in , , ,

Fabio Luisi e Alexander Melnikov alla Rai di Torino per Strauss e Mozart

«Egli fu l’ammirazione della mia giovinezza, la disperazione della mia maturità, e la consolazione della mia vecchiaia», Rossini su Mozart

Concerto num. 7 della Stagione 2017 – 2018, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai

 

Dal palco dell’ Auditorium Rai “A. Toscanini” di Torino il Direttore Fabio Luisi accompagnerà l’ Orchestra Sinfonica della Rai e il pianista Alexander Melnikov nel seguente programma:

 

Richard Strauss, Don Juan, poema sinfonico op. 20

… … …

Wolfgang Amadeus Mozart, Concerto n. 20 in re minore KV 466 per pianoforte e orchestra

… … …

Richard Strauss, Ein Heldenleben, poema sinfonico op. 40

 

QUANDO:

Giovedì 7 Dicembre 2017, ore 20.30

Sabato 9 Dicembre 2017, ore 20.00

 

DOVE: Auditorium Rai “A. Toscanini”
Via Rossini, 15

10124 Torino (TO)

 

INTERPRETI:

Direttore, Fabio Luisi

Pianoforte, Alexander Melnikov

Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

poltrona numerata platea al costo di 32,50 € (comprese spese di prevendita)

poltrona numerata balconata al costo di 30,50 € (comprese spese di prevendita)

poltrona numerata galleria al costo di 28,50 € (comprese spese di prevendita)

 

Orchestra della Rai, Torino: Fabio Luisi e Alexander Melnikov

 

se non sapete come fare e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e ritiro dei biglietti. Potete scrivere a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Fabio Luisi…

This June 14, 1911 photo provided by the Metropolitan Opera shows Fabio Luisi conducting a concert with the Met Orchestra in Suntory Hall in Tokyo. Metropolitan Opera music director James Levine Levine canceled his fall conducting engagements after reinjuring his back in a fall the Met announced Tuesday, Sept. 6, 2011 and Luisi was named the Met's principal conductor. He's been filling in for Levine, who has led performances at the nation's premier opera house for four decades.(AP Photo/ Metropolitan Opera, Koichi Miura)

Ha studiato pianoforte prima con Noemi Chiesa e poi con Memi Schiavina diplomandosi come privatista al Conservatorio Niccolò Paganini di Genova. Dopo il diploma in pianoforte ha seguito corsi di perfezionamento con Aldo CiccoliniAntonio Bacchelli e Hans Adam Harasiewicz.

Fabio Luisi ha sviluppato interesse alla direzione d’orchestra mentre svolgeva l’attività di pianista accompagnatore. ha studiato pertanto direzione d’orchestra al Conservatorio di Graz con Milan Horvat. Ha diretto poi spesso al Teatro dell’Opera di Graz come maestro accompagnatore e direttore.

Il suo debutto in Italia nella veste di direttore è stato nel 1984.

Dal 1990 al 1995 è stato direttore principale della Graz Symphony Orchestra.

Dal 1995 al 2000 è stato direttore artistico e direttore principale della Tonkünstlerorchester di Vienna.

Nel 1996 è divenuto uno dei tre direttori principali della Sinfonieorchester di Lipsia assieme a Marcello Viotti e Manfred Honeck dove è rimasto fino al 1999.

Dal 1997 al 2002 è stato direttore principale dell’Orchestre de la Suisse Romande e direttore principale della Wiener Symphoniker dal 2005.

Nel gennaio 2004, Luisi è stato designato quale direttore principale della Staatskapelle Dresden e della Semperoper di Dresda, a far data dal settembre 2007.

Luisi ha fatto il suo debutto al Metropolitan Opera House nel marzo 2005, dirigendo Don Carlos di Giuseppe Verdi. È stato nominato direttore principale del medesimo teatro newyorchese nel settembre 2011.

