in , , ,

Uto Ughi e Andrea Lucchesini al Bologna Festival

Il Violino: magia italiana

Bologna Festival, Stagione Concerti 2017

 

È il violinista italiano più amato, celebre in tutto il mondo: Uto Ughi, accompagnato dal pianista Andrea Lucchesini, al Bologna Festival per un programma interamente dedicato a Brahms e alle sonate per violino e pianoforte: 

 

Johannes Brahms, Sonata n.1 in sol maggiore op.78 per violino e pianoforte

… … …

Johannes Brahms, Sonata n.2 in la maggiore op.100 per violino e pianoforte

… … …

Johannes Brahms, Sonata n.3 in re minore op.108 per violino e pianoforte

 

QUANDO:

Martedì 23 Maggio 2017, ore 20.30

 

DOVE: Auditorium Teatro Manzoni
Via de’ Monari, 1

40121 Bologna (BO)

 

INTERPRETI:

Uto Ughi,  violino

Andrea Lucchesini, pianoforte

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI BIGLIETTI:

Settore A (platea I) al costo di € 50,00

Settore B (platea II) al costo di € 40,00

Settore C (galleria I, balconata I) al costo di € 30,00

Settore D (galleria II) al costo di € 20,00

Settore E (balconata II, III) al costo di € 20,00

 

Acquisto on-line: Uto Ughi e Andrea Lucchesini al Bologna Festival

 

Se non sapete come fare per avere i biglietti potete prenotare con Associazione Ma.Ni.. Potete scrivere a mara.grisoni@gmail.com o telefonare al numero +39 327 – 79.68.987.

… … …

Uto Ughi…

Uto-Ughi

Erede della tradizione che ha visto nascere e fiorire in Italia le prime grandi scuole violinistiche. Uto Ughi ha mostrato uno straordinario talento fin dalla prima infanzia: all’età di sette anni si è esibito per la prima volta in pubblico eseguendo la Ciaccona dalla Partita n° 2 di Bach ed alcuni Capricci di Paganini. Ha eseguito gli studi sotto la guida di George Enescu, già maestro di Yehudi Menuhin. Quando era solo dodicenne e la critica scriveva: “Uto Ughi deve considerarsi un concertista artisticamente e tecnicamente maturo“.

Ha iniziato le sue grandi tournèes europee esibendosi nelle più importanti capitali europee. Da allora la sua carriera non ha conosciuto soste. Ha suonato infatti in tutto il mondo, nei principali Festivals con le più rinomate orchestre sinfoniche tra cui quella del Concertgebouw di Amsterdam, la Boston Symphony Orchestra, la Philadelphia Orchestra, la New York Philharmonic, la Washington Symphony Orchestra e molte altre, sotto la direzione di maestri quali: Barbirolli, Bychkov, Celibidache, Cluytens, Chung, Ceccato, Colon, Davis, Fruhbeck de Burgos, Gatti, Gergiev, Giulini, Kondrascin, Jansons, Leitner, Lu Jia, Inbal, Maazel, Masur, Mehta, Nagano, Penderecki, Pretre, Rostropovich, Sanderlin, Sargent, Sawallisch, Sinopoli, Slatkin, Spivakov, Temirkanov.

Uto Ughi non limita i suoi interessi alla sola musica, ma è in prima linea nella vita sociale del Paese e il suo impegno è volto soprattutto alla salvaguardia del patrimonio artistico nazionale. In quest’ottica ha fondato il festival “Omaggio a Venezia“, al fine di segnalare e raccogliere fondi per il restauro dei monumenti storici della città lagunare. Conclusa quell’esperienza, il festival “Omaggio a Roma” (dal 1999 al 2002) ne raccoglie l’ideale eredità di impegno fattivo, mirando alla diffusione del grande patrimonio musicale internazionale; concerti aperti gratuitamente al pubblico ed alla valorizzazione dei giovani talenti formatisi nei conservatori italiani.

Tali ideali sono stati ripresi nel 2003 e attualmente portati avanti dal festival “Uto Ughi per Roma” di cui Ughi è ideatore, fondatore e direttore artistico.

Recentemente la Presidenza del Consiglio dei Ministri lo ha nominato Presidente della Commissione incaricata di studiare una campagna di comunicazione a favore della diffusione della musica classica presso il pubblico giovanile.

