in , , ,

Società del Quartetto di Milano: il pianista Gabriele Carcano

Torna al Quartetto Gabriele Carcano, una delle migliori promesse del pianoforte italiano. Vincitore del Borletti-Buitoni Trust Awards, Carcano unisce alla finezza interpretativa un innato carisma comunicativo, che porta spontaneamente il pubblico a seguire i suoi intriganti e mai casuali percorsi musicali

Gabriele Carcano's portait © Alessandra Tinozzi

Società del Quartetto di Milano

 

Dopo il fortunato esordio nel 2014, torna sul palco del Conservatorio “G. Verdi” di Milano per la Società del Quartetto il pianista Gabriele Carcano: il programma conduce l’ascoltatore in prossimità di una linea d’ombra, con una serie di lavori che mettono in luce gli aspetti più problematici della forma classica. La Sonata in mi minore op. 90 segna infatti il momento più critico della produzione di Beethoven, prima della svolta verso la fase conclusiva del suo stile. La Sonata in si minore di Liszt invece rappresenta l’espressione più drammatica del conflitto romantico tra tradizione e innovazione, mentre le labirintiche Variazioni op. 9 di Brahms delineano uno struggente quanto controverso omaggio al mondo di Schumann e a quel groviglio inestricabile di sentimenti contrastanti vissuti nei pochi mesi del loro rapporto: 

 

L. van Beethoven, Sonata n. 27 in mi minore op. 90

… … …

J. Brahms, 16 Variazioni su un tema di Schumann op. 9

… … …

J. Brahms, Scherzo in mi bemolle minore op. 4

… … …

F. Liszt, Sonata in si minore

 

QUANDO: Martedì 15 Novembre 2016, ore 20.30

 

DOVE: Sala Verdi
Conservatorio “G. Verdi”
Via Conservatorio, 12 – Milano (MI)

 

INTERPRETI:

Pianista, GABRIELE CARCANO

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Posto libero intero al costo di 32,00 €
Posto libero ridotto al costo di 25,00 €
Posto libero giovani al costo di 5,00 €

Inoltre sono disponibili le seguenti posizioni:
Posto numerato primo settore al costo di 40,00 €
Posto numerato secondo settore al costo di 35,00 €
Posto numerato giovani al costo di 15,00 €

 

Società del Quartetto di Milano: il pianista Gabriele Carcano

 

Chi partecipa al concerto prenotando con Associazione Ma.Ni. ha la possibilità di avere i biglietti a prezzo ridotto (se ancora disponibili). Scrivere a mara.grisoni@gmail.com per ricevere informazioni oppure telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

gabriele-carcano

Gabriele Carcano

Nato a Torino nel 1985, inizia lo studio del pianoforte a 7 anni e si diploma con il massimo dei voti a 17 anni, al Conservatorio G. Verdi della sua città, proseguendo poi gli studi sotto la guida di Andrea Lucchesini all’ Accademia di Musica di Pinerolo. Dal 2006, grazie al sostegno dell’ Associazione De Sono, della Fondazione CRT e del premio Banques Populaires – Natexis, si stabilisce prima a Parigi, dove frequenta i corsi di Nicholas Angelich presso il Conservatoire National Supérieur de Musique, perfezionandosi con Aldo Ciccolini e Marie Françoise Bucquet, e quindi a Berlino. Riceve anche i consigli di pianisti quali Leon Fleisher, Richard Goode, Mitsuko Uchida.

Nel 2004 vince il Premio Casella al Concorso “Premio Venezia” e, dopo il debutto al Teatro La Fenice, viene invitato da prestigiose istituzioni italiane quali il Teatro Regio di Torino, l’ Accademia Filarmonica di Verona, MiTo – Settembre Musica e Unione Musicale.

La sua carriera l’ha poi portato ad esibirsi in sale e stagioni quali la Tonhalle di Zurigo, la Salle Pleyel, Theatre des Champs Elysées e Cité de la Musique di Parigi, Herkulessaal di Monaco, Parco della Musica di Roma, Teatro la Pergola – Amici della Musica di Firenze, IUC di Roma, Lingotto di Torino, Auditorium du Louvre, o per il Festival Radio France – Montpellier, Piano aux Jacobins di Toulouse, Caramoor Festival, French May di Hong Kong, Fundacion Scherzo di Madrid, Kissinger Sommer Festival.

