in , , ,

Alla Rai di Torino Julian Rachlin Marc Albrecht dicembre 2019

«II numero dei posti in cui ho scritto il Concerto dimostrano il tipo di vita nomade che conducevo allora. Il tema principale del primo movimento l’ho scritto a Parigi, il primo tema del secondo movimento a Voronezh, l’orchestrazione l’ho finita a Baku e la “prima” è stata a Madrid», Sergej Prokofiev

Concerto num. 8 della Stagione 2019 – 2020, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai

 

Alla Rai di Torino Julian Rachlin Marc Albrecht dicembre 2019. Dal palco dell’ Auditorium Rai “A. Toscanini” di Torino l’ Orchestra sinfonica della Rai e il Direttore Marc Albrecht accompagneranno il brillante violinista Julian Rachlin nel seguente programma:

 

Sergej Prokof’ev, Concerto n. 2 in sol minore per violino e orchestra op. 63

… … …

Hector Berlioz, Symphonie fantastique op. 14

 

QUANDO

Giovedì 12 Dicembre 2019, ore 20.30

Venerdì 13 Dicembre 2019, ore 20.00

 

DOVE: Auditorium Rai “A. Toscanini”
Via Rossini, 15

10124 Torino (TO)

 

INTERPRETI:

Julian Rachlin, violino

Marc Albrecht, direttore

Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

poltrona numerata platea al costo di 32,50 € (comprese spese di prevendita)

poltrona numerata balconata al costo di 30,50 € (comprese spese di prevendita)

poltrona numerata galleria al costo di 28,50 € (comprese spese di prevendita)

 

Alla Rai di Torino Julian Rachlin Marc Albrecht dicembre 2019

 

oppure se non sapete come fare, e se volete, potete rivolgervi anche all’ Associazione MaNi per informazioni su acquisto e consegna dei biglietti. Potete scrivere a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Julian Rachlin

Nato in Lituania nel 1974 in una famiglia di musicisti, Julian Rachlin nel 1978 è emigrato in Austria dove ha studiato al Conservatorio di Vienna con Boris Kuschnir e con Pinchas Zukerman. Nel 1988 ha vinto il premio “Young Musician of the Year” al Concertebouw di Amsterdam che gli è valso l’ invito di Lorin Maazel al Festival di Berlino con l’ Orchestra Nazionale di Francia e una tournée in Europa e in Giappone con l’ Orchestra Sinfonica di Pittsburgh.

È il più giovane solista che abbia mai suonato con i Wiener Philharmoniker, debuttando con Riccardo Muti. Collabora con le maggiori orchestre del mondo (London Symphony, New York Philharmonic, Philadelphia Orchestra, Los Angeles Philharmonic, Pittsburgh Symphony, Staatskapelle Dresden, Gewandhaus Leipzig, Münchner Philharmoniker, Orchestra Filarmonica della Scala, Orchestre de Paris, Philharmonia Orchestra London, San Francisco Symphony, Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, NHK Symphony) e direttori di primo piano quali Vladimir Ashkenazy, Herbert Blomstedt, Myung-Whun Chung, Bernard Haitink, Mariss Jansons, James Levine, Lorin Maazel, Daniele Gatti, Sir Neville Marriner, Zubin Mehta, Yehudi Menuhin, Sir Roger Norrington, Krysztof Penderecki, André Previn, Mstislav Rostropovic, Michael Tilson Thomas, Esa-Pekka Salonen, Riccardo Muti e Wolfgang Sawallisch.

Nel 2000 ha iniziato a suonare anche la viola che alterna regolarmente al violino nei suoi recital attraverso il mondo. Impegnato anche nel repertorio cameristico, ha suonato con partner quali Martha Argerich, Jurij Bashmet, Gidon Kremer, Misha Maisky, Yefim Bronfman, Mstislav Rostropovic e Heinrich Schiff partecipando ai maggiori festival internazionali (Salisburgo, Mostly Mozart Festival di Londra, Ravenna, Tanglewood, Lucerna, Montreux, Verbier). In seguito al successo ottenuto al Festival di Dubrovnik nel 2000, ha fondato un suo festival annuale “Julian Rachlin and Friends”.

Ha inoltre debuttato nel cinema interpretando il ruolo di Paganini per la serie TV “Napoleon” accanto a Gerard Depardieu, John Malkovich, Isabella Rosselini e Christian Clavier.

Le sue incisioni per la Sony Classical includono i concerti di Sibelius (Lorin Maazel), Saint-Saëns e Wieniawski (Zubin Mehta), Prokofiev e Tchajkovskij (Fedoseyev), Mozart (Bayerischer Rundfunk e Mariss Jansons).

