in , , ,

Per Settimane Musicali Meranesi Bertrand Chamayou 14 Settembre 2019

Il suo modo di suonare, musicalmente perspicace e tecnicamente impeccabile, non può essere confuso con quello di nessun altro.“, International Record Review

Settimane Musicali Meranesi 2019

 

Alle Settimane Musicali Meranesi il brillante pianista Bertrand Chamayou per il seguente programma:

 

R. Schumann, Carnaval op. 9

… … …

M. Ravel, Miroirs

… … …

C. Saint-Saens, op. 111/4, op. 24, op. 66, op. 52/6

 

QUANDO

Sabato 14 Settembre 2019, ore 11.00

 

DOVE: Pavillon des Fleurs
Corso della Libertà, 33
39012 Merano (BZ)

 

INTERPRETI:

Bertrand Chamayou, pianoforte

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Categoria A al costo di 25,00

 

Merano Festival: Bertrand Chamayou

 

oppure, se non sapete come fare e se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e consegna dei biglietti. Potete scrivere a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

 

Bertrand Chamayou…

Bertrand Chamayou si è affermato ai massimi livelli della scena musicale internazionale e si esibisce nelle più prestigiose sale concertistiche, quali il Théâtre des Champs Elysées, il Lincoln Center, la Herkulessaal di Monaco e la Wigmore Hall di Londra. È stato ospite di tutti i principali festival tra cui il Mostly Mozart di New York, il Festival di Lucerna, il Festival di Salisburgo, il Festival Internazionale di Edimburgo, il Rheingau Musik Festival, il Beethovenfest di Bonn ed il Klavier-Festival Ruhr.

Nella stagione 2017/18 ha debuttato con la Filarmonica di New York diretta da Semyon Bychkov, con la Tonhalle-Orchester di Zurigo, con i Bamberger Symphoniker, con la Staatskapelle Berlin, con l’Orchestre Symphonique de Québec. Altri impegni di rilievo sono stati il ritorno all’Orchestre National de Belgique, alla Orquesta Nacional de España, all’Orchestre de Paris ed alla Orchestre National de France.

Nella stagione 2018/19 ha, invece, debuttato con la Philharmonia Orchestra diretta da Philippe Herreweghe, con l’Orchestre Symphonique de Montréal diretta da François-Xavier Roth, con la Pittsburgh Symphony Orchestra diretta da Manfred Honeck e con la Budapest Festival Orchestra under Robin Ticciati. Altri appuntamenti salienti della stagione includono i concerti inaugurali della Gewandhausorchester Leipzig e della NDR Elbphilharmonie Orchestra, le residenze con la Scottish Chamber Orchestra, l’Orchestre Philharmonique de Radio France e l’Orchestre National de France.

Bertrand Chamayou ha collaborato in passato con orchestre del calibro di London Philharmonic, Filarmonica di Rotterdam, Deutsche Kammerphilharmonie Bremen, hr-Sinfonieorchester, WDR Sinfonieorchester di Colonia, Orchestre de Paris, NHK Symphony Orchestra, Seattle Symphony, Seoul Philharmonic Orchestra, The Cleveland Orchestra, Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Danish National Symphony Orchestra. Ha recentemente debuttato con la New York Philharmonic, la Tonhalle-Orchester Zürich, i Bamberger Symphoniker, l’Atlanta Symphony, l’Orchestre Symphonique de Québec e la Detroit Symphony Orchestra. Ha collaborato con direttori del calibro di Pierre Boulez, Leonard Slatkin, Sir Neville Marriner, Semyon Bychkov, Michel Plasson, Louis Langrée, Stéphane Denève, Ludovic Morlot e Andris Nelsons

Bertrand Chamayou si esibisce regolarmente in progetti di musica da camera, con partner del calibro di Renaud e Gautier Capuçon, Quartetto Ebène, Antoine Tamestit e Sol Gabetta. Facendo seguito ai concerti al Festival di Pasqua di Salisburgo e nella serie Great Performers del Lincoln Center di New York, questa stagione sono previsti concerti con Sol Gabetta al Théâtre des Champs-Élysées di Parigi, alla Wigmore Hall di Londra, a Praga, a Lucerna e in tournée in Italia.

Bertrand Chamayou ha al suo attivo numerose registrazioni di successo, incluso un CD Naïve con musiche di César Franck che ha ricevuto diversi riconoscimenti tra cui l’Editor’s Choice della rivista Gramophone.

Nel 2011 Bertrand Chamayou ha festeggiato il duecentesimo anniversario di Liszt con una registrazione dell’integrale degli Années de Pèlerinage – sempre per Naïve – poi eseguiti in recital in diverse sale di tutto il mondo. L’album ha ottenuto critiche entusiastiche e un Gramophone Choice.

Unico artista ad aver vinto per quattro volte il prestigioso premio francese Victoires de la Musique, attualmente Bertrand Chamayou ha un contratto di esclusiva discografica con Warner/Erato ed ha ricevuto un ECHO Klassik 2016 per la sua registrazione dell’integrale delle opere di Ravel per pianoforte solo.

Nella stagione 2018/19 è uscito il suo ultimo album che include i Concerti n. 2 e n. 5 di Camille Saint-Saëns registrati insieme all’Orchestre National de France ed Emmanuel Krivine.

Bertrand Chamayou è nato a Tolosa; il suo talento musicale è stato presto scoperto dal pianista Jean-François Heisser, che in seguito è divenuto suo insegnante al Conservatorio di Parigi. Ha completato gli studi con Maria Curcio a Londra.

Sito personale: http://www.bertrandchamayou.com/

 

Bertrand Chamayou in “Beethoven : Concerto pour piano n°5 op 73 “L’empereur”″:

Bertrand Chamayou in “Liszt – 12 Transcendental Etudes″:

Bertrand Chamayou in “Saint-Saëns : Concerto pour piano n°5 “L’Egyptien”″:

Bertrand Chamayou in “Bertrand Chamayou plays Franck, Debussy and Saint-Saëns″:

Bertrand Chamayou in “An intimate Paris recital with Bertrand Chamayou and Schubert″:

… … …

 

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al Teatro Massimo di Palermo LA TRAVIATA di Verdi settembre 2019

La Sinfonia n 6 di Beethoven Pastorale: analisi, storia e curiosità