in , , ,

All’ Accademia Filarmonica di Verona 2018 Esa-Pekka Salonen 22 settembre

«Certo non era mai capitato a nessun compositore di esser chiamato alla ribalta quattro o cinque volte dopo ciascun movimento. Bruckner è il nuovo idolo dei wagneriani. […] Ammetto senza giri di parole di non essere in grado di giudicare con equilibrio questa Sinfonia di Bruckner, tanto mi sembra innaturale, rigonfia, malaticcia e putrescente. Come tutte le composizioni maggiori di Bruckner, anche la Sinfonia in mi maggiore contiene intuizioni geniali, passi interessanti, persino belli – qui sei, là otto battute – tra questi lampi però si spalanca un buio impenetrabile, una noia pesante come piombo e un’eccitazione febbrile», passo della recensione scritta da Eduard Hanslick all’ indomani della prima esecuzione viennese della Settima Sinfonia di Bruckner

Photo: Minna Hatinen / Finnish National Opera and Ballet

Accademia Filarmonica di Verona 2018

 

All’ Accademia Filarmonica di Verona il Direttore Esa-Pekka Salonen alla guida della Philharmonia Orchestra London per il seguente programma:

 

Arnold Schönberg, Verklärte Nacht

… … …

Anton Bruckner, Sinfonia n. 7

 

QUANDO

Sabato 22 Settembre 2018, ore 20.30

 

DOVE: Teatro Filarmonico
Via dei Mutilati, 4
Verona (VR)

 

INTERPRETI:

Esa-Pekka Salonen, Direttore

Philharmonia Orchestra London

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Platea e palchi € 50,00

I° settore di galleria centrale e balconata € 40,00

I° settore di galleria laterale € 30,00

II° settore di galleria € 25,00

 

Accademia Filarmonica di Verona 2018: Esa-Pekka Salonen

 

oppure, se non sapete come fare e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e consegna dei biglietti. Potete scrivere a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Philharmonia Orchestra London…

La Philharmonia è un’orchestra inglese con sede a Londra e una delle compagini più prestigiose a livello mondiale.

Fu fondata nel 1945 dal produttore discografico inglese della EMI Walter Legge e debuttò nell’ottobre dello stesso anno alla London’s Kingsway Hall, diretta da Sir Thomas Beecham.

Nata col proposito di formare un’orchestra di altissimo livello per le incisioni della EMI, si affermò immediatamente come una delle maggiori orchestre in attività e fu presto guidata dai alcuni tra i più eminenti direttori del XX secolo, come Wilhelm Furtwängler, Arturo Toscanini, il compositore Richard Strauss, Guido Cantelli e soprattutto Herbert Von Karajan.

Quest’ultimo, estromesso dal mondo musicale tedesco per via dei suoi contatti col nazismo, contribuì grandemente alla crescita dell’orchestra nei suoi primi anni di vita.

Nel 1954 Otto Klemperer fu chiamato a sostituire Karajan (nel frattempo richiamato in patria alla direzione dei Berliner Philharmoniker) e nel 1959 fu nominato direttore a vita. Due anni prima (1957) era stato fondato il coro della Philharmonia, affidato a Wilhelm Pitz.

Il 17 marzo 1964 i musicisti dell’orchestra fondarono una cooperativa autonoma, per salvare la Philharmonia dallo scioglimento deciso da Walter Legge. L’orchestra quindi rinacque come New Philharmonia Orchestra e Klemperer, che si era adoperato per sua la sopravvivenza, ne fu eletto presidente onorario; egli stesso diresse il concerto inaugurale della rinata compagine il 27 ottobre 1964.

Nel 1970 Lorin Maazel assunse l’incarico di primo direttore associato, carica che tenne sino al 1973, ma in effetti fece le mansioni di direttore principale in quanto Kemplerer si ritirò dalla direzione d’orchestra nel 1971 e mantenne pro forma sino alla morte 1973 il posto di direttore principale.

Dal 1973 al 1982 l’orchestra fu guidata da Riccardo Muti come direttore principale e in seguito direttore musicale.

Nel 1977 l’orchestra si riappropriò dei diritti sul nome e tornò a chiamarsi Philharmonia, perdendo il New che aveva portato per tredici anni. Nel 1984 Giuseppe Sinopoli succedette a Muti, lasciando l’incarico nel 1994; dal 1997 il direttore principale è Christoph von Dohnányi, che lascia il suo posto nel 2008 a Esa-Pekka Salonen, come annunciato nel novembre del 2006.

Attualmente i direttori onorari sono Sir Charles Mackerras (Direttore Principale Ospite), Kurt Sanderling (Direttore Emeritus) e Vladimir Ashkenazy (Direttore Laureate).

