30 [turno D]

Giovedì 21 dicembre 2017, ore 20.30 [fuori abbonam.]

 

DOVE: Teatro Petruzzelli
Corso Cavour, 12

70122 Bari (BA)

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI DISPONIBILI:

I Settore Platea
Intero al costo di 70,00
Ridotto al costo di € 63,00

II Settore Platea
Intero al costo di € 60,00
Ridotto al costo di € 54,00

Palchi 1° Ordine Centrali
Intero al costo di € 60,00
Ridotto al costo di € 54,00

Palchi 2° Ordine Centrali
Intero al costo di € 60,00
Ridotto al costo di € 54,00

Palchi 1° Ordine Laterali
Intero al costo di € 45,00
Ridotto al costo di € 40,50

Palchi 2° Ordine Laterali
Intero al costo di € 45,00
Ridotto  al costo di € 40,50

Gradinata 3° Ordine
Intero al costo di € 40,00
Ridotto al costo di € 36,00

Gradinata 3° Ordine LIM VISIB
Intero al costo di € 25,00
Ridotto al costo di € 22,50

Gradinata 4° Ordine LIM VISIB
Intero al costo di € 20,00
Ridotto al costo di € 18,00

Palchi 3° Ordine LIM VISIB
Intero al costo di € 15,00
Ridotto al costo di € 13,50

Palchi 4° Ordine LIM VISIB
Intero al costo di € 15,00
Ridotto al costo di € 13,50

Gradinata 5° Ordine Centrale
Intero al costo di € 20,00
Ridotto al costo di € 18,00

Gradinata 5° Ordine Laterale LIM VISIB
Intero al costo di € 15,00
Ridotto al costo di € 13,50

Loggione
Intero al costo di € 15,00
Ridotto al costo di € 13,50

 

Teatro Petruzzelli, Bari: opera IL PIPISTRELLO

 

se non sapete come fare e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e ritiro dei biglietti. Potete scrivere a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

Strauss fu subito affascinato dal Doktor Fledermaus, questo era il titolo originariamente pensato per il libretto di Genée, e si mise al lavoro subito. Lavorando in stretta collaborazione con il suo librettista Johann completò la maggior parte della partitura musicale in soli 42 giorni.

Il debutto per Die Fledermaus, titolo che alla fine venne scelto per l’operetta, era stato previsto per il settembre 1874, ma a causa delle sempre maggiori difficoltà finanziarie incontrate dal Theater an der Wien, si decise di anticiparne la prima.

La prima rappresentazione, tra l’ attesa generale, si svolse il giorno di Pasqua, il 5 aprile 1874 (una domenica). Poiché secondo alle leggi austriache in quel giorno potevano essere consentiti soltanto spettacoli di beneficenza, i proventi della serata inaugurale andarono alla “Fondazione per la Promozione della Piccola Industria” patrocinata dall’ imperatore d’Austria.

Numerose furono le critiche a libretto, cast e musica; Karl Michael Ziehrer sul suo Deutsche Musikzeitung osservò: “Anche in questo caso il libretto non vale molto, la musica ha il suo fascino, ma non è veramente travolgente e poi l’operetta è troppo lunga, abbonda di numeri superflui, ed è ricca di personaggi superflui“.

Tuttavia la stampa della prima notte fu piuttosto generosa nella lode al Fledermaus. Il recensore del Vorstadt Konstitutionelle-Zejtung, riportò: “L’ intero svolgimento della serata è stato in linea con l’ouverture, con gli stessi applausi con cui tutto era cominciato. Quasi ogni numero è stato accompagnato dalle mani del pubblico che tenevano il ritmo, e alla fine di ogni atto, Strauss, grondante di sudore, ha lasciato podio del direttore d’orchestra e velocemente è salito sul palco per ringraziare il pubblico del favore con cui stava accogliendo la rappresentazione. Dato il tipo di atmosfera che c’era, naturalmente, non sono mancate le richieste bis“.

Analogamente il Illustrirtes Wiener Extrablatt parlò di “Un notevole successo dovuto all’ispirazione inesauribile di Strauss, una performance brillante: è stata una vittoria su tutti i fronti!“.

L’8 luglio successivo avviene la prima nel Deutsches Theater di Berlino ed il 14 novembre a Budapest.

Dopo due anni l’ operetta di Strauß contava oltre cento repliche nella sola Vienna. Oggi è, insieme a “La vedova allegra” di Franz Lehar, l’ operetta più applaudita nel mondo.

Il 21 novembre dello stesso anno avviene la prima nello Stadt Theater di New York.