Il 4 settembre 1997 il Presidente della Repubblica gli ha conferito l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce per i suoi meriti artistici.

Nell’ Aprile 2002 gli è stata assegnata  la Laurea Honoris Causa in Scienza delle Comunicazioni.

Intensa è la sua attività discografica con la BMG Ricordi S.p.A- per la quale ha registrato: i Concerti di Beethoven e Brahms con Sawallisch, il Concerto di Cajkovskij con Kurt Sanderling, Mendelssohn e Bruch con Prêtre, alcune Sonate di Beethoven con Sawallisch al pianoforte, l’integrale dei Concerti di Mozart, Viotti, Vivaldi, “Le Quattro Stagioni”, tre Concerti di Paganini nell’ edizione inedita di direttore–solista, il Concerto di Dvorak con Leonard Slatkin e la Philarmonia Orchestra di Londra; le Sonate e Partite di Bach per violino solo.

Ultime incisioni sono: “Il Trillo del diavolo” (disco “live” dei più importanti pezzi virtuosistici per violino); il Concerto di Schumann diretto dal M° Sawallish con la Bayerischer Rundfunk ; i Concerti di Vivaldi con i Filarmonici di Roma; la Sinfonia Spagnola di Lalo con l’Orchestra RAI di Torino e de Burgos; l’incisione discografica per Sony Classical, nel 2013, dal titolo “Violino Romantico”, una raccolta di pezzi emblematici del Romanticismo sul violino, con la partecipazione dell’ Orchestra da Camera I Filarmonici di Roma.

Altro evento di particolare rilievo è la pubblicazione del libro “Quel Diavolo di un Trillo – note della mia vita”, avvenuta nel 2013, edito da Einaudi: la storia di una vita incredibile, interamente dedicata alla musica.

Uto Ughi suona con un violino Guarneri del Gesù del 1744, che possiede un suono caldo dal timbro scuro ed è forse uno dei più bei “Guarneri” esistenti, e con uno Stradivari del 1701 denominato “Kreutzer” perché appartenuto all’ omonimo violinista a cui Beethoven aveva dedicato la famosa Sonata.

 

“Violin Concerto in E minor, op 64 by Felix Mendessohn” (UTO UGHI):

“”Violin Concerto No 4″ Paganini” (UTO UGHI):

“BEETHOVEN: Violin Sonata No.10 in G major, Op.96” (UTO UGHI):

“Violin Concerto in E minor D 56 by Giuseppe Tartini” (UTO UGHI):

“UTO UGHI ADOLESCENTE, MUSICA DA CAMERA” (UTO UGHI):

“Violin Concerto in D Major op 35 by Peter Tchaikowsky” (UTO UGHI):

“Bach Double violin concerto Orchestra “ (UTO UGHI):

“Uto Ughi racconta la musica di Massenet Meditation (Thais)” (UTO UGHI):

“BEETHOVEN Violin Concerto (II+III) | U.Ughi, RAI Milano, Z.Mácal – video 1978” (UTO UGHI):

“”Violin Concerto” Schumann (1. Mov)” (UTO UGHI):

“La casa di Uto Ughi” (UTO UGHI):

“Uto Ughi a SuperQuark (4 Luglio 2000)” (UTO UGHI):

“Intervista a Uto Ughi @ Incontri Ravvicinati – video 1 di 2” (UTO UGHI):

“Intervista a Uto Ughi @ Incontri Ravvicinati – video 2 di 2” (UTO UGHI):

… … …

Andrea Lucchesini…

Andrea-Lucchesini

Nato nel 1965, Andrea Lucchesini ha studiato pianoforte con Maria Tipo. Nel 1983 si è aggiudicato al Teatro alla Scala il primo premio al concorso internazionale “Dino Ciani”. Nel 1994 ha ricevuto il premio “Accademia Chigiana” e nel 1995 il premio della critica “Franco Abbiati”. Dal 2008 è Accademico di Santa Cecilia.

Con programmi che spaziano al periodo classico a quello contemporaneo, è ospite regolare delle più importanti istituzioni musicali e delle maggiori orchestre. Si dedica con passione anche al repertorio cameristico ospite di festival internazionali. Dal 1990 collabora stabilmente con Mario Brunello.

