in , , ,

Ouverture 1812 e i colpi di cannone, P. I. Tchaikovsky

“L’ Ouverture sarà molto potente e fragorosa…”, Pyotr Il’yich Tchaikovsky

1812 Overture

Scritta nel 1880 ed eseguita per la prima volta nella cattedrale di Cristo Salvatore di Mosca il 20 agosto 1882 l’ Ouverture 1812 è una composizione per orchestra di Pëtr Il’ič Čajkovskij che commemora la tentata invasione francese della Russia e la conseguente devastante ritirata dell’ armata di Napoleone. Fu un evento che segnò il 1812 come svolta delle guerre napoleoniche.

L’ ouverture si apre con un canto di chiesa russo, che rimanda alla dichiarazione di guerra annunciata in Russia e prosegue con un canto solenne per il successo della guerra stessa. Questo annuncio e la reazione pubblica sono anche ritratti nel romanzo Guerra e pace di Lev Tolstoj.

Il brano prosegue con un tema che rappresenta la marcia delle armate, suonato al corno. L’ inno nazionale francese, La Marsigliese, riflette le vittorie francesi in guerra e la cattura di Mosca nel settembre 1812. La danza folkloristica russa commemora la vittoria su Napoleone. Il ritiro da Mosca è sottolineato da un diminuendo, mentre i colpi di cannone segnano l’ avanzata militare verso i confini francesi.

Concluso il conflitto, si ritorna al canto, suonato ora dall’ intera orchestra ed accompagnato da rintocchi di campane in onore della vittoria e della liberazione della Russia. Come sottofondo del tema dei cannoni e della marcia si può sentire l’ inno imperiale russo Dio salvi lo zar, opposto a quello francese sentito in precedenza.

Attenzione: la composizione riflette gli inni francese e russo del 1882 (quando fu composta), non del 1812. Dal 1799 al 1815, la Francia non aveva in effetti nessun inno nazionale e La Marsigliese non fu ripristinata che nel 1870. Dio salvi lo zar fu adottato dalla Russia solamente nel 1833. Si tratta probabilmente di un caso di licenza artistica, con cui l’autore usa temi conosciuti dal pubblico.

L’ opera è nota anche per la sequenza di colpi di cannone, previsti dal compositore, realizzati mediante l’ uso di cannoni veri; questo però accade solo in alcune occasioni come in festival all’ aperto. Nella consuetudine le cannonate sono rese mediante una grancassa sinfonica. I colpi di una vera arma da fuoco appaiono per la prima volta in registrazioni degli anni cinquanta eseguite dall’ Orchestra Sinfonica di Minneapolis diretta da Antal Doráti. Simili registrazioni sono state effettuate da altri gruppi, spesso usando nuove tecnologie audio.

Nonostante la composizione non abbia collegamenti storici con la guerra del 1812 tra Stati Uniti d’ America e Gran Bretagna, l’ Ouverture 1812 è annualmente eseguita – assieme ad altre musiche patriottiche – con i colpi di cannone da parte della Boston Pops Orchestra in occasione del loro concerto annuale sulle sponde del fiume Charl il 4 luglio.

Al tempo della Russia sovietica, l’ opera doveva esser modificata per le rappresentazioni: l’ inno russo veniva sostituito dal coro Gloria dall’ opera di Mikhail Glinka Una vita per lo Zar.

L’ organico orchestrale prevede: ottavino, 2 flauti, 2 oboi, corno inglese, 2 clarinetti in si♭, 2 fagotti; 4 corni in fa, 2 cornette in si♭, 2 trombe in mi♭, 3 tromboni, tuba; 3 timpani (sol, si♭, mi♭), triangolo, tamburello, tamburo, piatti, grancassa, campane, cannone; archi; banda militare (ad lib.).

ED ECCO QUALCHE CURIOSITÀ…

“Diversi decenni fa, durante un concerto sinfonico in una città brasiliana sulla costa, forse Recife, furono sparati i colpi di cannone nelle vicinanze del teatro. Il fatto comico è che molti spettatori si allarmarono, pensando ad un golpe, e uscirono precipitosamente dalla sala fuggendo per le strade.”

“A metà degli anni sessanta, Igor Buketoff scrisse un arrangiamento del pezzo con coro. L’ apertura è cantata da voci come in un cantico, invece di esser suonato da violoncelli e viole; segue un coro di voci bianche, flauto e corno inglese. L’ intero coro è poi inserito nell’ intera orchestra nella parte conclusiva.”

“Una apparentemente inconcepibile esecuzione a cappella di questo brano è il pezzo forte del gruppo vocale inglese dei Swingle Singers.”

“Per lo spiccato contenuto dinamico del brano in cui compaiono i colpi di cannone, l’Ouverture è spesso utilizzata dagli audiofili come riferimento nelle prove di impianti stereofonici.”

Tchaikovsky-1Quante volte è stata ascoltata senza sapere quale brano fosse e chi l’ avesse composto…

– In una scena de Il dittatore dello stato libero di Bananas di Woody Allen.

– Durante la videata dei punteggi migliori del videogioco per computer Project-X.

– Come introduzione nel videogioco per computer chiamato Wizkid: il protagonista Wizkid conduce un’orchestra, che non appare, e dei cannoni, presenti invece sulla scena.

– Nel videogioco Fiendish Freddy’s Big Top O’Fun e nel livello Little Waterloo di Psychonauts.

– È usata mentre il protagonista del film V for Vendetta fa saltare in aria prima l’ Old Bailey, e poi il 5 novembre, Westminster.

– È eseguita spesso da un droide riparatore (DRD) nella prima puntata della quarta stagione del telefilm Farscape e, occasionalmente, in altre puntate della quarta stagione.

– È ascoltata con entusiasmo (specie le cannonate) da Sledge Hammer in una puntata del telefilm Troppo forte!.

– È fischiettata dal professor Keating (Robin Williams), al suo ingresso in scena, nel film L’attimo fuggente di Peter Weir.

– Si ascolta dopo il suono delle quattro chiavi nel gioco cooperativo Break the Safe, quando il gioco è vinto.

– Si ascolta nel videogioco Risk II (Risiko), durante le fasi di selezione del gioco ed a gioco terminato.

– Si ascolta nei videogiochi di Ratchet & Clank per PS3 quando si spara con il Ryno.

– Un tributo a questo brano è l’overture dell’album 2112 del gruppo musicale Rush.

– Nel 1979 il batterista inglese Cozy Powell incluse parte dell’Ouverture 1812, accompagnata dalla sola batteria, in Over The Top. In seguito, l’Ouverture 1812 sarebbe stata inclusa in quasi tutti i suoi assoli in concerto.

 

ASCOLTA QUI “Ouverture 1812″ by P. I. Tchaikovsky (Gergiev / Mariinsky Theatre Orchestra):

ASCOLTA QUI “Ouverture 1812″ by P. I. Tchaikovsky (Kiev Symphony Chorus & Children’s Choir, Greater Cincinnati):

ASCOLTA QUI “Ouverture 1812″ by P. I. Tchaikovsky (Herbert Von Karajan & Berlin Philharmonic Orchestra):

ASCOLTA QUI “Ouverture 1812″ by P. I. Tchaikovsky (Siena, 24 giugno 1991, Piazza del Campo – ZUBIN MEHTA Direttore, ORCHESTRA E CORO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO con la partecipazione della Banda della Guardia di Finanza):

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il mezzosoprano lettone Elīna Garanča

Conservatorio Verdi: Coro Manos Blancas (12-13 agosto)