in , ,

Joshua Bell: superstar della musica classica

JoshuaBell_1

Spesso definito come il “poeta del violinoJoshua Bell, nato a Bloomington il 9 dicembre del 1967, è uno dei violinisti più celebri al mondo.

Riesce a incantare il pubblico con il suo virtuosismo, il suo tono di pura bellezza e una presenza scenica carismatica.

All’ età di cinque anni inizia a imparare a suonare il violino. A quattordici anni appare per la prima volta come solista con la Philadelphia Orchestra diretta da Riccardo Muti.

Studia violino alla Indiana University Jacobs School of Music. Nel 1989 ha ricevuto l’Artist Diploma in Violin Performance dall’Indiana University.

JoshuaBell_2Ha vinto il Grammy Award per l’ esecuzione di una Fantasia su musiche di George Gershwin e per la colonna sonora del film Iris, il Fisher Price, il Mercury Music Price, l’ Indiana Governor’ s Arts Award e moltissimi altri riconoscimenti.

Nel 1999 esegue il brano “Concerto in D Minor for Two Violins” di Mason Daring con Itzhak Perlman nella colonna sonora del film La musica del cuore nel quale appare anche come attore.

Nel 2002 il brano Debussy: “Doctor Gradus ad Parnassum” dell’ album Perpetual Motion eseguito da Bell con Béla Fleck & Gary Hoffmann fa vincere il Grammy Award for Best Instrumental Arrangement a Fleck & Edgar Meyer.

È suo il violino solista nella colonna sonora del film Angeli e demoni di Ron Howard.

La sua ultima sfida è rappresentata dall’ incarico di Direttore Musicale dell’ Academy of St Martin in the Fields, prima persona in assoluto ad ereditare tale incarico dal 1958, anno in cui Sir Neville Marriner ha fondato l’orchestra.

CURIOSITÀ: Il test del Washington Post

Il 12 gennaio 2007, in un esperimento sociale sulla percezione, il gusto e le priorità delle persone, su iniziativa dell’ editorialista Gene Weingarten del Washington Post, Bell suona in incognito, come un “musicista ambulante”, nell’ atrio della stazione L’ Enfant Plaza della metropolitana di Washington D.C. nell’ ora di punta del mattino.

L’ esperimento viene videoregistrato da una telecamera nascosta. “In un ambiente comune ad un’ora inappropriata: percepiamo la bellezza? Ci fermiamo ad apprezzarla? Riconosciamo il talento in un contesto inaspettato?”

Washington: un uomo si siede in una stazione della metro ed inizia a suonare il violino; è un freddo mattino di gennaio. Suona sei pezzi di Bach per circa tre quarti d’ora. E’ l’ ora di punta e in questi 45 minuti scorrono davanti al violinista migliaia di persone, la maggior parte delle quali sulla strada per andare al lavoro.

Dopo appena un paio di minuti un uomo di mezza età nota il musicista che suona. Rallenta il passo, si ferma per alcuni secondi e, poi, si affretta per non essere in ritardo sulla tabella di marcia. Alcuni minuti dopo, il violinista riceve il primo dollaro di mancia: una donna tira il denaro nella cassettina e senza neanche fermarsi continua a camminare. Pochi minuti dopo, qualcuno si appoggia al muro per ascoltarlo, uno sguardo all’ orologio, e ricomincia a camminare. Finalmente un ascoltatore attento, un bambino di tre anni. Sua madre lo tira, ma il ragazzino si ferma a guardare il violinista. Alla fine la madre lo tira con decisione ed il bambino continua a camminare girando la testa tutto il tempo. Questo comportamento è stato ripetuto da diversi altri bambini. Tutti i genitori, senza eccezione, li hanno forzati a muoversi.

JoshuaBell_3 - Copia

Nei 45 minuti in cui il musicista suona, solo sei persone si fermano e dedicano alcuni minuti, anche meno di un minuto, ad ascoltarlo. Circa una ventina gli ha dato dei soldi, ma hanno continuato a camminare normalmente. Ha raccolto 32 dollari.

Quando finisce di suonare torna il silenzio, nessuno se ne accorge, nessuno applaude, nessun riconoscimento.
Nessuno lo sa ma il violinista è Joshua Bell, uno dei più grandi musicisti al mondo. Suona uno dei pezzi più complessi mai scritti con uno Stradivari del valore di 3,5 milioni di dollari. Due giorni prima dell’ esperimento, Joshua Bell ha fatto il tutto esaurito con un repertorio simile alla Symphony Hall di Boston dove il prezzo per un buon posto in platea era di circa 100 dollari. A conclusione del concerto un migliaio di persone hanno applaudito alzandosi con una standing ovation di un paio di minuti: un tempo interminabile.

Per l’ articolo su questo esperimento, intitolato Pearls Before Breakfast, pubblicato l’ 8 aprile del 2007, Weingarten ha vinto il premio Pulitzer 2008 per il miglior articolo.

 

Joshua David Bell suona uno Stradivari del 1713 chiamato Gibson ex Huberman.

JoshuaBell_4

ASCOLTA QUI Joshua David Bell “Violin Concerto, op. 61″ by L. v. Beethoven, (Verbier Festival, 28.07.2010):

ASCOLTAUI Joshua David Bell “Violin Concerto in D minor, op. 47″ by J. Sibelius (Oslo konserthus, 24.11.11):

 

ASCOLTA QUI Joshua David Bell “Violin Concerto in D major, Op. 35″ by P. I. Tchaikovsky (Teatro Monumental de Madrid, 1998):

 

Written by mara

2 Comments

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pablo Picasso: Guernica e la Guerra civile spagnola

La Sinfonia 3 di Beethoven detta Eroica: analisi, storia e curiosità