in , , ,

Alla Società Aquilana dei Concerti Borrani e Carcano per Beethoven e Brahms

«Credete che pensi a un dannato violino, quando lo Spirito mi parla e scrivo ciò che mi detta?», Ludwig Van Beethoven

Società Aquilana dei Concerti “BONAVENTURA BARATTELLI”, Stagione 2017 – 2018

 

Dal palco dell’ Auditorium del Parco una serata dedicata a Beethoven, Brahms, Bartok, Henze. La violinista Lorenza Borrani e il brillante pianista Gabriele Carcano, alle prese del seguente programma:

 

Johannes Brahms, Sonata in la maggiore n. 2 op. 100

… … …

Béla Bartók, Sonata n. 2

… … …

Hans Werner Henze, 5 Nachstücke

… … …

L. van Beethoven, Sonata in sol maggiore n. 10 op. 96

 

QUANDO:

Domenica 10 Dicembre 2017, ore 18.00

 

DOVE: Auditorium del Parco (Auditorium del Castello)
Viale delle Medaglie d’Oro

67100 L’Aquila (AQ)

 

INTERPRETI:

Violino, Lorenza Borrani

Pianoforte, Gabriele Carcano

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Prezzo biglietto intero al costo di € 20,00

Prezzo biglietto ridotto al costo di € 15,00

Prezzo biglietto special al costo di € 5,00

 

Società Aquilana dei Concerti “BONAVENTURA BARATTELLI”: Borrani e Carcano

 

se non sapete come fare e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e ritiro dei biglietti scrivendo a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Lorenza Borrani…

Lorenza Borrani, nata a Firenze 1983, si esibisce in veste di spalla, direttore, solista e camerista nelle sale e nelle stagioni più importanti in Europa e nel mondo.

Quando nel 2008 è stata nominata leader solista della Chamber Orchestra of Europe (Abbado, Harnoncourt, Haitink) la sua attività è definitivamente uscita dai confini nazionali.

La Philarmonie di Berlino (Berlin Musikfest 2013), il Festival di Edinburgo (con trasmissione radio dei concerti per la BBC), La Philarmonie di Colonia, La Citè de la Musique di Parigi, la Hercules Hall di Monaco l’hanno vista in veste di solista negli ultimi due anni.

Dal 2005 al 2008 ha suonato nell’ Orchestra Mozart. Claudio Abbado l’ha diretta nel novembre 2006 presso il comunale di Ferrara nel Concerto per violino n. 7 di Mozart, raramente eseguito.

Nel 2003 l’invito a ricoprire il ruolo di spalla da parte della Filarmonica Toscanini diretta da L. Maazel ha rappresentato un importantissimo arricchimento nel percorso artistico di Lorenza Borrani, già vincitrice di numerosi premi nazionali ed internazionali ed impegnata, fin da giovanissima, in una intensa attività concertistica solistica e cameristica (in duo con il pianista Matteo Fossi e in quartetto) iniziata con il debutto fiorentino del 1995 al teatro alla Pergola di Firenze nell’esecuzione del Concerto per due violini di Bach in duo con il Maestro Pavel Vernikov e l’orchestra giovanile italiana diretta da Emmanuel Krevine.

I maestri Alina Company, Piero Farulli, Zinaida Gilels e Pavel Vernikov l’hanno guidata nella sua crescita artistica e strumentale alla Scuola di Musica di Fiesole fin dai primi passi sullo strumento.

Dopo il diploma, avvenuto nel 2000 con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio di Firenze, e conseguita la maturità scientifica, Lorenza Borrani si è perfezionata alla Universität für Musik und darstellende Kunst di Graz con Boris Kushnir e in molte masterclasse solistiche e di musica da camera con Pier Narciso Masi, A. Lonquich, S. Rostropovich, Ana Chumachenko, Maya Glezarova, Ilya Grubert.

Collabora o ha collaborato in veste di solista con direttori tra cui ricordiamo Yuri Harohnovich, Gyorgy Gyorivany Rath, Claudio Abbado, Trevor Pinnock, Yannik Nezet Seguin e di camerista con artisti di chiara fama quali Isabel Faust, Pier Narciso Masi, Andrea Lucchesini, Helene Grimaud, Daniel Hope, David Finkler (quatetto Emmerson), Andras Shiff, Pierre Laurent Aimard, Irina Schnittke, Pier Narciso Masi, Tabea Zimmermann, Mario Brunello, Christan Tetzlaff, Alexander Lonquich, L. Zilberstein, Pavel Gililov.

Nel 2007 ha fondato il progetto Spira mirabilis, un laboratorio di studio per musicisti professionisti (www.spiramirabilis.com) che ha ispirato anche la realizzazione DVD del film documentario “La Spira” diretto dal regista francese Geràld Caillat. Grazie a questo progetto e all’ incontro con Lorenzo Coppola è nata in Lorenza la curiosità e passione nei confronti dell’esecuzione del repertorio classico su strumenti originali.

Grande amante dei dischi degli altri, Lorenza Borrani non ha mai molto amato farne di suoi. Tuttavia esistono incisioni che la vedono co-solista/direttore o camerista per Deutsche Grammophon e Mirare Label.

Lorenza Borrani insegna violino per i corsi di base e perfezionamento presso la Scuola di Musica di Fiesole e suona un violino Carlo Ferdinando Landolfi.

