in , , ,

Alla Società Aquilana dei Concerti Giuseppe Andaloro per Debussy e Mussorgsky

«L’ estetica di Debussy si riallaccia, in molti suoi lavori, al simbolismo; ma vista nel suo insieme, è impressionista. Vogliate perdonarmi: non ne sono un po’ io la causa? Così si dice», Erik Satie

Società Aquilana dei Concerti “BONAVENTURA BARATTELLI”, Stagione 2017 – 2018

 

Dal palco dell’ Auditorium del Parco una serata dedicata al grande genio di Claude Debussy e Modest Musorgskij. Il brillante pianista Giuseppe Andaloro, alle prese del seguente programma:

 

Claude Debussy, Nocturne

… … …

Claude DebussyLa Plus Que Lente

… … …

Claude DebussyChildren’s Corner

… … …

Claude Debussy“Ce qu’a vu le vent d’ ouest”

… … …

Claude Debussy“Feux d’ Artifice”

… … …

Modest Musorgskij, Quadri da un’ Esposizione

 

QUANDO:

Domenica 25 Marzo 2018, ore 18.00

 

DOVE: Auditorium del Parco (Auditorium del Castello)
Viale delle Medaglie d’Oro

67100 L’Aquila (AQ)

 

INTERPRETI:

Pianoforte, Giuseppe Andaloro

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Prezzo biglietto intero al costo di € 20,00

Prezzo biglietto ridotto al costo di € 15,00

Prezzo biglietto special al costo di € 5,00

 

Società Aquilana dei Concerti “BONAVENTURA BARATTELLI”: il pianista Giuseppe Andaloro

 

se non sapete come fare e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e ritiro dei biglietti scrivendo a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Giuseppe Andaloro…

Giuseppe Andaloro Pianoforte, Premio Busoni 2005. E’ nato a Palermo il 21.01.1982. Dotato di raro talento musicale, inizia sin da bambino con la Maestra Adriana Mirisola lo studio della musica e del pianoforte. A 10 anni continua lo studio con la pianista Costance Channon Douglass e col compositore Giovanni D’Aquila, inoltre segue le masterclasses da allievo effettivo di Bruno Canino, Ennio Pastorino e An Li Pang.

Dai 14 ai 16 anni si perfeziona con il compianto pianista partenopeo Sergio Fiorentino, a 18 anni si diploma con lode e menzione speciale al Conservatorio Verdi di Milano sotto la guida del Maestro Vincenzo Balzani, perfezionandosi a seguire in Musica da Camera presso lo stesso Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e il Mozarteum di Salisburgo.

A 14 anni si aggiudica il Primo premio ai concorsi internazionali “Città di Stresa” e “Pausilypon Denza” di Napoli.

Debutta poi come solista con l’Orchestra sia nella Sala Scarlatti del Conservatorio di Napoli che nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano, vince quindi il Primo premio al Concorso Pianistico Internazionale “Francesco Durante” di Frattamaggiore, riceve significativi riconoscimenti ai prestigiosi concorsi internazionali Unisa di Pretoria e Rubinstein di Tel Aviv e vince il Secondo premio (primo premio non assegnato) al concorso di federazione mondiale “Alessandro Casagrande” di Terni.

A 18 anni vince il Primo premio e tutti i premi speciali al Concorso Internazionale “Cidade do Porto”, a seguire il Primo premio al Concorso Pianistico Nazionale “Premio Venezia” col “Premio Speciale Casella” e il Primo premio al Concorso Pianistico Internazionale “Alfredo Casella” di Napoli.

A 19 anni vince il Primo premio al “Sendai International Music Competition” che segna l’inizio di una fortunata carriera musicale in Giappone, con circa 30 tournèe eseguite da allora a fine 2016.

A 20 anni è il primo pianista italiano (rimasto l’unico a tutt’oggi) ad aggiudicarsi il Primo premio al prestigiosissimo “London World Piano Competition” (divenuto a seguire London International Piano Competition).

Nel 2003 si aggiudica il “Rabat Grand Prix de Piano” presieduto da Andrzej Jasinskj.

