in , , ,

Conservatorio Verdi: Coro Manos Blancas (12-13 agosto)

“…imparano la musica con il cuore e, se non hanno la voce, la cantano con le mani, le loro piccole mani avvolte dai guanti bianchi. Esprimono ritmicamente qualsiasi pezzo musicale tracciando poetiche geografie, insegnano il ritmo delle vibrazioni. Il loro canto dei segni è gioia e cura, è il diritto ad esprimersi, è possibilità di partecipare alla vita degli altri.”

Coro de Manos Blancas_1

La musica è espressione dell’anima…e l’anima non conosce handicap“, Johnny Gomez

Coro de Manos Blancas_3

Un concerto davvero speciale…

 

Mercoledì 12 Agosto 2015, Ore 20.00

Giovedì 13 Agosto 2015, Ore 20.00

Presso la Sala Verdi del Conservatorio.

In collaborazione con il Conservatorio “G. Verdi” di Milano

Nell’ ambito del progetto “El Sistema” concerto del CORO MANOS BLANCAS

 

La storia del Coro Manos Blancas ha inizio nel 1999 in Venezuela quando Naybeth Garcia e Johnny Gómez, docenti e assistenti nella scuola di musica del Maestro Josè Antonio Abreu, ebbero l’ idea di applicare il metodo “El Sistema”, fondato 24 anni prima dallo stesso Maestro Abreu, a bambini con deficit cognitivi e sensoriali.

Il Coro delle mani bianche (Coro de Manos Blancas) ha lo scopo di migliorare l’ integrazione sociale dei bambini e degli adolescenti con diversi tipi di disabilità attraverso la musica da condividere con bambini normodotati. Il coro si compone di due gruppi, che possiedono modalità di espressione artistica differenti, quindi si integrano reciprocamente in modo affascinante: una parte del coro, che riunisce bambini con disabilità cognitive o motorie oppure non vedenti, canta, mentre i membri sordo-muti del coro accompagnano il canto con gesti espansivi e artisticamente espressivi, con le loro mani avvolte in guanti bianchi; i ragazzi senza alcun tipo di deficit partecipano all’ insegna della piena integrazione e dell’ armonia di cui è veicolo la musica stessa; essa è infatti considerata “un agente dello sviluppo sociale nel senso più elevato, perché trasmette i valori di solidarietà, armonia, compassione reciproca”.

Il progetto Manos Blancas, nelle sue diverse espressioni, coinvolge tanti bambini “il 90 per cento dei quali viene da famiglie povere e disagiate e spesso è salvato dalla strada”. “Manos Blancas – spiega l’insegnante Naybeth Garcia – è una scuola di vita, una missione che motiva e valorizza le capacità di tutti i bambini, anche quelli con disabilità, perché per noi non esistono barriere, l’obiettivo è raggiungere la felicità nella musica”.

“Il comune denominatore è sempre la musica come integrazione”

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI…

Il costo del singolo biglietto è di 24,00 €.

Tutti i giovani al di sotto dei 18 anni hanno diritto al biglietto al costo di 1,00 € (CONDIZIONATO ALL’ ESIBIZIONE DEL DOCUMENTO D’ IDENTITÀ DEL MINORE)

 

Informazioni, acquisto e prenotazioni:

http://www.teatroallascala.org

oppure, se non sapete come fare e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e consegna dei biglietti. Potete scrivere a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

 

Per Coro Manos Blancas ecco qualche video…

ASCOLTA QUI Coro Manos Blancas from “Claudio Abbado. The Other Voice of Music”:

ASCOLTA QUI Coro Manos Blancas  “AVE MARIA” by John Rutter:

ASCOLTA QUI Coro Manos Blancas  “El Coro de Manos de Blancas se prepara para su debut internacional en Salzburgo”:

ASCOLTA QUI Coro Manos Blancas  “El Coro de Manos de Blancas en Salzburgo”:

ASCOLTA QUI Coro Manos Blancas  “Concierto del coro Manos Blancas en el salón Mozarteum de Salzburgo”:

ASCOLTA QUI Coro Manos Blancas  “Plácido Domingo respaldó al Coro de Manos Blancas en Salzburgo”:

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ouverture 1812 e i colpi di cannone, P. I. Tchaikovsky

IL FRICO: piatto di recupero, povero ma ricco di sapore