in , , ,

Al Teatro Ponchielli Cremona ENRICO IV con Carlo Cecchi Febbraio 2019

Preferii restare pazzo e vivere con la più lucida coscienza la mia pazzia […] questo che è per me la caricatura, evidente e volontaria, di quest’altra mascherata, continua, d’ogni minuto, di cui siamo i pagliacci involontari quando senza saperlo ci mascheriamo di ciò che ci par d’essere […] Sono guarito, signori: perché so perfettamente di fare il pazzo, qua; e lo faccio, quieto! – Il guajo è per voi che la vivete agitatamente, senza saperla e senza vederla la vostra pazzia. […] La mia vita è questa! Non è la vostra! – La vostra, in cui siete invecchiati, io non l’ho vissuta!“, Enrico IV, atto terzo

Teatro Ponchielli di Cremona, Stagione 2018 – 2019

 

“Enrico IV fu scritto per Ruggero Ruggeri, il “Grande Attore” del primo Novecento. Dopo di lui, molti altri Grandi Attori si sono “cimentati” con questo monumento alla Grandattorialità.

Prima di tutto ho ridotto drasticamente molte delle lunghissime battute del Grande Attore; conseguentemente gli altri personaggi acquistano un rilievo che spesso, soverchiati dal peso delle battute del protagonista, rischiano di perdere.

In alcuni dialoghi ho “tradotto” la lingua dell’originale in una lingua teatrale a noi più vicina.

E ho fatto della follia e della recita della follia di Enrico IV, che nell’originale ha una causa clinica un po’ banale, una decisione dettata da una sorta di vocazione teatrale: non per nulla, il teatro, il teatro nel teatro e il teatro del teatro, sono il vero tema di questo spettacolo.”, Carlo Cecchi

 

ENRICO IV

di Luigi Pirandello

adattamento e regia, Carlo Cecchi

con Carlo Cecchi, Angelica Ippolito, Gigio Morra, Roberto Trifirò, Federico Brugnone, Davide Giordano, Dario Iubatti, Matteo Lai, Chiara Mancuso, Remo Stella

scene, Sergio Tramonti

costumi, Nanà Cecchi

luci, Camilla Piccioni

Produzione MARCHE TEATRO

Durata spettacolo: 1 ora e 30′ senza intervallo

 

QUANDO

Martedì 5 Febbraio 2019, ore 20.30

Mercoledì 6 Febbraio 2019, ore 20.30

 

DOVE: Teatro Ponchielli
Corso Vittorio Emanuele II, 52
26100 Cremona (CR)

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Platea e Palchi intero al costo di € 26,00; ridotto al costo di € 24,00

Galleria al costo di € 20,00

Loggione al costo di 15,00

 

Teatro Ponchielli di Cremona: ENRICO IV

 

se non sapete come fare e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e ritiro dei biglietti. Potete scrivere a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Carlo Cecchi…

Considerato una delle figure di spicco del teatro di innovazione in Italia, Carlo Cecchi alterna il lavoro di attore teatrale e cinematografico a quello di regista teatrale. Memorabile è la sua interpretazione del dramma Finale di partita di Samuel Beckett e, per il cinema, quella di Renato Caccioppoli in Morte di un matematico napoletano.

Nel 2007 si aggiudica il Premio Gassman come miglior attore teatrale italiano.

PER IL TEATRO

Regista e prim’attore di Ivanov di Anton Čechov prodotto dal Teatro Niccolini di Firenze nel 1982 e presentato in quell’anno in prima nazionale al Teatro Caio Melisso durante il Festival dei Due Mondi di Spoleto.

Nel complesso lavoro cechoviano adattato dallo stesso regista Carlo Cecchi recitano numerosi attori che negli anni a seguire si affermeranno molto, tra questi: Remo Girone, Gianfranco Barra, Giacomo Piperno, Vincenzo Salemme, Marco Silvio Erler, Francesco Origo e Anna Bonaiuto.

… … …

TRAMA

 

Un nobile del primo ‘900 prende parte ad una cavalcata in costume nella quale impersona l’imperatore Enrico IV di Franconia; alla messa in scena, prendono parte anche Matilde Spina, donna della quale è innamorato, ed il suo rivale in amore Belcredi. Quest’ultimo disarciona Enrico IV, il quale nella caduta batte la testa e si convince di essere realmente il personaggio storico che stava impersonando. La follia dell’uomo viene assecondata dai servitori che il nipote Di Nolli mette al suo servizio per alleviare le sue sofferenze; dopo 12 anni Enrico guarisce e comprende che Belcredi lo ha fatto cadere intenzionalmente per rubargli l’amore di Matilde. Decide così di fingersi ancora pazzo, di immedesimarsi nella sua maschera per non voler vedere la realtà dolorosa.

Dopo 20 anni dalla caduta, Matilde, Belcredi, la figli di Matilda, Di Nolli e uno psichiatra vanno a trovare Enrico IV. Lo psichiatra è molto interessato al caso della pazzia di Enrico IV, che continua, a loro insaputa, la sua finzione, e dice che per farlo guarire si potrebbe provare a ricostruire la stessa scena di 20 anni prima e ripetere la caduta da cavallo. La scena viene così allestita, ma al posto di Matilde recita la figlia. Enrico IV si ritrova così di fronte la ragazza, che è esattamente uguale alla madre Matilde da giovane, la donna che Enrico aveva amato e che ama ancora. Ha così uno slancio che lo porta ad abbracciare la ragazza, ma Belcredi, il suo rivale, non vuole che la ragazza venga abbracciata e si oppone. Enrico IV sguaina così la spada e uccide Belcredi. Per sfuggire definitivamente alla realtà (e alle conseguenze del suo gesto), decide di fingersi pazzo per sempre.

… … …

 

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al Teatro La Fenice Venezia audizioni per Percussionisti Dicembre 2018

Al Teatro Regio di Torino RIGOLETTO di Giuseppe Verdi Febbraio 2019