in , ,

Con Alessandro Giusfredi la Terza Sinfonia di Gustav Mahler

Tutto è eterno e incorruttibile…regna la più sublime serenità…“, Gustav Mahler

Mi sembrò di udire la perfezione…eppure non erano suoni facili da portarsi dentro , deglutirli nell’anima e riproporseli a memoria come fossero diventati qualcosa di tuo . Ero sceso al pianerottolo sottostante : mi dovetti fermare . Proveniva da un appartamento che si affacciava proprio lì ….quella musica ! …e anche quella porta non era chiusa , solo accostata , come per invitarmi ad entrare . Sulla targhetta d’ingresso era scritto : “G.Mahler”. Entrai .
L’uomo , allampanato e con gli occhiali , mi fece cenno di attendere…voleva finire quel rigo della partitura .
Poi si alzò dallo sgabello posto di fronte al pianoforte e mi venne incontro !

Lei ama la mia musica ? Strano : non la sopporta nessuno …sà…io sono veramente fuori delle grazie di questa gente …devo sempre far finta di niente per andare d’accordo con Vienna ! Eppure sono solito esprimere le mie sensazioni più intime ; le metto in musica con soddisfazione , come se ogni volta dovessi fare un inno al Creato ! Le assicuro che sto attraversando un momento di eccezionale fertilità creativa : …venga , ascolti : mi piace la struttura del mondo che ci circonda…no ! …non parlo del sociale…mi rivolgo a tutto ciò che arricchisce la natura ! I fiori , gli animali che incontriamo nei boschi , perfino l’uomo quando accarezza l’esistenza con i propri sogni , e gli Angeli che ci cullano senza che ce ne accorgiamo , infine l’Amore immenso che sostiene tutta l’impalcatura del mondo ! Sono convinto che questa mia sinfonia sarà qualcosa di inaudito !
Si Immagini un’opera così grande nella quale si riflette l’intero mondo !
Sì , è vero : c’è sempre qualcosa di terrificante , di mostruoso e di eternamente sfuggente nella natura , ma alla fine genera felicità in chi la comprende e la ama . Ecco : il mondo , la natura , una visione di cosmica totalità ispirano questa mia Terza Sinfonia !
Ho immaginato un’avvio in piena estate , un’estate che avanza marciando con la musica che nasce da ogni parte , il suo estendersi e dilatarsi in ogni direzione : li ha mai sentiti otto corni che iniziano una sinfonia !? Un’introduzione importante per aprire il discorso su un tema così impegnativo ! Tanto per renderle l’idea : una ventilazione afosa che non rinfresca mai e che aggredisce sfiancando ! Infatti , per contrasto , subito dopo un ritmo allucinato di marcia funebre caratterizzata da un’altra sorpresa : il grande recitativo del trombone ! Ora lamentoso , ora grottesco a sconvolgere un clima che passa dalla quiete , soffusa di idilliaca delicatezza , fino all’accumularsi di altri interventi sonori che tendono a generare caos nell’animo e sa perché ?…ma perchè questa è la vera polifonia…i temi devono venire da lati diversi e devono differire profondamente nel ritmo e nella melodia ! Queste sono le sensazioni che la natura genera nell’ animo di chi la vive : colori sempre nuovi , a volte acidi e aggressivi , a volte più delicati e soavi .

Mica sempre è estate !! Ecco che ora mi rinfresco con una danza arcaica nel mio secondo movimento : una gentilezza lontana data da sonorità diverse , direi “cameristiche”, caratterizzate dal canto di un usignolo che si alterna a quello del cuculo per poi approdare al terzo movimento , uno Scherzo sguaiato e tragico dove diventa protagonista la cornetta del postiglione con un bel Trio all’interno…sente che dolcezza ? …le note ci trasportano in una struggente melodia dal carattere popolare . Sono le parti dove i fiori e gli animali divengono protagonisti della mia partitura .
Me ne rendo perfettamente conto , vede ? Lo so che non è facile percorrere i movimenti di questo mio lavoro ! D’altra parte è quello che io sento visceralmente: un intreccio fra dolore e piacere come tutte le cose del mondo che sono incatenate fra loro , innamorate ! Necessariamente destinate a procedere incontrando sia il bene che il male ma sempre pronte ad una necessaria risoluzione . Legga , legga cosa dice Zarathustra …sta’ attento uomo ! Il mondo è profondo e profondo è il suo dolore , ma la gioia deve essere più profonda della sofferenza !…come se fossimo sotto l’azione di una narcosi…capisce ??…note che si svegliano da un sogno profondo !
Le dicevo : un canto che in questa parte coinvolge l’uomo .
Ed ora gli angeli e poi fino a Dio : una vitrea trasparenza , un colore sempre più chiaro , qualcosa di incorporeo , irreale ma sempre sotto un profilo minaccioso di inquietante nitidezza . Come una filastrocca cantata da bambini con il loro ripetitivo “Bimm-bamm”. Poi , alla fine , come se dovessi definire “la cima” di tutto ciò che ho raccontato : il gradino più alto da cui si può guardare il mondo . Potrei chiamare questo pezzo finale anche “Ciò che mi racconta Dio”. E proprio nel senso che Dio può essere compreso solo come “Amore”.
Così questa mia opera forma un poema musicale che abbraccia in un crescendo progressivo tutti i gradi dell’evoluzione . Si inizia con la natura inanimata e si sale fino all’amore di Dio ! Tutto si espande in un clima di intensa cantabilità , un crescendo che approda verso un culmine atteso e desiderato , che sembra via via crescere su se stesso , mutando di intensità e luce , momenti di sospensione eterea che sembrano bloccarsi in momenti di staticità , dove pure non mancano momenti di contrasto o di tormentata inquietudine ma che infine tutto si acquieta nella luminosa affermazione conclusiva .”