Nel 2005 trionfa con il Primo premio e tutti i premi speciali al famoso Concorso Pianistico Internazionale “Ferruccio Busoni” di Bolzano, che lo consacra. E, a conclusione di una straordinaria e fulminante carriera giovanile, nel 2011 ottiene la medaglia d’oro del Primo premio al “Hong Kong International Piano Competition”, con giuria presieduta dal leggendario pianista e direttore d’orchestra Vladimir Ashkenazy.

Si esibisce ai festival mondiali di musica più noti, come il Ruhr Klavier, FestSpiele di Salisburgo, Due Mondi di Spoleto, Enescu di Bucarest, Michelangeli di Brescia e Bergamo, Beirut Al Bustan Festival, Hong Kong Joy Festival, Sendai Classic, Morelia and Mexico City Festival, Ravello, Dszniky-Zdròj Chopin Festival, Praha Festival, Osoro, e nelle sale da concerto tra le più prestigiose, dal Teatro alla Scala di Milano alla Royal Festival Hall di Londra, Parigi Salle Gaveau e Salle Cortot, Parco della Musica di Roma, Auditorium Esplanade di Singapore, Anfiteatro Simon Bolivar di Città del Messico, Tokyo Sumida Triphony e Pablo Casals Hall, in collaborazione ad orchestre e gruppi da camera internazionali, tra cui la London Philharmonic, la NHK Symphony Orchestra di Tokyo, la Philharmonische Camerata Berlin, l’Orchestra Sinfonica dell’Accademia di Santa Cecilia, l’Orchestra Giuseppe Verdi di Milano, la London Mozart Players, l’Ochestra Sinfonica del Teatro Massimo di Palermo, l’Orchestra del Teatro San Carlo di  Napoli, la London Chamber Orchestra, l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova.

Ha suonato con noti direttori d’orchestra, da Vladimir Ashkenazy a Gianandrea Noseda, Andrew Parrott, Julian Kovatchev, Peter Altrichter, Michael Guttler, Alan Buribayev, Andrew Parrott, Tomasz Bugaj, Giuseppe Lanzetta, Donato Renzetti, Pier Carlo Orizio, Umeda Toshiaki, Ola Rudner, Arturo Molina, Johannes Wildner, Alexander Sladkovsky; e in duo con prestigiosi solisti, da Sarah Chang a Giovanni Sollima e Sergej Krylov, e anche con il noto attore statunitense John Malkovich partecipando a un suo speciale progetto musicale.

E’ stato ospite di varie trasmissioni radiofoniche e televisive in Italia e all’estero, della Radio Vaticana, della BBC Radio 3 di Londra, di Rai Radio 3 e di numerose altre emittenti specializzate in programmi dedicati alla musica classica. Ha inoltre inciso numerosi CD con le maggiori case discografiche internazionali, compreso il più recente “Cruel Beauty” per Sony Classical.

La sua intensa attività è stata riconosciuta con il Premio per Meriti Artistici assegnatogli nel 2005 dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Premio “Elio Vittorini” per la Musica nel 2009 e il Premio “Nino Carloni” per Giovane Esecutore nel 2012.

Il repertorio di Giuseppe Andaloro spazia dal tardo Rinascimento italiano fino alla musica di autori contemporanei come Gyorgy Ligeti e comprende anche le sue due Trascrizioni, per due violoncelli e due pianoforti, de “La Sagra della Primavera” di Igor Stravinskij e de “La Valse” di Maurice Ravel.

Giuseppe Andaloro è stato docente di pianoforte principale presso il Conservatorio “Giacomo Puccini” di La Spezia e “Giuseppe Nicolini” di Piacenza. Tiene masterclass presso istituzioni e conservatori in Italia, Giappone, Indonesia, Thailandia e Stati Uniti.