Dal 1995 per i suoi concerti londinesi si esibisce prevalentemente alla Royal Festival Hall.

La Philharmonia Orchestra, durante più di 60 anni di attività, ha pubblicato più di 1000 incisioni discografiche, primato insuperato. Ha inciso numerose colonne sonore per il cinema e ha commissionato più di 100 lavori a importanti compositori contemporanei britannici ed esteri.

In anni recenti, ha collaborato con prestigiosi artisti come Carlo Maria Giulini, Michail Pletnëv, Andrew Davis, Christoph Eschenbach, Evgenij Svetlanov, James Levine, Myung-Whun Chung, Leonard Slatkin, Mstislav Rostropovič, Gyorgy Ligeti, Serj Tankian, Francesco d’Avalos oltre ai ritorni di Riccardo Muti e Lorin Maazel.

Sito Ufficiale: https://www.philharmonia.co.uk/

… … …

La musica classica non è roba per vecchi noiosi

 

Esa-Pekka Salonen…

Nato a Helsinki, Esa-Pekka Salonen ha studiato alla Sibelius Academy di Helsinki corno, composizione e direzione d’orchestra (con Jorma Panula), avendo come compagni di classe Jukka-Pekka Saraste e Osmo Vänskä. Si dedica in seguito alla composizione studiando con Franco Donatoni, Niccolò Castiglioni e Einojuhani Rautavaara.

La sua prima esperienza come direttore d’orchestra fu con l’Orchestra Sinfonica della Radio Finlandese nel 1979 con Wozzeck di Berg alla Royal Opera di Stoccolma, sebbene la sua principale attività sia sempre stata quella di compositore.

La sua prima performance internazionale è stata nel 1983 con la Philharmonia Orchestra, dirigendo (al posto di Michael Tilson Thomas) la Terza Sinfonia di Gustav Mahler, ricevendo grandi consensi da parte della critica e del pubblico.

Dal 1984 al 1995 fu direttore principale dell’Orchestra Sinfonica della Radio Svedese con la quale si esibisce nel 1988 in trasferta ad Edimburgo con Erwartung di Arnold Schoenberg. Nel 1984 dirige la prima esecuzione assoluta radiofonica nella Berwaldhallen della SVT (azienda) di Stoccolma della Sinfonia n. 8 “En Frödungsymfoni” di Sven-Eric Johanson.

Dal 1992 (dopo un breve tour nel 1984) è direttore principale della Los Angeles Philharmonic Orchestra, dopo André Previn e, da novembre 2009, verrà sostituito da Gustavo Dudamel. Il suo lavoro con l’orchestra californiana ha portato a dei grandi investimenti nei confronti sia dei musicisti che della Walt Disney Concert Hall, l’auditorium di Los Angeles dove tale orchestra si esibisce, che venne ultimato e acusticamente potenziato.

Nel 1992 dirige la première nel Dorothy Chandler Pavilion del Music Center di Los Angeles di “Kullervo” di Aulis Sallinen.

A Salisburgo nel 1992 dirige San Francesco d’Assisi con la Los Angeles Philharmonic Orchestra, Dawn Upshaw, Josè van Dam e John Aler ed un concerto con Krystian Zimerman ed uno con Barbara Hendricks.

Nel 1993 vince il Premio Internazionale Accademia Musicale Chigiana.

Al Royal Opera House, Covent Garden di Londra nel 1995 dirige Mathis der Maler di Paul Hindemith e nel Music Center Opera di Los Angeles la ripresa di Pelléas et Mélisande.

A Salisburgo nel 1996 dirige un concerto con la Philharmonia Orchestra e nel 1997 Le Grand Macabre di György Ligeti.

Ha inaugurato il Festival del Mar Baltico nel 2003 e una serie di concerti a Stoccolma con famose orchestre, direttori e solisti, chiamati a promuovere l’unità e la consapevolezza ecologica tra i paesi della regione baltica.

All’ Opéra National de Paris nel 2005 dirige Tristan und Isolde con Waltraud Meier e nel 2006 la prima assoluta di Adriana Mater di Kaija Saariaho.

A Salisburgo nel 2008 dirige la Sinfonia n. 3 di Mahler con i Wiener Philharmoniker, nel 2009 dirige un concerto e nel 2011 L’affare Makropulos.

Nella stagione 2009/2010 ha diretto la Mahler Chamber Orchestra, la New York Philharmonic e la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks.

Al Metropolitan Opera House di New York debutta nel 2009 con From the House of the Dead di Leoš Janáček.

