in , , ,

Teatro EuropAuditorium: Momix, Opus Cactus (2 al 7/02)

“Lo spettacolo racconta, con immagini altamente poetiche e fantasiose, il deserto del sud-ovest degli Stati Uniti, luogo entrato nell’immaginario collettivo per aver fatto da sfondo a innumerevoli film e spot pubblicitari”, (Paolo Quazzolo)

momix_home (1)

Europauditorium

Ritorna sui palcoscenici uno dei grandi successi dei Momix, Opus Cactus, spettacolo scandito da ritmi tribali, rituali col fuoco e danze iniziatiche compiute nei luoghi più reconditi della terra.

Dal deserto dell’Arizona a tutti i deserti del mondo si estende il viaggio compiuto dai Momix nei numerosi luoghi da loro esplorati con passi di danza, eleganza e magia. Mistero e fascino contraddistinguono questo progetto firmato da Moses Pendleton, artista dall’inesauribile fantasia e dall’irrefrenabile vitalità.

I talentuosi ballerini dei Momix si trasformeranno in rettili striscianti, in colorati animali, in cactus imponenti e in minacciosi uccelli totem che voleranno in alto confondendosi in albe poetiche e tramonti infuocati, svelando i pericoli, e nello stesso tempo le meraviglie, di un universo naturale inesplorato e immensamente esteso.

Ogni spettacolo dei Momix lascia sempre dentro a ogni spettatore una nuova dimensione che sfida le leggi di gravità ed è fatta di leggiadria, forza e bellezza.

 

una Produzione Julio Alvarez e Planeta Momix

di Moses Pendleton

 

QUANDO: 

Martedì 2 febbraio 2016, ore 21.00

Mercoled 3 febbraio 2016, ore 21.00

Giovedì 4 febbraio 2016, ore 21.00

Venerdì 5 febbraio 2016, ore 21.00

Sabato 6 febbraio 2016, ore 21.00

Domenica 7 febbraio 2016, ore 16.30

 

DOVE: Europauditorium _ Piazza della Costituzione, 4 – 40128 Bologna

 

INTERPRETI: Produzione Julio Alvarez e Planeta Momix

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Platea: Intero al costo di € 43,00 e Ridotto al costo di € 39,00; Abbonati al costo di € 29,50 e Bambino al costo di € 27,00

Balconata: Intero al costo di € 35,00 e Ridotto al costo di € 31,50; Abbonati al costo di € 20,50 e Bambino al costo di € 17,00

 

Acquisto on line

 

se volete, potete rivolgervi all’ Associazione Ma.Ni. per acquisto e consegna dei biglietti. Potete scrivere a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

 

Momix è una compagnia teatrale di ballerini-acrobati, creata e diretta dall’americano Moses Pendleton. Il nome del gruppo deriva da quello di un mangime per bovini.

Nota nel mondo per le opere di eccezionale bellezza ed inventiva, fin dalla nascita la compagnia ha acquisito grande fama per la sua capacità di evocare un mondo di immagini surreali usando corpo, costumi, attrezzi, luci e giochi d’ombra. Oltre alle annuali apparizioni al Joyce Theatre di New York, la compagnia si esibisce regolarmente in tournée internazionali di grande successo.

Alcune coreografie di Pendleton, dal chiaro sapore New Age, fanno pensare a disparate simbologie sacre ma Pendleton chiarisce che la sua bibbia è prima di tutto la Natura, “la Bibbia delle piante, degli animali, dei minerali”. La sua ispirazione è legata infatti, come rivela il danzatore alla stampa, al suo giardino molto più che all’ambiente urbano.

Le “illusioni” dei Momix sono create soprattutto attraverso la luce. Intervenendo su di essa i Momix riescono “a ingigantirsi o scomparire, fondersi o raddoppiarsi: con suggestiva ironia, le ombre di due immense gambe evocative di classicità calciano fuori dalla scena due ballerine in carne e ossa lasciando poi il posto alla frenetica danza di un esserino creato con le stesse membra sotto una luce diversa. Ridiscutendo con la luce la nozione di spazio, i Momix mostrano a una platea dimentica della fisicità la natura versatile del corpo, oggi così pesante, unidirezionalmente definito (modello estetico dettato ancora una volta da una luce, quella del flash fotografico)”.

Momix3

Opus Cactus è nato da una pièce commissionata a Pendleton dall’ Arizona Ballet di Phoenix.

Lo spettacolo racconta con poesia e straripante fantasia il deserto del sud ovest degli Stati Uniti, entrato ormai nell’ immaginario collettivo per aver fatto da scenario a innumerevoli film e spot televisivi.

I costumi di Phoebe Katzin trasformano i ballerini in lucertole, scorpioni e altri rettili striscianti, in variopinte specie di flora e fauna desertica. Gli effetti di luce creati da Joshua Starbuck ci suggeriscono le immagini di un deserto arroventato durante il giorno, misterioso e immobile la notte, di albe poetiche, di inquietanti tramonti, ci appaiono cactus giganteschi e minacciosi uccelli totem.

I dieci ballerini-ginnasti sfidano continuamente le leggi di gravità volando, saltando, rimbalzando, librandosi su alti pali, roteando intorno a una struttura metallica che sembra dapprima disarticolarsi per poi ricomporsi, attraversando la scena su minuscoli skateboard, quasi in un rituale di iniziazione con il fuoco.

L’accompagnamento musicale, cui la compagnia riserva tradizionalmente grande attenzione nell’allestimento degli spettacoli, spazia da Bach a Brian Eno, include danze tribali degli Indiani d’America e altri brani originari di zone desertiche della terra.

 

 

QUALCHE VIDEO PER CONOSCERE IL PROGRAMMA…

“Opus Cactus by MOMIX:

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ORCHESTRA della RAI: Schumann e Strauss (14-15/01)

La Verdi: Stravinskij e Prokofiev (7, 8 e 10 Gennaio)