È stato designato come Direttore musicale del Maggio Musicale Fiorentino a partire dal maggio 2018 per cinque anni mentre dal 1 gennaio 2016 è già consulente artistico del Sovrintendente dell’Opera fiorentina, impegnato da subito nel lavoro di programmazione artistica delle stagioni.

Luisi ha diretto diverse registrazioni discografiche di opere liriche di Giuseppe Verdi come AroldoJérusalem e Alzira e di Gioachino Rossini come Guglielmo Tell.

Sito personale: http://fabioluisi.net/

… … …

 

Alexander Melnikov…

Alexander Melnikov si è diplomato al Conservatorio di Mosca con Lev Naumov. Uno dei momenti più importanti del suo percorso formativo a Mosca è stato l’incontro con Svjatoslav Richter, il quale da lì in poi lo ha regolarmente invitato a vari festival in Russia e Francia.

Ha vinto numerosi premi in concorsi prestigiosi quali l’International Robert Schumann Competition a Zwickau (1989) e il Concours Musical Reine Elisabeth a Bruxelles (1991).

Conosciuto per le sue scelte musicali spesso inconsuete, Alexander Melnikov ha sviluppato sin dal principio della sua carriera un forte interesse per la prassi esecutiva filologica. In questo ambito è stato influenzato dal lavoro compiuto da Andreas Staier e Alexei Lubimov. Si esibisce regolarmente con importanti ensemble quali i Freiburger Barockorchester, il Concerto Köln, l’Akademie für Alte Musik di Berlino e l’Orchestre des Champs-Élysées.

Come solista Alexander Melnikov ha suonato con importanti orchestre tra cui l’Orchestra del Royal Concertgebouw di Amsterdam, la Gewandhaus di Lipsia, la Philadelphia Orchestra, la NDR Sinfonieorchester, la HR-Sinfonieorchester, la Russian National Orchestra, i Münchner Philharmoniker, la Filarmonica di Rotterdam, la BBC Philharmonic e la Sinfonica NHK di Tokyo e con direttori del calibro di Mikhail Pletnev, Teodor Currentzis, Charles Dutoit, Paavo Järvi, Philippe Herreweghe e Valery Gergiev.

Insieme ad Andreas Staier, Alexander Melnikov ha sviluppato un progetto in cui vengono proposti estratti del Clavicembalo Ben Temperato di Bach (eseguiti da Andreas Staier) in un dialogo musicale con i 24 Preludi e Fughe di Shostakovich (eseguiti da Alexander Melnikov). Inoltre, i due artisti hanno recentemente registrato un programma incentrato sulla musica di Schubert scritta per quattro mani, che è stato poi anche presentato in concerto. Collaborazioni in ambito cameristico con artisti del calibro dei violoncellisti Alexander Rudin e Jean-Guihen Queyras e il baritono Georg Nigl costituiscono una parte essenziale della sua attività.

La sua collaborazione con l’etichetta discografica Harmonia Mundi è fiorita anche grazie alla sua partner di recital, la violinista Isabelle Faust, ed è culminata con la vittoria nel 2010 del Gramophone Award e dell’ECHO Klassik per la registrazione delle Sonate di Beethoven. Questo album ha ricevuto anche la nomination ai Grammy.

La loro registrazione più recente è una raccolta con le Sonate di Brahms.

La registrazione dei Preludi e Fughe di Shostakovich ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il BBC Music Magazine Award, lo Choc de Classica e il Jahrespreis der Deutschen Schallplattenkritik; nel 2011, è anche stata nominata dal BBC Music Magazine come uno dei “50 Greatest Recordings of All Time.”

La sua discografia include inoltre opere di Brahms, Rachmaninov, Shostakovich e Scriabin. Insieme a Isabelle Faust, Jean-Guihen Queyras, Pablo Heras-Casado e i Freiburger Barockorchester, Alexander Melnikov ha inciso una trilogia di CD contenente i Trii e il Concerto di Schumann; il secondo album, con il Concerto e il Trio n. 2, è stato pubblicato nel settembre 2015.

