in , , ,

Teatro Massimo 2020 violinista Midori per il Ciclo Beethoven

La musica costituisce una rivelazione più alta di qualsiasi filosofia“, Ludwig van Beethoven

Teatro Massimo 2020 violinista Midori per il Ciclo Beethoven

 

Teatro Massimo di Palermo, Stagione 2020

Teatro Massimo 2020 violinista Midori per il Ciclo Beethoven. Il direttore Omer Meir Wellber alla guida dell’ Orchestra del Teatro Massimo di Palermo in occasione del Ciclo Beethoven nel 250° anniversario della nascita di Beethoven. Tra gli ospiti della Stagione Concertistica Teatro Massimo 2020 Midori: fra i leggendari violinisti di questa generazione, quarantenne con trent’anni di carriera alle spalle, ex enfant prodige, è da tempo una consolidata realtà del violinismo internazionale. Per l’ occasione verrà eseguito il seguente programma:

 

Ludwig van Beethoven, Concerto per violino e orchestra in Re maggiore op. 61

… … …

Ludwig van Beethoven, Sinfonia n. 7 in La maggiore op. 92

QUANDO

Venerdì 25 Settembre 2020, ore 20.30

DOVE: Fondazione Teatro Massimo
Piazza Verdi

90138 Palermo (PA)

INTERPRETI:

Violino, Midori

Direttore, Omer Meir Wellber

Orchestra del Teatro Massimo

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Settore 1 Intero al costo di € 30,00; Ridotto al costo di € 24,00

Settore 2 Intero al costo di € 25,00; Ridotto al costo di € 20,00

Settore 3 Intero al costo di € 25,00; Ridotto al costo di € 20,00

Settore 4 Intero al costo di € 25,00; Ridotto al costo di € 20,00

Settore 5 Intero al costo di € 20,00; Ridotto al costo di € 16,00

Settore 6 Intero al costo di € 20,00; Ridotto al costo di € 16,00

Settore 7 Intero al costo di € 20,00; Ridotto al costo di € 16,00

Settore 8 Intero al costo di  15,00

Teatro Massimo 2020 violinista Midori per il Ciclo Beethoven

se non sapete come fare, e se volete, potete rivolgervi anche all’ Associazione MaNi per informazioni su acquisto e ritiro dei biglietti. Potete scrivere a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

NOTE SUL PROGRAMMA…

Omer Meir Wellber

Omer-Wellber-Tato-Baeza

Omer Meir Wellber è nato nel 1981 nel Be’er Sheva, Israele ed è oggi considerato uno dei più grandi talenti tra i giovani direttori d’orchestra.

Wellber comincia la sua formazione musicale all’ età di cinque anni con la fisarmonica e il  pianoforte. Si è interessato anche di composizione e all’età di nove anni ha ricevuto lezioni da Tania Taler. In seguito è divenuto allievo di Michael Wolpe fino al 2004. Si è diplomato al Conservatorio di Be’er Sheva già nel 1999. Da allora le sue opere sono state eseguite sia in Israele che all’estero e alla radio. Dopo la laurea, Wellber ha approfittato di una borsa di studio della American-Israel Cultural Foundation per proseguire i suoi studi dal 2000 al 2008. Ha conseguito la laurea sotto la guida di Eugene Zirlin all´Accademia di Musica di Gerusalemme e frequentato il Master nella classe di Mendi Rodan.

Negli anni passati ha debuttato con grande successo in numerose orchestre, tra le quail la London Philharmonic Orchestra, la Gewandhausorchester di Lipsia, la Bayerische Staatsorchester, la Pittsburgh Symphony Orchestra, così come l`Orchestra RAI di Torino. Inoltre è regolarmente direttore ospite della Israel Philharmonic, della Semperoper di Dresda, della Bayerischen Staatsoper di Monaco, de La Fenice di Venezia e dell’Arena di Verona. Dal 2009 è direttore musicale stabile della Raanana Symphoniette Orchestra, fondata nel 1991 per aiutare l’integrazione degli ebrei immigrati in Israele.

Nella stagione 2014/15 Wellber ha debuttato negli Stati Uniti con la Pittsburgh Symphony Orchestra, inoltre alla Bayerischen Staatsorchester con la Carmen, più  due concerti dell’Accademia. A Dresda ha diretto un concerto alla guida della Staatskapelle e alla Semperoper ha portato avanti il ciclo Mozart/Da Ponte con Le Nozze di Figaro.
Il suo debutto acclamato al Festival di Glyndebourne nel maggio 2014 ha comportato un nuovo invito della London Philharmonic Orchestra, dirigendo nell’ aprile 2015 alla Royal Festival Hall e pochi giorni dopo la Gewandhausorchester di Lipsia.

Dal 2010 al 2014 Omer Meir Wellber è stato direttore musicale al Palau de les Arts Reina Sofia di Valencia dove ha diretto concerti sinfonici e opere tra le quail l´Eugen Onegin – prodotto in DVD da C Major -, il Boris Godunov di Mussorgsky, La Vida Breve e El Amor Brujo di De Falla e I Due Foscari di Verdi con Placido Domingo. Nel giugno 2013, in occasione del bicentenario dell’Arena di Verona, Wellber ha diretto con grande successo l’Aida all’Arena, con la messa in scena de La Fura dels Baus. Il DVD è uscito nel 2014 a cura di BelAir Classiques. Il suo debutto alla Semperoper di Dresda con la Daphne di Strauss (2010) ha portato a una sempre più stretta collaborazione con la Opernhaus e la Staatskapelle di Dresda: nel 2014 Wellber ha diretto l´Ariadne di Strauss e una versione concertante del Guntram. Ha inoltre dato il via al ciclo Mozart/Da Ponte con il Cosí fan Tutte per la regia di Andreas Kriegenburg. Al Wiener Festwochen ha preso parte a un progetto triennale in cui ha diretto la Trilogia Popolare: Rigoletto (2011), La Traviata (2012) e Il Trovatore (2013). Oltre agli incarichi a La Scala di Milano, al Teatro Massimo di Palermo, e alla Berliner Staatsoper, ha diretto con successo numerosi concerti sinfonici con l´Orchestre de Paris, la Filarmonica de La Scala, la NDR Radiophilharmonie di Hannover e la Radio-Sinfonieorchester di Francoforte.