Al Teatro alla Scala di Milano nel 2010 dirige tre concerti, Z mrtvého domu (Da una casa di morti) di Janáček e la Sinfonia n. 9 di Mahler, nel 2012 un concerto con la Philharmonia Orchestra e nel 2014 Elettra di Strauss con Evelyn Herlitzius e la Meier trasmessa da Rai 5 e la Sinfonia n. 2 di Beethoven e la Sinfonia n. 1 di Mahler con la Filarmonica della Scala.

Nel 2011 dirige Orango di Šostakovič nel Walt Disney Concert Hall.

Nel 2012 dirige Il prigioniero di Luigi Dallapiccola al Southbank Centre di Londra e Tristan und Isolde all’Helsinki Festival.

Nel 2013 al Teatro comunale Luciano Pavarotti di Modena dirige un concerto con la Philharmonia Orchestra ed a Aix-en-Provence Elettra con la Meier.

Tra gli altri suoi impegni si segnalano le collaborazioni stabili con il Festival di Salisburgo, la Philharmonie di Colonia e il Théâtre du Châtelet di Parigi, così come numerose tournée europee e concerti in Giappone.

Dal 2008 è direttore principale e direttore artistico della Philharmonia Orchestra, con la quale ha dato avvio al progetto City of Dreams, che nell’ arco di nove mesi ha esplorato la musica e la cultura viennese tra il 1900 e il 1935 presentando musiche di Mahler, Schönberg, Zemlinsky e Berg nel loro contesto storico e sociale, attraversando 18 città in Europa.

Il progetto prevede anche una serie di incisioni, di cui quella con i Gurrelieder è già disponibile. Altri eventi della stagione 2009/2010 sono stati la prima inglese del nuovo lavoro corale GRAFFITI di Magnus Lindberg e una tournée in Europa e Giappone.

Salonen ha ricevuto alcuni dei più importanti premi internazionali, tra i quali nel 1993 quello dell’ Accademia Chigiana, primo direttore a riceverlo; nel 1995 e nel 1997 quelli della Royal Philharmonic Society Opera; nel 1998 è stato insignito dell’onorificenza di Officier de l’ Ordre des Arts et des Lettres; nel 2003 gli è stato conferito il Dottorato honoris causa dall’ Accademia Sibelius e nel 2005 la Medaglia della città di Helsinki.

Esa-Pekka Salonen è particolarmente apprezzato per le sue interpretazioni di musica contemporanea, di cui ha dato innumerevoli prime assolute: ha diretto musiche di Berlioz, Ligeti, Schönberg, Šostakovič, Stravinsky, Magnus Lindberg.

Tra gli ultimi impegni di Salonen troviamo concerti con le maggiori orchestre europee e statunitensi: nel 2006 è tornato all’ Opéra National de Paris per dirigere Adriana Mater, la nuova opera di Kaija Saariaho, dopo avere diretto la prima finlandese di L’ amour de loin.

Salonen è titolare di un’estesa discografia, con un repertorio che va da Mahler e Revueltas a Magnus Lindberg e proprie composizioni.

Per la sua grande capacità espressiva sono state a lui affidate molte prime esecuzioni di opere di compositori contemporanei (Franco Donatoni, Magnus Lindberg, John Corigliano ed altri).

Sito Ufficiale: https://www.esapekkasalonen.com/

… … …

NOTE E ASCOLTI DI PROGRAMMA…

 

“Verklärte Nacht” by Arnold Schönberg (Jansons / Pittsburgh Symphony Orchestra):

“Verklärte Nacht” by Arnold Schönberg (Zubin Mehta conducts the strings of the Vienna Philharmonic Orchestra):

“Verklärte Nacht” by Arnold Schönberg (Pierre Boulez):


… … …

“Sinfonia n. 7 in mi maggiore” by Anton Bruckner (Lucerne Festival Orchestra – Claudio Abbado):

“Sinfonia n. 7 in mi maggiore” by Anton Bruckner (Münchner Philharmoniker conducted by Sergiu Celibidache – Live Suntory Hall, Tokyo 18 October 1990):

“Sinfonia n. 7 in mi maggiore” by Anton Bruckner (New York Philharmonic, Dec. 9, 2011):

“Sinfonia n. 7 in mi maggiore” by Anton Bruckner (Karajan e Wiener Philharmoniker):

“Sinfonia n. 7 in mi maggiore” by Anton Bruckner (Thielemann e Muenchner Philharmoniker):

“Sinfonia n. 7 in mi maggiore” by Anton Bruckner (Philharmonia Orchestra e Otto Klemperer – Studio recording, London, 1-5.XI.1960):

… … …

 

 
 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Alle Settimane Musicali di Ascona 2018 Francesco Piemontesi 14 Settembre

Al Maggio Musicale Fiorentino LA TRAVIATA Settembre 2018