 

Brandenburg Concerto No. 3 in G major, BWV 1048 (Orchestra Mozart, Claudio Abbado):

… … …

 

Gabriele Carcano…

gabriele-carcano

Gabriele Carcano

Nato a Torino nel 1985, inizia lo studio del pianoforte a 7 anni e si diploma con il massimo dei voti a 17 anni, al Conservatorio G. Verdi della sua città, proseguendo poi gli studi sotto la guida di Andrea Lucchesini all’ Accademia di Musica di Pinerolo. Dal 2006, grazie al sostegno dell’ Associazione De Sono, della Fondazione CRT e del premio Banques Populaires – Natexis, si stabilisce prima a Parigi, dove frequenta i corsi di Nicholas Angelich presso il Conservatoire National Supérieur de Musique, perfezionandosi con Aldo Ciccolini e Marie Françoise Bucquet, e quindi a Berlino. Riceve anche i consigli di pianisti quali Leon Fleisher, Richard Goode, Mitsuko Uchida.

Nel 2004 vince il Premio Casella al Concorso “Premio Venezia” e, dopo il debutto al Teatro La Fenice, viene invitato da prestigiose istituzioni italiane quali il Teatro Regio di Torino, l’ Accademia Filarmonica di Verona, MiTo – Settembre Musica e Unione Musicale.

La sua carriera l’ha poi portato ad esibirsi in sale e stagioni quali la Tonhalle di Zurigo, la Salle Pleyel, Theatre des Champs Elysées e Cité de la Musique di Parigi, Herkulessaal di Monaco, Parco della Musica di Roma, Teatro la Pergola – Amici della Musica di Firenze, IUC di Roma, Lingotto di Torino, Auditorium du Louvre, o per il Festival Radio France – Montpellier, Piano aux Jacobins di Toulouse, Caramoor Festival, French May di Hong Kong, Fundacion Scherzo di Madrid, Kissinger Sommer Festival.

Nel gennaio 2010 è proclamato vincitore del Borletti Buitoni Trust Fellowship, riconoscimento prestigioso che lo inserisce tra i migliori giovani talenti della scena musicale internazionale, ottenendo un immediato invito da parte di Mitsuko Uchida al Festival di Marlboro nel 2010, 2011 e 2012. Ha poi partecipato ad una prima tournée americana di Musicians from Marlboro nella primavera del 2012, in città quali New York, Boston, Philadelphia, Washington DC, Toronto ed è stato invitato per una seconda nel novembre 2013.

Gabriele Carcano ha suonato con orchestre quali Orchestre National de Montpellier, Orchestra da Camera di Mantova, Staatskapelle Weimar, Orchestra Verdi, Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra di Padova e del Veneto, collaborando con direttori come Lawrence Foster, Alain Altinoglu, Stephan Solyom, Federico Maria Sardelli.

Svolge anche intensa attività cameristica, collaborando con artisti quali Marie-Elisabeth Hecker, Quartetto Hermes, Andrea Lucchesini, Lorenza Borrani, Aldo Ciccolini, Colin Carr, Mario Brunello.

Tra gli impegni più recenti figurano il debutto alla Sala Verdi di Milano per la Società del Quartetto e concerti a Berlino, Roma per la IUC, Amici della Musica di Padova, Unione Musicale di Torino, Orchestra Verdi di Milano, Orchestre Nationale de Montelepre, Mantova Chamber Festival, Kryzyzowa Festival e al Vorpommen Mecklenburg Festival, Marinsky di S. Pietroburgo, Musashino Hall di Tokyo, Jerusalem Center for Permorming Arts, tornerà a Parigi e Milano ed effettuerà un tour di concerti tra Danimarca, Germania e Olanda con il violinista Itamar Zorman.

Sito personale dell’ artista: http://gabrielecarcano.instantencore.com/web/home.aspx

 

Gabriele Carcano in concerto all’Istituto italiano di cultura di parigi (aprile 2016) (Gabriele Carcano):

… … …

 

ASCOLTI DI PROGRAMMA…

 

“Sonata n. 2 in la maggiore op.100 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (Jascha Heifetz, Emanuel Bay, Piano – Recorded 1936):

“Sonata n. 2 in la maggiore op.100 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (Leonid Kogan – Andrei Mytnik):


“Sonata n. 2 in la maggiore op.100 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (Ashkenazy – Perlman, 1985):

“Sonata n. 2 in la maggiore op.100 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (Anne-Sophie Mutter, violin – Lambert Orkis, piano):

… … …

“Sonata n. 2” by Béla Bartók (D. Oistrakh and S. Richter):

“Sonata n. 2” by Béla Bartók (David Oistrakh, Frida Bauer):

… … …

“Sonata n. 10 in sol maggiore op. 96” by L. van Beethoven (Anne-Sophie Mutter – Lambert Orkis):

“Sonata n. 10 in sol maggiore op. 96” by L. van Beethoven (Isaac Stern: violin – Myra Hess: piano, Live Edinburgh 1960):

“Sonata n. 10 in sol maggiore op. 96” by L. van Beethoven (Pianist: Martha Argerich – Violinist: Gidon Kremer):

“Sonata n. 10 in sol maggiore op. 96” by L. van Beethoven (Leonid Kogan, violin – Samuel Alumian, piano _ Recorded, January 1975):

“Sonata n. 10 in sol maggiore op. 96” by L. van Beethoven (Uto Ughi, violin – Tamás Vásáry, piano _ Auditorium del Gonfalone, Roma, December 1991)):

“Sonata n. 10 in sol maggiore op. 96” by L. van Beethoven (Franco Gulli, violin – Enrica Cavallo, piano _ Studio Angelicum, Milano – 1969):

“Sonata n. 10 in sol maggiore op. 96” by L. van Beethoven (Oistrakh/Oborin):

“Sonata n. 10 in sol maggiore op. 96” by L. van Beethoven (Henryk Szeryng / Ingrid Haebler, 1979):

… … …

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

A La Verdi Concerto Capodanno 2018 con Beethoven Sinfonia n 9

Al Teatro Petruzzelli IL PIPISTRELLO di Johann Strauss