in , ,

Krystian Zimerman: “La purezza del suono e l’ eleganza del tocco”

Krystian Zimerman, “il Pianista Perfetto

Krystian Zimerman

Krystian Zimerman è fra i più noti e formidabili pianisti della scena concertistica di oggi, ammirato in tutto il mondo per la purezza del suono e l’ eleganza del tocco.

Talento musicale precocissimo, il pianista polacco Krystian Zimerman ha iniziato giovanissimo lo studio del pianoforte sotto la guida del padre. Ha debuttato come bambino prodigio in una trasmissione della televisione polacca a sei anni e a sette ha cominciato a studiare all’ Accademia di Musica di Katowice, dove è stato allievo di Andrzej Jasinski, che è rimasto il suo unico insegnante; si diploma in questa scuola quattordici anni dopo. Ha partecipato a svariati concorsi pianistici internazionali sin da giovanissimo, proponendo un repertorio basato su compositori polacchi e russi.

La vittoria del “Grand Prix” al Concorso Chopin del 1975 gli ha aperto le porte di una brillante carriera internazionale che lo vede protagonista sui palcoscenici di tutto il mondo.

Premiato dall’Accademia Chigiana di Siena quale miglior giovane musicista dell’anno (1985) e dalla Fondazione Leonie-Sonning a Copenhagen, nel 2005 ha ricevuto dal Ministro della cultura Renaud Donnedieu de Vabres la Legione d’Onore francese.

L’Università di Latowice gli ha conferito il Dottorato Honoris Causa e, recentemente, il Presidente della Polonia gli ha consegnato la “Croce al merito con stella”, la più alta onorificenza riservata a personaggi non legati al corpo militare.

Molo importanti sono stati gli incontri con grandi artisti, sia nel campo della musica da camera (Gidon Kremer, Kyung-Wha Chung, Yehudi Menuhin) che direttori d’orchestra (Bernstein, Karajan, Abbado, Ozawa, Muti, Maazel, Previn, Boulez, Mehta, Haitink, Skrowaczewski, Rattle). Ha avuto anche l’opportunità di conoscere i maestri della generazione precedente: Claudio Arrau, Arturo Benedetti Michelangeli, Arthur Rubinstein, Sviatoslav Richter, che hanno influenzato grandemente sulla sua formazione musicale.

Krystian Zimerman

Si è posto il limite di 50 concerti all’anno e ha un’aderenza totale alla sua professione: organizza personalmente la gestione della sua carriera, studia l’acustica delle sale da concerto, le ultimissime tecnologie di registrazione e della costruzione degli strumenti. È inoltre appassionato di psicologia e computer.

Nel 2013, in occasione del 100° anniversario della nascita di Lutoslavski, ha suonato il Concerto per pianoforte, a lui dedicato, con le più importanti orchestre internazionali, fra cui la Philharmonia Orchestra di Londra. Nella stagione in corso ha eseguito le ultime tre Sonate di Beethoven alla Suntory Hall di Tokyo esattamente all’età e nel giorno della morte di Beethoven.

Ha sviluppato un analogo approccio nei confronti della registrazione discografica. In 30 anni di collaborazione con Deutsche Grammophon, ha inciso numerosi dischi che hanno meritato importanti premi.

Nel 1999 ha registrato i Concerti di Chopin con un’orchestra costituita appositamente per questo progetto, la Polish Festival Orchestra, con la quale ha fatto una lunga tournée in Europa e America per commemorare il 150° anniversario della morte di Chopin.

La più recente incisione è dedicata alla musica da camera della  compositrice polacca Grazyna Bacewicz, in occasione del 100° anniversario della nascita.

Tra le esecuzioni storiche ricordiamo quella con i Wiener Philharmoniker il 10 febbraio 1985, la sua interpretazione del Concerto di Schumann sotto la direzione di Herbert von Karajan, e il Concerto n 3, Concerto n 4 e Concerto n 5 di Beethoven nel 1989 con Leonard Bernstein.

200 video su Krystian Zimerman:

… … …

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini dal sito www.manimagazine.it o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Suite Shéhérazade di Korsakov op. 35: analisi, storia, curiosità, ascolti

Per Santa Cecilia 2020 Emanuel Ax: con Lahav Shani per Beethoven