Tra il 2008 e il 2010 è stato assistente di Daniel Baremboim alla Berliner Staatsoper Unter den Linden e a La Scala di Milano. E´stato acclamato dal pubblico e dalla critica per la direzione di Aida, quando, con l´orchestra de La Scala si è esibito all’Israeli Opera. Successivamente ha diretto la Carmen di Bizet alla Staatsoper Berlin, il suo primo concerto al Palau de les Arts Reina Sofia di Valencia, un concerto al Maggio Musicale Fiorentino; la Salome di Strauss come sostituto di Seiji Ozawa al Saito Kinen Festival di Matsumoto. Con grande entusiasmo sono state accolte, inoltre, una nuova produzione della Daphne di Strauss alla Semperoper di Dresda, la Tosca di Puccini alla Berliner Staatsoper, e i concerti sinfonici a Verona e a La Fenice di Venezia.

Dal 2005 Wellber è apparso regolarmente alla Israeli Opera di Tel Aviv dove ha diretto, tra le opere di Verdi La Traviata, La Forza del Destino, Il Trovatore, Rigoletto e Un Ballo in Maschera; di Puccini Turandot e Madama Butterfly; di Ponchielli La Gioconda; di Donizetti L’Elisir d’Amore; di Mozart, Così fan tutte e Il Flauto Magico; di Boito, Mefistofele; di Gounod, Faust e di Janacek, The Cunning Little Vixen. Nel Febbraio 2007 Wellber ha diretto un concerto di gala a Pechino con la City’s Philharmonic Orchestra. Poco dopo ha debuttato con l’Israel Philharmonic Orchestra. In seguito, nell’ottobre 2008, ha diretto l’Aida al Teatro Verdi di Padova, per la cui esecuzione è stato nominato nuova scoperta dell’anno dalla rivista italiana Classic Voice.
 
Omer Meir Wellber è, inoltre, impegnato nell’ attività educativa dei giovani musicisti.

Nel 2013 ha ricevuto la carica di Ambasciatore dall’ organizzazione non-profit Save a Child’s Heart. L´organizzazione, che ha sede in Israele ed è attiva in tutto il mondo, si occupa della chirurgia cardiaca praticata ai bambini dei paesi in via di sviluppo e della formazione di medici e infermieri in questo settore. Egli è anche l’iniziatore e co-fondatore del progetto educativo Sarab – Strings of Change, che si propone di offrire nuove prospettive, con una formazione musicale, ai giovani beduini appartenenti ad uno dei gruppi più poveri e svantaggiati in Israele, nel deserto del Negev. Grazie al generoso sostegno di due fondazioni private ricevuto nel mese di gennaio 2015, questi giovani riceveranno lezioni di musica in una scuola elementare di Rahat.

… … …

Midori…

midori-1

Midori si può annoverare oggi fra i leggendari violinisti di questa generazione. Oltre ad esibirsi ai più alti livelli internazionali, è stata riconosciuta dalle Nazioni Unite e dal World Economic Forum per la sua eccezionale dedizione all’ insegnamento e l’ impegno a favore delle comunità in tutti gli Stati Uniti, in Europa, Asia e nel mondo in via di sviluppo.

Più recentemente, Midori ha compiuto un deciso impegno a favore dello sviluppo del repertorio per violino del futuro, commissionando nuovi concerti e lavori cameristici.

Midori ha ampliato la sua discografia con l’integrale delle Sonate e Partite di Bach per violino solo e il concerto per violino DoReMi scritto per lei da Peter Eötvös e inciso con l’Orchestre Philharmonique de Radio France.

Nel 2014 la registrazione del Concerto per violino di Hindemith, con la NDR Symphony Orchestra di Amburgo e Christophe Eschenbach, ha vinto il Grammy Award come “Best Classical Compendium”.

Midori è nata ad Osaka nel 1971 e ha iniziato fin da piccola lo studio del violino con la madre, Setsu Goto. Zubin Mehta l’ha ascoltata nel 1982 e subito invitata per quello che sarebbe poi diventato il suo leggendario debutto all’ età di 11 anni – con la New York Philharmonic durante il tradizionale concerto di capodanno, ricevendo una standing ovation e l’impulso per l’inizio di una splendida carriera.

Oggi Midori vive a Los Angeles, dove presiede la cattedra di Distinguished Professor of Violin nonché la Jascha, Heifetz Chair alla Thornton School of Music dell’ University of Southern California.

 

“N.Paganini: Caprice in A Minor, Op. 1, No. 24”:

“Paganini Violin Concerto No.1 op.6”:

“Wieniawski: Violin Concerto No. 1 in F sharp minor (Midori, Live Radio Recording, 1988)”:

“Sibelius Violin Concerto op. 47”:

“Midori Prokofiev Violin Concerto No. 1 with Mariss Jansons/BRSO”:

“Walton Violin Concerto – Andris Nelsons”:

… … …

Teatro Massimo 2020 violinista Midori per il Ciclo Beethoven

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al Teatro dell’Opera di Roma 2020 Notre-Dame de Paris

Festival Verdi 2020 MACBETH di Verdi, dal 26 settembre al 16 ottobre