in

Musei Vaticani Gratis 30 agosto 2020: informazioni da sapere

I Musei siano aperti a tutti

“Se il Papa ha dei musei è proprio per questo! Perché l’arte può essere un veicolo straordinario per raccontare agli uomini e alle donne di tutto il mondo, con semplicità, la buona notizia di Dio che si fa uomo per noi, perché ci vuole bene! Ed è bello, questo!”

Musei Vaticani Gratis 30 agosto 2020: informazioni da sapere. Come e quando visitare i Musei Vaticani gratis

L’ultima domenica di ogni mese si possono visitare i Musei Vaticani gratis. In questa occasione non è possibile fare la prenotazione. Per accedere gratuitamente ai musei è necessario fare la coda all’ ingresso.

Musei Vaticani Gratis 30 agosto 2020: informazioni da sapere. Musei Vaticani: http://www.museivaticani.va

I Musei Vaticani, giustamente chiamati al plurale, sono in realtà un insieme di musei e collezioni. Attualmente comprendono: i Musei e gli ambienti visitabili dei palazzi Vaticani.

  • Musei
    • Pinacoteca vaticana: la collezione fu dapprima ospitata nell’Appartamento Borgia, finché papa Pio XI ordinò che fosse costruito un palazzo ad essa dedicato. L’architetto incaricato dell’opera fu Luca Beltrami. Il museo contiene opere di pittori come Giotto, Leonardo, Raffaello e Caravaggio.
    • Collezione d’arte religiosa moderna: raccoglie opere di artisti come Francis Bacon, Carlo Carrà, Marc Chagall, Salvador Dalí, Giorgio de Chirico, Venanzo Crocetti, Felice Mina, Paul Gauguin, Wassily Kandinsky, Henri Matisse e Vincent van Gogh.
    • Museo Pio-Clementino: papa Clemente XIV fondò il museo vaticano Pio-Clementino nel 1771, e originariamente fu adibito alla raccolta di opere antiche e rinascimentali. Il museo e la sua collezione furono ampliati dal successore papa Pio VI. Oggi il museo ospita antiche sculture greche e romane.
    • Museo missionario-etnologico: venne fondato da Pio XI nel 1926, accoglie opere, in prevalenza di carattere religioso, provenienti da tutte le parti del mondo; è composto soprattutto da doni fatti al Papa.
    • Museo gregoriano egizio: fondato da papa Gregorio XVI, il museo ospita una vasta collezione di reperti dell’antico Egitto. Il materiale esposto comprende papiri, mummie, il famoso Libro dei morti e la Collezione Grassi.
    • Museo gregoriano etrusco: fondato da papa Gregorio XVI nel 1836, questo museo dispone di otto gallerie ed ospita importanti reperti di epoca etrusca, provenienti dagli scavi archeologici. Tra questi vasi, sarcofagi, bronzi e la nota Collezione Guglielmi.
    • Museo pio cristiano.
    • Museo gregoriano profano.
    • il Padiglione delle Carrozze, che conserva alcuni dei veicoli con i quali si spostavano i papi nel passato, fa parte del Museo storico vaticano, la cui sede principale si trova nel Palazzo del Laterano.
    • Museo filatelico e numismatico.
    • Musei della biblioteca Apostolica Vaticana.
    • Museo Chiaramonti: prende il nome da papa Pio VII Chiaramonti, che lo fondò agli inizi del XIX secolo. È composto da un’ampia galleria ad archi ai lati della quale sono esposte numerose sculture, sarcofagi e fregi. La nuova ala, il Braccio Nuovo, costruita da Raphael Stern, ospita celebri statue come l’Augusto di Prima Porta. Un’altra parte del museo Chiaramonti è la Galeria lapidaria, che contiene più di 3 000 tavolette ed iscrizioni di pietra, rappresentando la più grande collezione del mondo di questo tipo di manufatti. Tuttavia viene aperta ai visitatori solo su richiesta, generalmente per motivi di studio.
  • Palazzi Vaticani.
    • le gallerie:
      • Galleria Lapidaria
      • la galleria detta Braccio Nuovo
      • Galleria dei Candelabri
      • Galleria degli Arazzi
      • Galleria delle carte geografiche
    • le cappelle:
      • Cappella Sistina
      • Cappella Niccolina
      • Cappella di Urbano VIII
    • le stanze o sale:
      • Sala della biga
      • Appartamento di san Pio V
      • Sala Sobieski
      • Sala dell’Immacolata
      • Stanze di Raffaello
      • Loggia di Raffaello
      • Sala dei Chiaroscuri
      • Appartamento Borgia
      • Salette degli Originali Greci

… … …

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Festival Verdi 2020 RIGOLETTO di Verdi, dal 25 settembre al 18 ottobre

Corso di fotografia e video di scena 2020–21 all’ Accademia Teatro alla Scala