in , ,

All’ Accademia Santa Cecilia Gran Gala di Danza Les Etoiles 2020

All’ Accademia Santa Cecilia Gran Gala di Danza Les Etoiles 2020

Accademia di Santa Cecilia, Stagione 2019 – 2020

 

Il programma proporrà una carrellata di brani del repertorio, come il Grand Pas Classique di Victor Gsovsky su musica di Daniel Auber, il virtuosistico passo a due di Diana e Atteone coreografato da Agrippina Vaganova sulla musica di Riccardo Drigo, il celeberrimo Čajkovskij Pas de Deux di George Balanchine o, ancora, Spartacus del leggendario Yuri Grigorovich su musica di Aram Khachaturian.

 

QUANDO

Venerdì 24 Gennaio 2020, ore 21.00 – SALA SANTA CECILIA

Sabato 25 Gennaio 2020, ore 21.00 – SALA SANTA CECILIA

Domenica 26 Gennaio 2020, ore 17.00 – SALA SANTA CECILIA

 

DOVE: Auditorium Parco della Musica
Via Pietro De Coubertin, 30
00196 Roma (RM)

 

INTERPRETI: Produzione Daniele Cipriani

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI DISPONIBILI:

Platea I Settore Intero al costo di  85,00

Platea II Settore Intero al costo di  65,00

Prima Galleria I Settore Intero al costo di  55,00

Prima Galleria I Set con Balaustra Visibilità Ridotta Intero al costo di 55,00

Prima Galleria II Settore Intero al costo di 45,00

Prima Galleria II Set con Balaustra Visibilità Ridotta Intero al costo di 45,00

Seconda Galleria Intero al costo di 35,00

Seconda Galleria con Balaustra Visibilità Ridotta Intero al costo di 35,00

 

Accademia Santa Cecilia, Roma: LES ÉTOILES

 

se non sapete come fare, e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e consegna dei biglietti scrivendo a mara.grisoni@gmail.com o telefonando al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

Gran Gala di Danza “Les étoiles”, imperdibile serata dedicata alla grande danza classica e contemporanea, a cura di Daniele Cipriani.

Stelle del balletto a livello internazionale, provenienti da celebri compagnie di danza mondiali, quali Bolš’oj di Mosca, Mariinskij di San Pietroburgo, Royal Ballet di Londra, si esibiscono in un vero e proprio tripudio di brani che includono celeberrimi estratti e pas des deux tratti dal repertorio tradizionale (Il lago dei cigni, Don Chisciotte, Le Corsaire), insieme a composizioni dei nostri giorni create dai maggiori coreografi contemporanei.

LES ÉTOILES, la cui prima edizione risale al 2015, è una formula ben rodata ed acclamata dal grande pubblico, l’appuntamento di danza più atteso della capitale e di altre città italiane, un gala cult che ha incantato il pubblico di prestigiosi teatri, dall’Auditorium Parco della Musica all’Auditorium Conciliazione di Roma, dalla Fenice di Venezia al Lirico di Cagliari. I nomi in cartellone ed il programma richiamano un ampio ed eterogeneo pubblico di tutte le età, tra cui molti turisti. Oltre 5.000 gli spettatori della Sala Santa Cecilia, (gennaio 2018), vastissima la copertura mediatica, con presentazioni, interviste e recensioni, sulle reti nazionali e regionali dei TG e dei GR RAI, sulle pagine dei maggiori quotidiani, sulle copertine dei settimanali. Simpatica consuetudine di LES ÉTOILES, è quella dell’ ‘étoile a sorpresa’, che crea suspense tra i ballettofili mentre un’altra, che piacerà ai romantici, è quella di ospitare coppie di primi ballerini che sono anche coppie nella vita. L’intesa tra di loro è palpabile in scena e va a rendere ancora più intensa l’alchimia tra i protagonisti.

Hanno varcato il palcoscenico di LES ÉTOILES stelle come Svetlana Zakharova, Marianela Nuñez, Ivan Vasiliev, Vladimir Shklyarov, Daniil Simkin, Tiler Peck: artisti provenienti da compagnie come il Bolshoi di Mosca, il Mariinsky di San Pietroburgo, lo Hamburg Ballet, il Royal Ballet di Londra, l’Opéra di Parigi o il New York City Ballet. Tra i leitmotif di LES ÉTOILES c’è dunque la sua internazionalità, non solo le diverse nazionalità dei ballerini e dei teatri di provenienza, ma anche quelle dei compositori e dei coreografi. Questo sottolinea il messaggio di unione in cui la danza si presenta quale modello di una società e di un mondo ideali. LES ÉTOILES diventa ‘Le Nazioni Unite della Danza’: in quest’epoca in cui riaffiorano pericolosi nazionalismi, fanatismi, xenofobie, contrapposizioni politiche e religiose, il gala LES ÉTOILES è un inno all’armonia tra i popoli del nostro pianeta.

Ogni stella ospite ha un suo talento unico, irripetibile, incomparabile, straordinario”, sottolinea il direttore artistico Daniele Cipriani, “Il gala LES ÉTOILES è un inno alla gioia, come volevano Schiller e Beethoven (sebbene qui danzata anziché cantata), all’ amicizia tra i popoli della scena e della terra”.

Daniele Cipriani promette, come sempre, virtuosismi “in volo” e sulle punte, con celeberrimi passi a due tratti dal repertorio tradizionale (Giselle, La Bella Addormentata, Sylvia, Esmeralda), insieme a brani di coreografi di punta dei nostri giorni.

 

“LES ÉTOILES, GALA INTERNAZIONALE DI DANZA – Promo 2018”:

… … …

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Alla Rai di Torino James Conlon per Mahler Sinfonia n 2 gennaio 2020

Al Teatro dell’ Opera Roma I Capuleti e i Montecchi gennaio-febbraio 2020