in , , ,

Alla Società del Quartetto di Milano Filippo Gorini

Un musicista con una combinazione di qualità artistiche rare: intelletto, temperamento, ottima memoria, immaginazione vivida e grande controllo“, Andrei Gavrilov

Società del Quartetto di Milano, Stagione 2017 – 2018

 

Una nuova generazione di pianisti italiani si sta affacciando sulla scena artistica, raccogliendo successi clamorosi sia nelle sale da concerto, sia nei concorsi internazionali. Uno dei protagonisti di questo rinascimento pianistico è il giovanissimo Filippo Gorini, classe 1995, che ha superato ben 150 colleghi, tutti più anziani, aggiudicandosi nel dicembre scorso l’arduo Concorso Beethoven di Bonn, primo italiano a ottenere il prestigioso riconoscimento.

Il giovanissimo e brillante pianista italiano, in Stagione per il Festival Pianistico Internazionale, proporrà al pubblico del Teatro Grande di Brescia il seguente programma:

 

L. van Beethoven, Sonata in do minore op. 111

… … …

L. van Beethoven, Sonata op. 106 “Hammerklavier”

 

QUANDO

Martedì 24 Maggio 2018, ore 20.30

 

DOVE: Sala Verdi
Conservatorio “G. Verdi”
Via Conservatorio, 12
20122 Milano (MI)

 

INTERPRETI:

Pianista, Filippo Gorini

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Posto libero intero al costo di 35,00 €
Posto libero ridotto al costo di 29,00 €
Posto libero giovani al costo di 5,00 €

Inoltre sono disponibili le seguenti posizioni:
Posto numerato primo settore al costo di 35,00 €
Posto numerato secondo settore al costo di 29,00 €

 

Società del Quartetto di Milano: pianista Filippo Gorini

 

se non sapete come fare e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e ritiro dei biglietti. Potete scrivere a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Filippo Gorini…

Il pianista italiano Filippo Gorini è stato lodato per il “raro intelletto, temperamento… e immaginazione vivida”. Nel 2015 ha vinto il primo premio e i premi del pubblico nel concorso “Telekom-Beethoven” di Bonn eseguendo brani di Beethoven (tra cui le Variazioni Diabelli), Schubert, Schönberg e Adés.

Dopo averne ascoltato l’interpretazione delle Variazioni Diabelli di Beethoven, Alfred Brendel si è offerto di insegnare a Filippo, e continuano a lavorare assieme regolarmente. Le variazioni Diabelli compaiono sul suo disco di debutto, pubblicato ad agosto da Alpha Classics, che ha ricevuto elogi unanimi dalla critica, tra cui il premio Diapason d’Or (Ottobre 2017) e recensioni stellari su The Guardian, Le Monde, BBC Music Magazine, Gramophone e altri.

Tra gli impegni salienti della Stagione 2017 – 2018 numerosi recital in Europa, tra cui l’ Elphilharmonie di Amburgo, la società filarmonica di Trento, il Festival Piano Days di Bruxelles. Nel 2019 suonerà inoltre in Australia e Nord America. A maggio ha ricevuto inoltre il premio Beethoven-Ring dell’associazione “Cittadini per Beethoven” di Bonn, che si aggiunge ad altri premi quali il premio del Festival “Young Euro Classic” di Berlino (2016) e il primo premio al Concorso “Neuhaus” del Conservatorio di Mosca (2013).

Si è esibito con consenso unanime di pubblico e critica in alcune delle più prestigiose sale e associazioni internazionali (Konzerthaus di Berlino, Gewandhaus di Lipsia, Beethovenhalle di Bonn, Laeiszhalle ad Amburgo, Herkulessaal a Monaco, Società del Quartetto di Milano, e inoltre a Mosca, Londra, Varsavia, Pechino). Affianca alla carriera da solista la musica da camera: nel corso del 2016 è stato invitato a suonare a Kronberg nel progetto “Chamber music connects the world” con Steven Isserlis.

Diplomatosi al conservatorio Donizetti di Bergamo, continua gli studi privatamente con Alfred Brendel e Maria Grazia Bellocchio, e con Pavel Gililov presso il “Mozarteum” di Salisburgo. Ha ricevuto una borsa di studio per partecipare ai corsi di perfezionamento della International Music Academy del Lichtenstein.

Sito Ufficiale: http://www.filippogorini.it

 

“13 video su Filippo Gorini”:

… … …

ASCOLTI DEL PROGRAMMA…

 

“Sonata in do minore op. 111” by L. van Beethoven (Daniel Barenboim, piano):

“Sonata in do minore op. 111” by L. van Beethoven (Arturo Benedetti Michelangeli):

“Sonata in do minore op. 111” by L. van Beethoven (Vladimir Ashkenazy, piano – May 1971):

“Sonata in do minore op. 111” by L. van Beethoven (Evgeny Kissin):

“Sonata in do minore op. 111” by L. van Beethoven (Wilhelm Backhaus (1884-1969), Bösendorfer piano – Studio Recording, 1953):

“Sonata in do minore op. 111” by L. van Beethoven (Claudio Arrau):

“Sonata in do minore op. 111” by L. van Beethoven (Andras Schiff):

… … …

“Sonata in si bemolle maggiore op. 106 (Grosse Sonate für das Hammerklavier)” by L. van Beethoven (Daniel Barenboim):

“Sonata in si bemolle maggiore op. 106 (Grosse Sonate für das Hammerklavier)” by L. van Beethoven (Alfred Brendel):

“Sonata in si bemolle maggiore op. 106 (Grosse Sonate für das Hammerklavier)” by L. van Beethoven (Artur Schnabel):

“Sonata in si bemolle maggiore op. 106 (Grosse Sonate für das Hammerklavier)” by L. van Beethoven (Wilhelm Kempff):

“Sonata in si bemolle maggiore op. 106 (Grosse Sonate für das Hammerklavier)” by L. van Beethoven (Grigory Sokolov):

“Sonata in si bemolle maggiore op. 106 (Grosse Sonate für das Hammerklavier)” by L. van Beethoven (Vladimir Ashkenazy):

“Sonata in si bemolle maggiore op. 106 (Grosse Sonate für das Hammerklavier)” by L. van Beethoven (Annie Fischer):

“Sonata in si bemolle maggiore op. 106 (Grosse Sonate für das Hammerklavier)” by L. van Beethoven (Claudio Arrau):

“Sonata in si bemolle maggiore op. 106 (Grosse Sonate für das Hammerklavier)” by L. van Beethoven (Alexander Lonquich):

“Sonata in si bemolle maggiore op. 106 (Grosse Sonate für das Hammerklavier)” by L. van Beethoven (Sviatoslav Richter):

“Sonata in si bemolle maggiore op. 106 (Grosse Sonate für das Hammerklavier)” by L. van Beethoven (Rudolf Serkin):

“Sonata in si bemolle maggiore op. 106 (Grosse Sonate für das Hammerklavier)” by L. van Beethoven (Wilhelm Backhaus):

“Sonata in si bemolle maggiore op. 106 (Grosse Sonate für das Hammerklavier)” by L. van Beethoven (Yuja Wang):

“Sonata in si bemolle maggiore op. 106 (Grosse Sonate für das Hammerklavier)” by L. van Beethoven (Andras Schiff: The Lectures, Beethoven Sonatas _ Wigmore Hall from 2004–6):

… … …

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito.

Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al Teatro Carlo Felice per GOG Daniil Trifonov 23 maggio 2018

Al Teatro Nuovo Giovanni da Udine VILDE FRANG 6 maggio 2018