Nel gennaio 2010 è proclamato vincitore del Borletti Buitoni Trust Fellowship, riconoscimento prestigioso che lo inserisce tra i migliori giovani talenti della scena musicale internazionale, ottenendo un immediato invito da parte di Mitsuko Uchida al Festival di Marlboro nel 2010, 2011 e 2012. Ha poi partecipato ad una prima tournée americana di Musicians from Marlboro nella primavera del 2012, in città quali New York, Boston, Philadelphia, Washington DC, Toronto ed è stato invitato per una seconda nel novembre 2013.

Gabriele Carcano ha suonato con orchestre quali Orchestre National de Montpellier, Orchestra da Camera di Mantova, Staatskapelle Weimar, Orchestra Verdi, Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra di Padova e del Veneto, collaborando con direttori come Lawrence Foster, Alain Altinoglu, Stephan Solyom, Federico Maria Sardelli.

Svolge anche intensa attività cameristica, collaborando con artisti quali Marie-Elisabeth Hecker, Quartetto Hermes, Andrea Lucchesini, Lorenza Borrani, Aldo Ciccolini, Colin Carr, Mario Brunello.

Tra gli impegni più recenti figurano il debutto alla Sala Verdi di Milano per la Società del Quartetto e concerti a Berlino, Roma per la IUC, Amici della Musica di Padova, Unione Musicale di Torino, Orchestra Verdi di Milano, Orchestre Nationale de Montelepre, Mantova Chamber Festival, Kryzyzowa Festival e al Vorpommen Mecklenburg Festival, Marinsky di S. Pietroburgo, Musashino Hall di Tokyo, Jerusalem Center for Permorming Arts, tornerà a Parigi e Milano ed effettuerà un tour di concerti tra Danimarca, Germania e Olanda con il violinista Itamar Zorman.

Sito personale dell’ artista: http://gabrielecarcano.instantencore.com/web/home.aspx

 

ALCUNI VIDEO SU GABRIELE CARCANO

Gabriele Carcano in concerto all’Istituto italiano di cultura di parigi (aprile 2016) (Gabriele Carcano):

 

ALCUNI VIDEO SUL PROGRAMMA…

“Sonata n. 27 in mi minore op. 90” by L. van Beethoven (Daniel Barenboim, piano):

“Sonata n. 27 in mi minore op. 90” by L. van Beethoven (Maurizio Pollini, piano 2002 June):

“Sonata n. 27 in mi minore op. 90” by L. van Beethoven (Vladimir Ashkenazy):

“Sonata n. 27 in mi minore op. 90” by L. van Beethoven (Andras Schiff: The Lectures; Beethoven Sonatas; Wigmore Hall from 2004 – 6):

 

“16 Variazioni su un tema di Schumann op. 9” by J. Brahms (Daniel Barenboim, piano):

 

“Scherzo in mi bemolle minore op. 4” by J. Brahms (Wilhelm Kempff, piano):

“Scherzo in mi bemolle minore op. 4” by J. Brahms (CLAUDIO ARRAU, piano):

“Scherzo in mi bemolle minore op. 4” by J. Brahms (Krystian Zimerman, piano – Year of recording: 1982 (Munich, Germany)):

 

“Sonata in si minore” by F. Liszt (Vladimir Horowitz, piano – 1977):

“Sonata in si minore” by F. Liszt (Alfred Brendel, piano – 1985 Japan):

“Sonata in si minore” by F. Liszt (Evgeny Kissin, piano – Verbier Festival 2011):

“Sonata in si minore” by F. Liszt (Georges Cziffra, piano):

“Sonata in si minore” by F. Liszt (Sviatoslav Richter, piano – Livorno, 1966):

“Sonata in si minore” by F. Liszt (Martha Argerich, piano):

“Sonata in si minore” by F. Liszt (Maurizio Pollini, piano):

“Sonata in si minore” by F. Liszt (Krystian Zimerman, piano):

“Sonata in si minore” by F. Liszt (Yuja Wang, piano – Verbier Festival 2008):

“Sonata in si minore” by F. Liszt (Claudio Arrau, piano – 1982 Live – Toronto):

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Teatro Massimo: Audizioni per PRIMO VIOLONCELLO…

Teatro Massimo: Audizioni per SECONDO VIOLONCELLO…