Per la stagione 2013/14 Alexander Melnikov è stato Artista – in – Residenza presso il Muziekgebouw di Amsterdam. Stagione iniziata con il suo debutto al BBC Proms con la Filarmonica di Varsavia diretto da Antoni Wit, seguita dai concerti di apertura della stagione della Filarmonica Ceca con Jiří Bělohlávek. Tra gli altri partner musicali della stagione vi sono stati la Mahler Chamber Orchestra, Freiburger Barockorchester, Amsterdam Sinfonietta, Seattle Symphony, Utah Symphony e la New Zealand Symphony. Da solista Melnikov si è esibito presso la Maison Sinfonica di Montreal, la Wigmore Hall di Londra, De Singel di Anversa e il Mozarteum di Salisburgo, nonché in teatri come Osaka, Nagoya e Tokyo.

Nella stagione 2014/15 Alexander Melnikov ha iniziato un sodalizio artistico con la Tapiola Sinfonietta che prevede un impegno per tre stagioni. Oltre ai concerti con la Trondheim Symfoniorkester diretto da Krzysztof Urbanski, NDR Sinfonieorchester diretto da Pablo Heras-Casado e ORF Radio-Symphonieorchester Wien diretto da Teodor Currentzis, ha continuato le sue collaborazioni con la Mahler Chamber Orchestra e la Freiburger Barockorchester. Tra gli altri impegni della stagione recital con Jean-Guihen Queyras in concomitanza con l’uscita della loro registrazione delle sonate di Beethoven, recital in duo negli Stati Uniti e in Europa con Isabelle Faust, così come un tour in trio con entrambi i partner in Germania, Austria, Spagna e Italia. Senza tralasciare gli appuntamenti come solista alla Wigmore Hall di Londra, Muziekgebouw di Amsterdam, Konzerthaus di Berlino, Bunka Kaikan e Ishibashi Memorial Hall di Tokyo.

La stagione 2015/16 ha visto il lancio del programma “The Man with the Many Pianos”, nel quale l’artista suona tre diversi strumenti a seconda dell’epoca di composizione dei brani proposti, e un ciclo Shostakovich con il Cuarteto Casals. Prosegue la collaborazione con la Mahler Chamber Orchestra, i Freiburger Barockorchester e la Tapiola Sinfonietta, orchestre di cui è partner fisso. Ulteriori appuntamenti includono concerti con la Camerata Salzburg e Louis Langrée alla Mozartwoche di Salisburgo, con la Seattle Symphony Orchestra e la Vancouver Symphony Orchestra, così come concerti alla Wigmore Hall di Londra, al Muziekgebouw di Amsterdam, al De Singel di Anversa, all’Opéra di Digione e al Palau de la Música Catalana di Barcellona.

 

“14 video su Alexander Melnikov”:

… … …

ASCOLTI DI PROGRAMMA…

 

Don Juan by Richard Strauss (Georg Solti & Chicago Symphony Orchestra):

Don Juan by Richard Strauss (Karajan – Osaka 1984):

Don Juan by Richard Strauss (CSO / Reiner):

Don Juan by Richard Strauss (Mariss Jansons – Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks):

Don Juan by Richard Strauss (Erich Leinsdorf with Staatskappelle Berlin):

Don Juan by Richard Strauss (Staatskapelle Berlin):

Don Juan by Richard Strauss (James Levine e Berliner Philharmoniker):

… … …

Concerto n. 20 in re minore KV 466 per pianoforte e orchestra by Wolfgang Amadeus Mozart (Daniel Barenboim):

Concerto n. 20 in re minore KV 466 per pianoforte e orchestra by Wolfgang Amadeus Mozart (Daniel Barenboim, English Chamber Orchestra):