Avevo ascoltato in estasi ogni nota di questo immenso lavoro , domandando a me stesso dove , come e perché soggiacevo a quei suoni densi di una personalità armonica spiccata senza ricercare una logica che mi dovesse convincere di quel tipo di bellezza …ma alla fine , vi assicuro , ero preso da intensi brividi , come se quei suoni arrivassero a paralizzare ogni mia emozione !

… … …

Sinfonia n. 3″ by Gustav Mahler (Anna Larsson, contralto; Arnold Schoenberg Chor; Tolzer Knabenchor – Lucerne Festival Orchestra, Claudio Abbado, conductor – Lucerne, August 2007):

Sinfonia n. 3″ by Gustav Mahler (Claudio Abbado, conductor; Jessye Norman, alto; Konzertvereinigung Wiener Staatsopernehor; Wiener Sängerknaben):

Sinfonia n. 3″ by Gustav Mahler (Hilde Rössl-Majdan, contralto; Woman & Boys Choir of the Vienna State Opera; Vienna Symphony Orchestra – Hermann Scherchen, conductor – 22.VI.1950):

Sinfonia n. 3″ by Gustav Mahler (Ruth Siewert, mezzosoprano; Frauenstimmen des SWR Vokalensembles Stuttgart; Knabenchor des Eberhard-Ludwig-Gymnasiums Stuttgart; Radio Symphony Orchestra Stuttgart – Carl Schuricht, conductor, 07.04.1960):

Sinfonia n. 3″ by Gustav Mahler (Bernstein & Vienna Philharmonic Orchestra):


Sinfonia n. 3″ by Gustav Mahler (Beatrice Krebs, contralto; The Westminster Choir; New York Philharmonic Orchestra – Dimitri Mitropoulos, conductor _ 15.IV.1956, Carnegie Hall, New York):

Sinfonia n. 3″ by Gustav Mahler (Christa Ludwig, mezzo-soprano; Wiener Sängerknaben; Konzertvereinigung Wiener Staatsopernchor; Wiener Philharmoniker e Leonard Bernstein):

Sinfonia n. 3″ by Gustav Mahler (DR SymfoniOrkestret – Vladimir Ashkenazy; DR Koncertkorets damer; Københavns drengekor e Solist: Anne Sofie von Otter, mezzo-soprano):

Sinfonia n. 3″ by Gustav Mahler (Katarina Karnéus, mezzo-soprano; Swedish Radio Choir, female choir; Adolf Fredrik’s Music School, boys choir; Swedish Radio Symphony Orchestra; Daniel Harding, conductor – September 12, 2008 _ Berwaldhallen, Stockholm):

Sinfonia n. 3″ by Gustav Mahler (Orchestre de Paris Christof Eschenbach):

Sinfonia n. 3″ by Gustav Mahler (Live recording (1981); Otrun Wenkel, contralto; Minnesota Symphony Orchestra e dir. Klaus Tennstedt):

Sinfonia n. 3″ by Gustav Mahler (Kerstin Meyer, contralto; Hallé Orchestra; Sir John Barbirolli – Manchester, May 1969):


Sinfonia n. 3″ by Gustav Mahler (Martha Lipton; Women’s Chorus of The Schola Cantorum; Boys’ Choir of the Church of the Transfiguration; New York Philharmonic e Leonard Bernstein – Studio recording, New York, 1961):

Sinfonia n. 3″ by Gustav Mahler (In occasion of the bincentery of Teatro Comunale di Ferrara in 1998; Berlin Philharmonic – Marjana Lipovsek, solista; Arnold Schoenberg Chor; Südtiroler Kinderchor e Claudio Abbado):

… … …

 

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA, di Alessandro Giusfredi

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al Teatro alla Scala Zubin Mehta per Bruckner Maggio 2019

Alla Fondazione Haydn Audizioni PRIMO OBOE marzo 2019