Il 18 aprile 1875 avviene la prima nel Semperoper di Dresda ed il 26 giugno successivo nel Teatro Nuovo (Napoli) di “La danza” (“Il pipistrello“) nella traduzione italiana di Enrico Golisciani.

Il 10 luglio dello stesso anno avviene la prima nello Staatstheater am Gärtnerplatz di Monaco di Baviera.

Nel Regno Unito la première è stata il 18 dicembre 1876 nell’ Alhambra Theatre di Londra.

Il 18 ottobre 1879 va in scena al Thalia Theatre di New York; il 24 giugno 1880 a Catania ed il 28 dicembre 1884 a Brno.

Al Wiener Staatsoper la première è stata il 28 ottobre 1894 e fino ad oggi è andata in scena per quattrocentosessantuno rappresentazioni.

Nel 1904 va in scena a Parigi come La chauve-souris.

Al Metropolitan Opera House di New York la première è il 16 febbraio 1905 con Marcella Sembrich e da allora è stata rappresentata in duecentonove recite.

Al Criterion Theatre di Sydney va in scena il 15 giugno 1912.

Dal 20 agosto 1912 va in scena al Shubert Theatre per il Broadway theatre di New York come The Merry Countess (nella versione di Gladys Unger ed Arthur Anderson) arrivando a 135 recite.

Al Festival di Salisburgo avviene la prima nel 1926 diretta da Bruno Walter con Fritzi Massary.

Come A Wonderful Night (nella versione di Fanny Todd Mitchell) va in scena al Majestic Theatre di New York il 31 ottobre 1929 arrivando a 125 recite.

Al Royal Opera House, Covent Garden di Londra la première è stata nel 1930 per il Grand Opera Syndicate Limited.

Ad Edimburgo va in scena il 18 marzo 1935 per il Carl Rosa Opera Company.

All’ Opéra Garnier di Parigi va in scena il 17 settembre 1941 nella trasferta della Deutsche Oper Berlin con Elisabeth Schwarzkopf per il personale tedesco della capitale.

Alla San Francisco Opera viene rappresentata nel 1942 con John Brownlee.

Come Rosalinda (nella versione di Gottfried Reinhardt, John Meehan Jnr. e Paul Kerby va in scena nel 44th Street Theatre di New York il 28 ottobre 1943.

Nel 1943 La Chauve-Souris viene rappresentata al Grand Théâtre di Ginevra.

Nel 1947 avviene la prima nel Komische Oper Berlin.

Per il Teatro Verdi (Trieste) va in scena nel 1951 nel Castello di San Giusto, nel 1957 diretta da Anton Paulik, nel 1965 con la regia di Vito Molinari, nel 1987 e 1988 con Daniela Mazzucato e nel 2000, 2003 e 2005 con la regia di Gino Landi.

Nel 1959 avviene la prima nel Grand Théâtre de Monte Carlo con Teresa Stich-Randall e va in scena all’Opera di Santa Fe (Nuovo Messico) con Reri Grist ed ancora nel 1963, 1982, 1986, 1988 e 1992.

Al Théâtre national de l’ Opéra-Comique di Parigi va in scena nel 1969.

Nel 1982 va in scena all’ Opera di Chicago ed al Palazzo dei Congressi (Firenze).

All’Opéra National de Paris va in scena nel 1983 con Gino Quilico, Ileana Cotrubaş e Siegfried Jerusalem.

Nel 1984 avviene la prima al Teatro La Fenice di Venezia con Daniela Mazzucato, Armando Ariostini, Luigi Alva ed Adolfo Celi con la regia di Giuliano Montaldo ed al Théâtre du Châtelet di Parigi.

Nel 1993 avviene la prima nel Teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania diretta da Peter Maag con Cecilia Gasdia, Oslavio Di Credico, Ariostini, Leo Nucci, Ruggero Raimondi eTuccio Musumeci e va in scena in lingua originale al Teatro Regio di Torino con Giuseppe Taddei e Victoria de los Angeles.

Al Festival di Salisburgo va in scena nel 2001.

Per il Glyndebourne Festival Opera viene rappresentata nel 2003 con Ljubov’ Petrova e la London Philharmonic Orchestra alla Royal Albert Hall.

Copertina che il giornale Die Bombe dedicò alla prima dell'operetta Die Fledermaus

Copertina che il giornale Die Bombe dedicò alla prima dell’operetta Die Fledermaus

 

PER CONOSCERE L’ OPERA…

ASCOLTA QUI “Il pipistrello” by J. Strauss Jr.:

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Alla Società Aquilana dei Concerti Borrani e Carcano per Beethoven e Brahms

A Musica Insieme Luigi Piovano e Sir Antonio Pappano per Brahms