Concerto n. 20 in re minore KV 466 per pianoforte e orchestra by Wolfgang Amadeus Mozart (Evgeny Kissin & Kremerata Baltica):

Concerto n. 20 in re minore KV 466 per pianoforte e orchestra by Wolfgang Amadeus Mozart (Maurizio Pollini, Wiener Philharmoniker _ Live recording, Vienna, 15.XI.1981):

Concerto n. 20 in re minore KV 466 per pianoforte e orchestra by Wolfgang Amadeus Mozart (Arturo Benedetti Michelangeli, Orchestra “Alessandro Scarlatti” di Napoli della RAI diretta da Franco Caracciolo):

Concerto n. 20 in re minore KV 466 per pianoforte e orchestra by Wolfgang Amadeus Mozart (Sviatoslav Richter, Moscow State Symphony Orchestra, Karl Eliasberg _ Recorded, May 1958):

Concerto n. 20 in re minore KV 466 per pianoforte e orchestra by Wolfgang Amadeus Mozart (Jan Lisiecki, Verbier Festival Chamber Orchestra. Christian Zacharias):

Concerto n. 20 in re minore KV 466 per pianoforte e orchestra by Wolfgang Amadeus Mozart (Arthur Rubinstein):

Concerto n. 20 in re minore KV 466 per pianoforte e orchestra by Wolfgang Amadeus Mozart (Valentina Lisitsa):

Concerto n. 20 in re minore KV 466 per pianoforte e orchestra by Wolfgang Amadeus Mozart (Friedrich Gulda, Munich Philharmonic Orchestra _ Live recording from the Munich Summer Piano Festival, 1986):

Concerto n. 20 in re minore KV 466 per pianoforte e orchestra by Wolfgang Amadeus Mozart (Arturo Benedetti Michelangeli, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Dimitri Mitropoulos _ live, 1953):

Concerto n. 20 in re minore KV 466 per pianoforte e orchestra by Wolfgang Amadeus Mozart (Murray Perahia, English Chamber Orchestra _ 1977):

Concerto n. 20 in re minore KV 466 per pianoforte e orchestra by Wolfgang Amadeus Mozart (Mitsuko Uchida, Camerata Salzburg):

Concerto n. 20 in re minore KV 466 per pianoforte e orchestra by Wolfgang Amadeus Mozart (Martha Argerich, Alexandre Rabinovitch, Orchestra di Padova e del Veneto _ Palazzo Giusti, Padova, September 1998):

… … …

Ein Heldenleben by Richard Strauss (Staatskapelle Dresden e Karl Böhm – Studio recording, Dresden, II.1957):

Ein Heldenleben by Richard Strauss (NBC Symphony Orchestra – Arturo Toscanini, conductor):

Ein Heldenleben by Richard Strauss (Bayerisches Staatsorchester e Richard Strauss, conductor – München 1941):

Ein Heldenleben by Richard Strauss (Royal Concertgebouw Orchestra e Mariss Jansons):

Ein Heldenleben by Richard Strauss (Staatskapelle Dresden, Rudolf Kempe):

Ein Heldenleben by Richard Strauss (Berlin Philharmonic Orchestra e Herbert von Karajan – Moscow, May 1969):

Ein Heldenleben by Richard Strauss (Symphonie-Orchestrer des Bayerischen Rundfunks e Mariss Jansons):

Ein Heldenleben by Richard Strauss (Giuseppe Sinopoli e Staatskapelle Dresden):

Ein Heldenleben by Richard Strauss (Wiener Philharmoniker e George Pretre):

Ein Heldenleben by Richard Strauss (Maestro Lorin Maazel):

Ein Heldenleben by Richard Strauss (Mengelberg & New York Phil Orchestra, 1928):

… … …

 

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per Amici della Musica di Firenze The King’s Singers il 16 dicembre 2017

Al Teatro Carlo Felice per GOG Uto Ughi e Bruno Canino in duo