Nel luglio 2001 ha eseguito la nuova Sonata per pianoforte di Luciano Berio in prima mondiale a Zurigo, proseguendo così una felice collaborazione che aveva preso l’ avvio con il Concerto IIEchoing curves” dello stesso autore, eseguito in tutto il mondo e registrato con la London Symphony. La Sonata è stata poi eseguita in Francia, Portogallo, Belgio, Olanda e Inghilterra e a Milano per la nostra Società nel 2002.

L’ interesse per il repertorio novecentesco, oltre che nella scelta dei programmi, è testimoniato da alcune incisioni discografiche – Pierrot Lunaire di Schönberg e Kammerkonzert di Berg – effettuate per la Teldec con la Dresdner Staatskapelle e Giuseppe Sinopoli, e dalla stretta collaborazione con compositori quali Ivan Fedele, Fabio Vacchi e Jörg Widmann. In campo discografico ricordiamo inoltre l’integrale live delle Sonate per pianoforte di Beethoven (Disco del mese di Fonoforum) e l’integrale delle opere per pianoforte solo di Berio che ha meritato numerosi riconoscimenti internazionali. L’ incisione per AVIE degli Improvvisi di Schubert è stata nominata Disco del mese da Musicweb International.

Convinto che la trasmissione del sapere musicale alle giovani generazioni sia un dovere morale, Lucchesini si dedica con passione all’ insegnamento.

 

QUALCHE VIDEO SUL GRANDE LUCCHESINI…

 

Andrea Lucchesini “FANTASIE IMPROMPTU OP 66” by Fryderyk Chopin:

Andrea Lucchesini “UNGARISCHE RHAPSODIE NR 6” by F. Liszt:

Andrea Lucchesini “Liszt etude no 3, La Campanella” by F. Liszt:

Andrea Lucchesini “Piano Concerto n. 2 op. 21 – 1° mvt.” by Fryderyk Chopin:

Andrea Lucchesini “Piano Concerto n. 2 op. 21 – 2° & 3° mvt.” by Fryderyk Chopin:

… … …

NOTE DI PROGRAMMA E ASCOLTI…

 

“Sonata n. 1 in sol maggiore op.78 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (Ashkenazy – Perlman, 1985):

“Sonata n. 1 in sol maggiore op.78 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (Szeryng – Rubinstein):

“Sonata n. 1 in sol maggiore op.78 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (David Oistrakh – Lev Oborin; Recorded in the USSR, 5.I.1957):

… … …

“Sonata n. 2 in la maggiore op.100 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (Jascha Heifetz, Emanuel Bay, Piano – Recorded 1936):

“Sonata n. 2 in la maggiore op.100 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (Leonid Kogan – Andrei Mytnik):

“Sonata n. 2 in la maggiore op.100 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (Sviatoslav Richter & David Oistrakh):

“Sonata n. 2 in la maggiore op.100 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (Ashkenazy – Perlman, 1985):

“Sonata n. 2 in la maggiore op.100 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (Anne-Sophie Mutter, violin – Lambert Orkis, piano):

… … …

“Sonata n.3 in re minore op.108 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (Gidon Kremer, violin – Valery Afanassiev, piano _ Oct 1987):

“Sonata n.3 in re minore op.108 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (Joshua Bell – Jeremy Denk):

“Sonata n.3 in re minore op.108 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (Patricia Kopatchinskaja & Fazıl Say):

“Sonata n.3 in re minore op.108 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (Itzhak Perlman – Vladimir Ashkenazy):

“Sonata n.3 in re minore op.108 per violino e pianoforte” by Johannes Brahms (David Oistrakh, violin – Sviatoslav Richter, piano):

… … …

 

 

Alcune foto inserite sono state scaricate da Internet e ritenute di pubblico dominio in assenza di specifiche indicazioni in merito. Preghiamo quindi, qualora i soggetti o gli Autori (riconosciuti tali) fossero contrari alla pubblicazione, di segnalarlo all’ indirizzo mara.grisoni@gmail.com, provvederemo alla rimozione delle immagini o alla segnalazione dell’ Autore.

Written by mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

A Brescia Rudolf Buchbinder, 19 maggio al Festival Pianistico BS/BG ’17

Al Teatro Donizetti Seong-Jin Cho per Festival Pianistico BS/BG ’17 (Bergamo)