Solista – tra le sale da concerto: Salisburgo Grobes Saal, Londra Royal Festival Hall e Queen Elisabeth Hall, Berlino Konzerthaus, Parigi Salle Gaveau, Palais des Arts e Salle Cortot, Tokyo Sumida Triphony Hall, Pablo Casals Hall e Metropolitan Art Museum, Bucarest George Enescu Auditorium, Singapore Esplanade Auditorium, Roma Auditorium Parco della Musica, IUC, Conservatorio Santa Cecilia e Palazzo del Quirinale, Milano Sala Verdi, Genova Carlo Felice, Spoleto Teatro Caio Merlisso, Cagliari Teatro Lirico, Napoli Teatro San Carlo e Sala Scarlatti, Palermo Teatro Massimo e Politeama Garibaldi, Catania Teatro Massimo Bellini di Catania, Sacile Fazioli Concert Hall, Buenos Aires Fernández Blanco Museum, New York Klavierhaus, Città del Messico Anfiteatro Simón Bolívar, Monaco di Baviera Gasteig, Elmau Schloss, Atene Bizantyne Museum, Toronto Walter Hall, Hong Kong City Concert Hall, Pechino Bravoce Classic, Montevideo Auditorio Sodre, Dortmund Harenberg City-Center, Praga Rudolphinum Dvorák Hall, Sapporo Kjtara Cocer tHall, Osaka Phoenix Hall, Porto Auditorio do Rivoli, Berna Zentrum Paul Klee, Belgrado Kolarac Hall, Cracovia Philharmonic Hall, Sendai Grand Hall , Fort Worth Bass Performance Hall, Tel Aviv Recanati Auditorium, Novi Sad Sinagoga, Pretoria Old Mutual Hall, Santiago del Cile Oriente Theatre, Rabat Mohamed Théâtre,Tucumán Teatro San Martín, Oxford Sheldonian Theatre, Cainta City Auditorium, Mumbai Experimental Theatre, Beirut Emile Bustani Auditorium.

– tra i festival: Klavier-Festival Ruhr, Salzburger Festspiele, Spoleto Due Mondi, Bucarest George Enescu, Ravello Festival, Mecklenburn Vorpommern, Young Prague, Hannover Bennigsen Rittergut, Bodensee Lindau, Duszniki-Zdrój Chopin, Festival di Brescia e Bergamo, Bregenzer Festspiele, Jiménez di Morelia e di Mexico City, Liepaja Piano Stars, Sendai Classical, HK Joy Festival Chopin Society, Pleven Festival.

– radio e televisione: NHK-BS2 Tokyo a BBC Radio3 Londra, Radio France Musique, Amadeus 103.7 Buenos Aires, Classic FM Radio Allegro Johannesburg, RTSI Lugano, Radiodifusao Portoguesa, Rai Radio3 Italia, German Radio SWR2, Radio Vaticana, WRR Dallas Radio Classica, Hong Kong Radio 4, Singapore Symphony 92.4FM, Fresno Valley Public Radio.

tra le orchestre e i gruppi da camera: London Philharmonic, NHK Symphony Orchestra di Tokyo, Singapore Symphony, Hong Kong Philharmonic, Philharmonische Camerata Berlin, London Mozart Players, Osaka Philharmonic, Sendai Philharmonic, Czech Philharmonic, Sinfonica del Teatro Massimo di Palermo, Haydn Filarmonica di Trento e Bolzano, Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, Moldava Symphony, Sinfonica Nacional do Porto, Miskolc Philharmonic, London Chamber Orchestra, Orchestra di Padova e del Veneto, Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli, Orchestra Filarmonica del Festival Pianinistico Internazionale di Brescia e Bergamo, Kracow Philharmonic, Orchestra da Camera Fiorentina, Virtuosi Italiani, Orchestra di Roma e del Lazio, Sinfonica Abruzzese, Orchestra Filarmonica Marchigiana, Manila Symphony Orchestra, Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, del Teatro Carlo Felice di Genova, Wuhan Philharmonic Orchestra.

– tra i direttori di orchestra: Vladimir Ashkenazy, Gianandrea Noseda, Andrew Parrott, Julian Kovatchev, Tomasz Bugaj, Michael Güttler, Donato Renzetti, Alan Buribayev, Pier Carlo Orizio, Giuseppe Lanzetta, Umeda Toshiaki, Ola Rudner, Alexander Shelley, Daniele Moles, Peter Altrichter, Gyorgy G. Ráth, Günter Neuhold, Arturo Molina, Daniele Giorgi, Ovidiu Balan, Lu Jia, Gustavo Guersman, Maffeo Scarpis, Lothar Koenigs, Johannes Wildner, Michele Mariotti, Alberto Martini, Shigeo Genda.

in duo, tra i solisti: Sarah Chang, Giovanni Sollima, Sergej Krylov, Anna Tifu, Tatsuo Nishie (con il quale ha inciso diversi CD per l’etichetta giapponese Fontec) e con l’attore statunitense John Malkovich.

