in , , , ,

Concerto per pianoforte n 4 di Beethoven: analisi, storia e curiosità

“La musica è una rivelazione più profonda di ogni saggezza e filosofia…Chi penetra il senso della mia musica potrà liberarsi dalle miserie in cui si trascinano gli altri uomini.” Ludwig van Beethoven

ludwig-van-beethoven - Copia

Il concerto per pianoforte e orchestra n. 4 di Ludwig van Beethoven è stato composto tra il 1805 e il 1806; è stato eseguito per la prima volta a Vienna nel 1807 presso il principe Lobkowiz con lo stesso Beethoven al pianoforte.

Questo concerto spicca fra gli altri beethoveniani per una caratteristica particolare: l’ inizio del I° movimento è affidato al pianoforte solo. Si tratta della prima volta, nella storia di questo genere, in cui l’ incipit, con l’enunciazione del I° tema, non è affidato all’ orchestra.

Il concerto è strutturato in tre movimenti:

  1. Allegro moderato: come sopra definito notiamo un elemento innovativo rispetto ai precedenti concerti per pianoforte (non solo Beethoveniani): è il pianoforte solo a iniziare il primo tempo; è un bellissimo tema di intonazione romantica, che viene subito ripreso dalla sola orchestra e condotto fino alla seconda idea. Con l’attacco del pianoforte ha inizio fra il solista e l’orchestra un dialogo vario e luminoso.
  2. Andante con moto: esiste una tradizione abbastanza attendibile per cui Beethoven sembra abbia voluto raffigurare nei due temi di questo brano, (quello iniziale dell’ orchestra e quello del pianoforte solo) il mito di Orfeo che soggioga le forze dell’ Ade con la bellezza del suo canto.
  3. Rondò: Vivace. Il terzo tempo è caratterizzato da uno di tipici temi beethoveniani che così spesso si incontrano nella sua opera. Lo spirito di danza pervade questo finale, dove il solista può far sfoggio della sua bravura.

 L’ organico del concerto prevede: pianoforte solista, flauto, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 corni, 2 trombe, timpani, archi

 

ASCOLTA QUI Claudio Arrau e Leonard Bernstein con la Bavarian Broadcast Symphony Orchestra in “Concerto per pianoforte n 4 di Beethoven″ by L. v. Beethoven (Munich, Germany, 17/10/1976):

ASCOLTA QUI Daniel Barenboim con i Wiener Philharmoniker in “Concerto per pianoforte n 4 di Beethoven″ by L. v. Beethoven (2010):

ASCOLTA QUI Arthur Rubinstein e Antal Dorati con la London Philharmonic Orchestra in “Concerto per pianoforte n 4 di Beethoven″ by L. v. Beethoven:

ASCOLTA QUI Dino Ciani e Claudio Abbado con l’ Orchestra del Teatro alla Scala di Milano in “Concerto per pianoforte n 4 di Beethoven″ by L. v. Beethoven (Milano, Teatro alla Scala, live 12.6.1969):

… … …

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

One Comment

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

“Viaggio nella bellezza”, Roberto Bolle

Nordicgrill (Varese), ritornare…presto!