Nel 2000 ha ricevuto il Premio dell’ Accademia Chigiana. Dal 1999 è docente al Conservatorio di Vienna.

Suona il Guarnieri del Gesù “ex Carrodus” del 1741, affidatogli dalla Banca Nazionale Austriaca.

 

Julian Rachlin “11 video su Julian Rachlin”:

… … …

 

Marc Albrecht…

marc-albrecht-onno-van-ameijde-1

Presenza  dinamica  e completa  sia sui podi delle orchestre che nelle buche delle opere, ospite regolare delle più importanti orchestre e teatri lirici, Marc Albrecht è particolarmente acclamato per le interpretazioni delle opere di Wagner e Strauss e per l’impegno per la musica contemporanea. Marc Albrecht è oggi direttore stabile della Netherlands Opera e delle Orchestre Filarmoniche e da camera Olandesi.

Agli inizi della carriera ha lavorato molto nei Teatri di Amburgo e Dresda ed è stato assistente personale di Claudio Abbado con la Gustav Mahler Jugendorchester. Nel 1995 viene nominato direttore musicale dello Staatstheater di Darmstadt, posizione che terrà per 6 anni, e nel periodo 2006-2011 è stato direttore artistico e stabile dell’Orchestra Filarmonica di Strasburgo.

Ha diretto, fra le altre, l’Orchestra Filarmonica di Berlino, la Royal Concertgebouw Orchestra, la City of Birmingham, l’Orchestra Sinfonica dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma, la Chamber Orchestra of Europe, al Staatskapelle di Dresda, i Muenchner Philharmoniker e i Wiener Symphoniker. Nel 2006 ha debuttato ai Proms di Londra con la BBC Scottish Symphony Orchestra.

I più recenti successi lo vedono sul podio della Saint Louis Symphony Orchestra, della Hallé Orchestra, delle Orchestre di Oslo e Stoccolma, della Residentie dell’Aja e di nuovo a Vienna e Berlino, Firenze e Stoccarda e Parigi, a Goeteborg, Bergen, Dallas… In Italia tornerà a Milano con l’Orchestra Filarmonica della Scala e a Torino Orchestra Sinfonica Nazionale, nonché a Roma con l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia.

Nei Teatri d’opera è stato l’acclamato direttore di Der Fliegende Hollaender a Bayreuth (2003-2006), Le Baccanti di Wellesz al Festival di Salisburgo  (2003), Da una casa di mortidi Janacek all’Opéra Bastille di Parigi (2005). Negli anni 2001-2004 è stato Primo direttore ospite dalla Deutsche Oper di Berlino, dove ha condotto al successo molte opere fra cui il St François d’Assise di Messiaen. Ha mantenuto un rapporto costante con la Semperoper di Dresda dove ha diretto, fra l’altro, La Damnation de FaustDie Frau ohne Schatten e Elektra. Nella primavera del 2008 è ritornato allo Staatsoper di Monaco di Baviera con una applauditissima nuova produzione de Die Bassariden die Henze, ha diretto, tra l’altro, Der Fliegende Hollaender alla Royal Opera House di Londra, Der Prinz von Homburg di Henze al Theater an der Wien, Lulu all’Opera di Ginevra e al Festival di Salisburgo (con i Wiener Philharmoniker). Grande il successo, nel 2012, al Teatro alla Scala dove ha diretto Die Frau ohne Schatten, con un brevissimo preavviso.

Al Teatro dell’Opera di Amsterdam ha diretto Die Frau ohne SchatteFidelioCarmen e da quando ne è direttore musicale ElektraLa Leggenda dell’invisibile città di Kitezh e la prima mondiale dell’Opera di Manfred Trojahn “Oreste”.  Nel corso  della stagione 2013/14 ha diretto Il Giocatore di Prokofiev, Arabella di Strauss e, all’Opera di Zurigo Die Soldaten. Prossime produzioni Lohengrin e Macbeth.

Marc Albrecht ha inciso numerosi dischi per Pentatone con l’Orchestra di Strasburgo: i Poemi di Strauss, i Concerti di Dvorak e Schumann con Martin Helmchen e un CD con opere di Dukas, Koechlin, Ravel nonché un CD con le  musiche per orchestra di Berg. Continua la collaborazione con Pentatone, per cui, con la Netherlands Philharmonic, ha inciso Das Lied Von Der Erde di Mahler,  pubblicato nel 2013. L’Opera di Ansterdam ha anche pubblicato le registrazioni live di Elektra e Schatgraeber  per l’etichetta Challange Labe.

… … …

 
 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accademia Teatro alla Scala Corso Pianisti Accompagnatori alla Danza 2019-20

Al Teatro alla Scala Coro di Voci Bianche con Gioele Dix 1 marzo 2020