–  già docente di pianoforte principale presso il Conservatorio Puccini di La Spezia e il Conservatorio Nicolini di Piacenza.

– docente di masterclass presso Steinway Academy di Verona e Piano Talents di Milano, Conservatori “Bellini” di Palermo, “Lettimi” di Rimini, “Giordano” di Foggia, “Bellini” di Caltanissetta, Sendai Togiwaki Gakuen High School, Tokyo Showa University, Hong Kong Tom Lee Academy Hall Mega Box, Fresno California State University, Bangkok Nat Studio, Kuala Lampur Chopin Society, Yayasan Music Jakarta, Siam Kolkarn Ratchadapisek Music School, Belgrado University of Music.

membro di giuria ai concorsi “Alessandro Casagrande” di Terni, “Marco Bramanti” di Massa e Carrara, Rabat Grand Prix de Piano, Trieste Premio delle Arti, Pausilypon di Napoli, Concorso Pianistico Internazionale di Caraglio.

– discografia per varie etichette, oltre che per Fontec, Naxos e per Sony Classical (Cruel Beauty, in distribuzione dal 20.11.2013).

Sito personale: http://www.giuseppeandaloro.com/

 

“12 video di Giuseppe Andaloro”:

… … …

NOTE DI PROGRAMMA E ASCOLTI…

 

“Nocturne” by Claude Debussy (Jacques Rouvier):

“Nocturne” by Claude Debussy (Giuseppe Albanese):

… … …

“La Plus Que Lente” by Claude Debussy (Arthur Rubinstein):

“La Plus Que Lente” by Claude Debussy (Seong-Jin Cho):

“La Plus Que Lente” by Claude Debussy (Samson Francois):

“La Plus Que Lente” by Claude Debussy (Sviatoslav Richter):

“La Plus Que Lente” by Claude Debussy (Jacques Rouvier):

“La Plus Que Lente” by Claude Debussy (Aldo Ciccolini):

… … …

“Children’s Corner” by Claude Debussy (Alfred Cortot):

“Children’s Corner” by Claude Debussy (Nelson Freire):

“Children’s Corner” by Claude Debussy (Mieczyslaw Horszowski):

“Children’s Corner” by Claude Debussy (Zoltán Kocsis):

“Children’s Corner” by Claude Debussy (Michelangeli Lugano 1968):

“Children’s Corner” by Claude Debussy (Samson François):

… … …

“Ce qu’a vu le vent d’ouest” by Claude Debussy (Samson François):

“Ce qu’a vu le vent d’ouest” by Claude Debussy (Krystian Zimerman):

“Ce qu’a vu le vent d’ouest” by Claude Debussy (Sviatoslav Richter):

“Ce qu’a vu le vent d’ouest” by Claude Debussy (Maurizio Pollini):

“Ce qu’a vu le vent d’ouest” by Claude Debussy (Gianluca Cascioli):

“Ce qu’a vu le vent d’ouest” by Claude Debussy (Daniel Barenboim):

“Ce qu’a vu le vent d’ouest” by Claude Debussy (Michelangeli):

… … …

“Feux d’Artifice” by Claude Debussy (Jorge Bolet):

“Feux d’Artifice” by Claude Debussy (Francesco Piemontesi):

“Feux d’Artifice” by Claude Debussy (Jean-Efflam Bavouzet):

“Feux d’Artifice” by Claude Debussy (Michelangeli):

“Feux d’Artifice” by Claude Debussy (Krystian Zimerman):

“Feux d’Artifice” by Claude Debussy (Maurizio Pollini):

“Feux d’Artifice” by Claude Debussy (Marc-Andre Hamelin):

 

… … …

“Quadri da un’ Esposizione” by Modest Mussorgsky (Aldo Ciccolini):

“Quadri da un’ Esposizione” by Modest Mussorgsky (Sviatoslav Richter):

… … …

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al Teatro Petruzzelli di Bari Beatrice Rana per Schumann, Ravel e …

Al Viotti Festival Pavel Berman e i 24 Capricci di Paganini